fbpx
Videogiochi

New Pokémon Snap: la recensione dello shoter fotografico a tema Pokémon

Il nuovo Pokémon Snap è finalmente arrivato, la sua formula ludica ha saputo adattarsi alle nuove regole del mercato videoludico?

Abbiamo giocato New Pokémon Snap e dopo essere giunti ai titoli di coda dello shoter fotografico con protagoniste le creaturine tascabili vi proponiamo la nostra recensione.

New Pokémon Snap è un progetto molto particolare, difficile da inquadrare e valutare nei canoni dell’industria videoludica moderna. L’originale Pokémon Snap uscì nel lontano 1999 e potremmo guardare a questa nuova versione come se si trattasse di un reboot, anche se sarebbe più giusto definirla come una vera e propria reinterpretazione della formula originaria proposta ormai più di vent’anni fa, nel pieno della Pokémon mania.

New Pokémon Snap: uno sguardo al futuro con un piede nel passato

Come abbiamo detto in apertura, l’originale Pokémon Snap usciva nel 1999 su console Nintendo 64 come primo spin-off videoludico del franchise Pokémon, che in quegli anni stava vivendo il suo momento più florido. Sì può dire senza paura di sbagliare che il progetto era molto ambizioso.

In un mondo che si affacciava soltanto in quegli anni al boom di internet e degli strumenti di condivisione online, Pokémon Snap metteva in mano al giocatore una fotocamera virtuale per portarli in un vero e proprio safari. Si trattava di un cambio di paradigma totale: se nella saga principale l’obbiettivo era catturarli tutti e scalare i ranghi della Lega Pokémon, combattimento dopo combattimento, in Snap si poteva semplicemente dare un’occhiata approfondita ai mostriciattoli nel loro ambiente naturale, scattando foto per immortalarli nello loro pose migliori.

New Pokémon Snap Recensione

Inutile sottolineare che in una società dove non esistevano smartphone, capture card e non era possibile fare screenshot, un gioco del genere aveva un che di rivoluzionario e infatti all’epoca fu un successo, con migliaia di appassionati che addirittura stampavano i lori scatti migliori per poi mostrarli agli amici.

Altri tempi.

Ne consegue però che il concept di New Pokémon Snap è per sua natura datato. Oggi la condivisione di screenshot in game è diventate prassi comune e sempre più videogiochi implementano la modalità foto proprio per facilitare questo processo. Ha senso quindi nel 2021 creare un titolo totalmente incentrato sulla fotografia?

New Pokémon Snap: la nostra recensione

New Pokémon Snap è ambientato nell’arcipelago di Lentill, una regione inedita per la saga che si struttura in vari percorsi, da sbloccare con l’incedere della trama principale del gioco.

Il compito di noi fotografi d’assalto non sarà solo quello di fotografare i Pokémon selvatici di questa regione, ma dovremo anche fare luce sul misterioso fenomeno Lumina. Le creature di Lentil infatti sembrano illuminarsi di una strana luce artificiale e tramite la nostra macchina fotografica potremo documentare in prima persona gli effetti di questo singolare evento luminoso.

New Pokémon Snap Recensione

Sul piano ludico il titolo si configura come un rail shoter e il gameplay si struttura in vari percorsi dal movimento guidato. Nel gioco ce ne sono ben 12, alcuni dei quali visitabili di giorno o di notte, di una durata variabile dai 5 ai 10 minuti ciascuno. Come da tradizione nel genere, non potremo muoverci liberamente negli ecosistemi che visiteremo, dato che ci troveremo a bordo di un mezzo di trasporto.

Fotografiamoli tutti

La sfida che il gioco propone, quindi, è quella di realizzare gli scatti migliori nel tempo che abbiamo a disposizione, sfruttando anche degli strumenti specifici che il titolo ci permette di utilizzare per interagire con i Pokémon circostanti. Oltre alla fotocamera infatti, abbiamo le mele soffici, con cui potremo nutrire le creaturine, una melodia simile al Pokéflauto che sveglia i Pokémon addormentati e un radar per trovare percorsi nascosti e altri segreti nei livelli.

New Pokémon Snap Recensione

Tutti questi strumenti entrano in gioco per scattare le nostre foto, che verranno poi valutate dal Professor Speculux alla fine della spedizione. Più bella è la foto, maggiore è il punteggio che accumuleremo, che servirà poi per far salire di livello i vari ecosistemi, che a loro a volta sbloccheranno nuove interazioni con i Pokémon e così via.

Il nostro album poi ha quattro categorie per ogni creatura del gioco, che corrispondono ad altrettante situazioni in cui possiamo immortalare la creatura. In questo caso ci troviamo di fronte ad uno strumento che si presenta come una via di mezzo tra un album e un pokédex e che teoricamente dovrebbe consentirci di documentare le nostre scoperte a 360 gradi.

Ed è proprio qui che risiede il limite più grande di New Pokémon Snap.

Tanta varietà ma pochi tecnicismi

Gli sviluppatori di Bandai Namco Studios ce l’hanno messa tutta per svecchiare il gameplay di questo spin-off. Da una parte abbiamo i livelli dei vari percorsi, che incoraggiano i giocatori a intraprendere nuovamente la stessa spedizione per incontrare nuovi Pokémon o sbloccare nuove strade. Dall’altra c’è l’album fotografico, da riempire con profili diversi di una stessa creatura.

Questo almeno in teoria, perché sebbene il gioco chieda ai giocatori di ritrarre i Pokémon in situazioni diverse può succedere di avere tutti e quattro i riquadri pieni di scatti molti simili tra di loro, ma percepiti come differenti dal gioco. Cosa che ovviamente trivializza, almeno in parte l’intera infrastruttura ludica.

New Pokémon Snap Recensione

Allo stesso modo, Snap richiede agli utenti di rigiocare più volte lo stesso percorso anche solo per procedere lungo i binari della trama principale, e quasi alla fine del gioco si sblocca la possibilità di muoversi più velocemente con la Neo Uno, la navicella che usiamo per esplorare Lentil. L’ovvia conseguenza di questa meccanica di gameplay è che la progressione di gioco potrebbe venire a noia molto presto, soprattutto in alcuni punti chiave della trama, in cui ci verrà chiesto di effettuare delle precise azioni nei percorsi per poter avanzare con gli eventi.

E’ un peccato, perché questa piccola sbavatura si sarebbe potuta trasformare facilmente in un punto di forza, semplicemente dando la possibilità al giocatore di velocizzare il moto della Neo Uno dopo aver completato i singoli percorsi invece che il gioco nella sua quasi totalità.

Un po’ rail shoter un po’ puzzle game

E’ nei momenti in cui gli utenti si trovano a dover valutare con attenzione le azioni da svolgere che New Pokémon Snap dà il meglio di sé. Meglio nutrire il Pokémon che abbiamo di fronte o suonare il flauto? O forse la migliore soluzione possibile è proprio rimanere in attesa?

Questi sono dilemmi che tutti si porranno di continuo giocando a NPS, grazie anche al sistema di missioni secondarie che il titolo propone per invogliare ad utilizzare approcci diversi. Questa è senza dubbio la parte più riuscita del gioco, e quella che fornisce anche la scusa perfetta per rigiocare i percorsi già completati in passato e sbloccarne nuovi livelli.

Le reazione dei Pokémon sono tante e variegate, e vederli muoversi nel loro habitat li fa sembrare più vivi che mai. I fan storici della saga non mancheranno di emozionarsi vedendo uno Squirtle che si tuffa in mare da uno scoglio o di annuire tra sé mentre scoprono un Graveler mangiarsi con gusto delle rocce vulcaniche.

Senza contare che se porterete alcuni percorsi al livello massimo potreste anche imbattervi in Pokémon leggendari o mitici.

La ciliegina sulla torta da questo punto di vista sono i Pokémon Lumina, delle vere e proprie bossfight da “risolvere”, in cui spesso e volentieri dovremo prima trovare un modo efficace per fotografare la creatura che abbiamo di fronte, altrimenti rischieremo di tornare a case a mani vuote.

La recensione di New Pokémon Snap in breve

New Pokémon Snap si propone in definitiva come uno spin-off tutto sommato ben riuscito, figlio di un concept datato ma che è riuscito a svecchiare con parziale successo. Da una parte abbiamo una resa decisamente minuziosa degli ecosistemi del mondo Pokémon, che prendono vita come mai prima d’ora. Dall’altra c’è un gioco che sul piano ludico offre un gameplay che finisce in fretta le frecce al suo arco, ma che comunque non mancherà di risultare piacevole e rilassante sia per gli appassionati che per i più profani.

La recensione di New Pokémon Snap quindi è in gran parte positiva, dato che si tratta di un prodotto realizzato con grande cura nei dettagli e che risulta un must per chiunque sia cresciuto fianco a fianco con i mostriciattoli tascabili.

Offerta
New Pokémon Snap - Nintendo Switch
  • È il momento di esplorare la regione di lentil con le sue numerose e bellissime Isole in New Pokémon snap.
  • In New Pokémon snap, i giocatori metteranno alla prova le proprie abilità nell'arte della fotografia.
  • Le foto scattate, infatti, riceveranno un punteggio basato sulla posa dei soggetti, sulle loro dimensioni all'interno...

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button