fbpx

Il MWC 2020 è stato cancellato. GMSA –  ossia la GSM Association – ha deciso di annullare la fiera dedicata al mobile. Una decisione che segue quella presa da diverse aziende – LG, Asus, Nokia, Vodafone e Intel per citarne alcune – di non partecipare più all’evento a causa del coronavirus.

MWC 2020 cancellato: GSMA cede di fronte al coronavirus

Stando a quanto dichiarato dal CEO di GSMA, John Hoffman, a Bloomberg, la diffusione del virus – che ad oggi conta oltre un migliaio di morti e più di 42.000 contagiati – renderebbe impossibile l’evento.

A poco quindi sono valse le misure precauzionali prese proprio da GSMA per contrastare il coronavirus e le paure di aziende e partecipanti, a partire dai cartelli informativi fino ad arrivare alla “no handshake policy”, alla distribuzione di materiale sanitario e all’intenzione di vietare l’ingresso a tutti coloro che abbiano visitato la Cina negli ultimi 14 giorni.

Alla fine l’organizzatore, come spiega The Verge, ha dovuto cedere di fronte alle ormai numerosissime defezioni.

MWC 2020 cancellato: un danno incalcolabile

Inutile dirlo: la scelta di cancellare il MWC 2020 è indubbiamente sofferta. La kermesse infatti non solo permette agli addetti al settore di conoscere le ultime novità e i trend del settore, ma soprattutto permette alla città di Barcellona di incassare milioni di euro e di dare lavoro ad oltre 14.000 persone.

Il danno economico quindi è davvero enorme.

E adesso?

A questo punto rimaniamo in attesa della conferma ufficiale da parte dell’organizzazione che, al momento, non ha inviato alcuna email a partecipanti e giornalisti accreditati.

Da capire anche la posizione di quelle aziende che avevano invece confermato la loro presenza e le loro conferenze. Sarà nostra cura naturalmente aggiornarvi appena riceveremo nuove informazioni.


Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
7
Rabbia
Confusione Confusione
1
Confusione
Felicità Felicità
1
Felicità
Amore Amore
1
Amore
Paura Paura
1
Paura
Tristezza Tristezza
1
Tristezza
Wow Wow
3
Wow
WTF WTF
13
WTF
Erika Gherardi

author-publish-post-icon
Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.