MotoriNews

Nuova BMW X4: la grintosa tedesca domina la categoria

Secondo BMW uno “sport active coupé“, introdotto per la prima volta con la precedente generazione X4. Per i neofiti un SUV compatto, sempre quattro porte, con tutta la sportività di un coupé – vi rimandiamo per inciso alla nostra guida sul design automotive.

Il mercato non manca di certo per questo tipo di vetture: la serie X4 combina design estroverso e grandi prestazioni con l’estetica di un coupé; basti pensare che dal 2014, anno di uscita della prima serie, sono stati venduti 200.000 esemplari.

DESIGN

BMW X4

Imponente e muscolare, risalta immediatamente le proporzioni allungate delle coupé, merito anche del passo maggiorato. Introdotto un notevole design con linee orizzontali; spiccano infatti due tracce laterali: una tra i passa ruota ed una, più in alto, per le portiere fino ai fari posteriori. Tagliando non poco la superficie, donano un particolare effetto 3D, ripreso anche sul cofano. Questa scelta estetica, marcata sul retrotreno, esalta la larghezza anche grazie a dettagli come il doppio scarico e la fanaleria. Il frontale è sempre aggressivo; la doppia mascherina ed i nuovi fendinebbia appiattiti seguono il trend utilizzato anche da altre case automobilistiche.

“La BMW X4 di seconda generazione combina una silhouette distintiva e dinamica con un uso chiaro e semplice delle forme”, afferma Adrian Van Hooydonk, vicepresidente senio BMW group design.

Concludono l’estetica uno slanciato tetto panoramico, bello e conforme alla linea, ed i cerchi in lega leggera da 19 pollici (fino a 21 per alcuni modelli M).

Internamente ritroviamo l’indole sportiva espressa dal design esterno. Riprogettatati i sedili, in modo da garantire un’esperienza di guida più sportiva. Le superfici pregiate infondono continuità e qualità dei materiali. L’animo SUV viene ricordato anche dai passeggeri, cullati dal confort delle dimensioni. Dettagli placcati e rivestimenti in pelle donano quindi il tocco lussuoso, tipico della casa.

ESPERIENZA DI GUIDA

BMW X4

La raffinatezza estetica non può che essere accompagnata da un grintoso propulsore BMW. Partendo dal 2 litri diesel fino alla versione M40i benzina da 360 cavalli, l’esperienza di guida non manca di sportività. Il cambio 8 rapporti steptronic e la trasmissione 4×4 garantiscono, assieme all’elettronica, una buona guidabilità anche in fuoristrada.

Ridefinito il telaio e diminuite le masse sospese fino ad ottenere un centro di gravità più basso. Ridotto anche l’attrito aerodinamico del 10% (ce lo potevamo aspettare visto il design coupé). Sterzo, freni e sospensioni controllati elettronicamente migliorano ancora il dinamismo, anche se alcune di queste caratteristiche sono optional specifici delle versioni M. Per ulteriori dettagli vi rimandiamo al sito BMW.

Tags

Federico Marino

Amante dei motori, specie quelli grossi e rumorosi, appassionato di tecnologia e di tutto ciò che è scientifico e innovativo. Studente in ingegneria energetica, tento di sopravvivere al caos della Grande Milano con una piccola reflex, rock 'n 'roll sempre in cuffia e tanti buoni propositi!
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker