fbpx
Nanoleaf

San Valentino: atmosfera perfetta con Nanoleaf


Cena di San Valentino: intima o particolare? Qualunque sia la vostra scelta, per voi un magico alleato: Nanoleaf.
Con questo sistema di soluzioni luminose realizzate sotto forma di panelli LED avrete la possibilità di settare una scala di colori adeguata ad ogni tipo di ambiente.

Nanoleaf e la rivoluzione luminosa

Nanoleaf nasce dalla volontà di rivoluzionare i classici sistemi di illuminazione in modo più intelligente e interattivo, in pieno mood green e ioT.
Con Nanoleaf Light Panels o Nanoleaf Canvas, la variante che introduce la possibilità di sincronizzare le luci con  l’andamento della musica, è possibile regolare la colorazione, sincronizzare il movimento delle luci con la vostra playlist preferita o programmare proprio al momento giusto un calo di intensità.
Tre le particolari modalità pensate per questo San Valentino 2019:
  • Floral: particolare enfasi di alcuni dei tipici colori , dal rosa pallido al fucsia
  • Blue Mood: un look diverso e moderno, con colori che vanno dal blu al giallo
  • Romantic: colorazioni soft e luci soffuse

Utilizzo e costi

Semplicissimo lo svolgimento di tutte queste accattivanti funzioni: potete  scaricare sul vostro smartphone la Nanoleaf App ed impostare tutte le modalità che preferite, all’ennesima potenza del concetto di personalizzazione!

Infinite, ad esempio, sono le possibilità della modalità dinamica: potrete riprodurre la forma di un cuore o l’iniziale della persona che amate! Qualche tocco e creerete la perfetta atmosfera di una serata indimenticabile.
E se non sapete cosa regalare o regalarvi in questo 14 febbraio, Nanoleaf potrebbe essere la soluzione perfetta: potete trovarlo al prezzo di 199 euro su shop.nanoleaf.me o su Amazon.
[amazon_link asins=’B075DHJ6JW,B077BWVXVC,B07HRH8WV8′ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’abe5df88-309e-43c5-bd2b-634664fba75c’]

Valeria Schifano

author-publish-post-icon
Passo le mie giornate a leggere e scrivere. Vivo in costante simbiosi col mio smartphone, o meglio con quello di turno: è a tutti gli effetti un'appendice del mio corpo. Nulla sfugge all'occhio attento della mia fotocamera: amo scattare. Sì, specialmente il cibo.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link