fbpx
AutoMotoriNews

Nuova KIA Sportage, svelati esterni e interni del SUV coreano. Parola d’ordine? Originalità

Nuova KIA Sportage 2021, svelati esterni e interni del SUV coreano

Dopo un teaser e diverse anticipazioni, KIA Sportage 2021 si svela finalmente al pubblico. L’amato SUV coreano, arrivato alla quinta generazione, toglie i veli dalla sua estetica, sia all’interno che all’esterno. Fuori è ora molto più originale e personale, con tanti dettagli ripresi dalla nuova elettrica EV6. All’interno invece è un tripudio di tecnologia. E la meccanica? Scopriamo tutto quello che sappiamo finora di questa nuova KIA Sportage.

KIA Sportage, 28 anni di successi

Come accennato, in apertura, KIA Sportage arriva alla quinta generazione, ed è un modello che nella sua lunga storia ha rappresentato un vero punto di svolta per KIA. La prima generazione di KIA Sportage, che vedete qui in basso, è nata infatti nel 1993, ben 28 anni fa. In quegli anni, KIA era un brand pressoché sconosciuto inEuropa. In quel periodo, Hyundai, coreana come lei, stava lentamente cominciando a farsi notare, con modelli concreti e poco emozionanti dal punto di vista estetico ma completissimi e molto affidabili, come la Sonata, la Elantra o la S-Coupé.

KIA Sportage 2021 prima serie_Fotor

KIA invece era ancora indipendente, e cercava il successo con modelli derivati da prodotti Ford e Mazda, come la dimenticabile KIA Pride. La svolta arrivò proprio nel 1993: sulla base di un van Mazda, il Bongo, Sportage offriva tanto spazio, interni realizzati con materiali economici ma assemblati molto bene e un’estetica da fuoristrada con i consumi, la dinamica di guida e il prezzo di una normale berlina, anzi persino inferiore.

KIA Sportage 2021 modello in uscitas

Sportage, disponibile sia con trazione integrale che con trazione posteriore, fu un successo in tutta Europa, anche in Italia. Un fuoristrada adatto alla vita di tutti i giorni e non troppo amante dell’off-road, un precursore dei crossover moderni. Nonostante questo, nel 1997 una crisi economica nel Sud-Est Asiatico fece crollare KIA, che venne acquisita dalla rivale di sempre, Hyundai, e con cui da quasi 25 anni ha messo in piedi un gruppo industriale moderno, completo e molto competitivo. Dopo 28 anni e 4 generazioni, anche Sportage si è evoluto, passando dall’essere spartano e puntare tutto su praticità e bassi costi d’acquisto e gestione ad essere uno dei Crossover più desiderati del panorama europeo.

KIA Sportage 2021, com’è da fuori: originale e ispirato alla EV6

E questa tendenza non si ferma con la quinta generazione, anzi. KIA Sportage 2021 segna un taglio netto con il passato del modello e dell’intera gamma KIA. Sportage, infatti, già dalla quarta generazione oggi a fine vita sfoggiava un’estetica curata, molto elegante ma di chiaro stampo KIA, con la mascherina Tiger Nose davanti, i fari con i “cubetti di ghiaccio” e in generale un’impostazione elegante, sobria e che incontra i gusti un po’ di tutti. Oggi invece, si cambia tutto. Da fuori, KIA Sportage 2021 non ha nulla a che vedere con il passato e con la gamma KIA che per prima, insieme all’elettrica EV6, va a stravolgere. Come vi ho accennato nella prova su strada della KIA Ceed SW uscita qualche giorno fa, il cambio generazionale tra quelle KIA e questa nuova onda stilistica è enorme.

KIA SporKIA Sportage 2021 frontaletage 2021 frontale

La Casa coreana definisce questa nuova wave “Opposites United”, gli opposti uniti. E la rivoluzione si vede già dal frontale. Addio alla classica calandra “Tiger Nose”: non abbiamo più una calandra a naso di tigre, sottile al centro e più spessa ai lati. Il concetto di aggressività dato dal rimando al grosso felino però rimane, ma è talmente rivoluzionato che anche in KIA hanno rinominato il frontale “Digital Tiger Face“, una faccia di tigre che ingloba una mascherina davvero enorme, divisa tra una componente a nido d’ape e una più sottile calandra lucida, con una piccola feritoia dove si fa notare il nuovo logo KIA.

KIA Sportage 2021 laterale1

I fari sono totalmente diversi, e non hanno nulla di classico: le luci diurne a LED sono verticali e affilatissimi, e dividono la calandra dai proiettori principali, ovviamente full LED. Le fiancate sono pulite, molto più che sulla tormentata Hyundai Tucson, da cui riprende la base meccanica. Non mancano ovviamente i passaruota in plastica grezza e una modanatura inferiore che alleggerisce la fiancata, mentre la linea dei finestrini alta e ascendente riprende quella dell’attuale Sportage.

KIA Sportage posteriore

La mano di EV6 però si vede soprattutto dietro. Il logo KIA si staglia al centro, mentre sulla sommità del portellone non manca un vistoso spoiler posteriore. I fari invece sono a LED e sono uniti tramite una barra luminosa che come su EV6 non è piatta, ma è tridimensionale, quasi a voler ricreare un piccolo spoiler “a coda d’anatra”. La coda è poi snellita da un paraurti dotato di modanature in plastica grezza e da qualche dettaglio argentato. Il risultato complessivo? Se la precedente Sportage puntava sul piacere un po’ a tutti, ora la nuova KIA Sportage 2021 è originale e unica. Questo significa che può piacere tantissimo come non piacere affatto: è questo il bello e il brutto di questo tipo di design. Essendo una questione soggettiva, comunque, ognuno di voi prenda la propria decisione: di certo, non lascia indifferenti.

Gli interni di KIA Sportage 2021: spazio e tanta tecnologia

Se fuori KIA Sportage può dividere gli animi, all’interno sicuramente mette tutti d’accordo. Anche qui, il taglio con il passato è nettissimo: addio plancia rassicurante e classica, e benvenuto interno tecnologico e minimalista. Rispetto a moltissime rivali, però, KIA Sportage 2021 come quasi tutti i prodotti più recenti del Gruppo KIA-Hyundai sceglie un approccio tecnologico, ma non esclusivamente hi-tech.

KIA Sportage 2021 interni1

Mi spiego meglio. Moltissime auto rivali hanno deciso di puntare sull’assenza di qualsiasi tasto fisico, scegliendo soluzioni soft touch o demandando tutti i comandi allo schermo centrale dell’infotainment. Su KIA Sportage 2021 questo non accade. La plancia è si minimalista, verticale e molto pulita, ma non rinuncia a tasti fisici per il clima, per le modalità di guida, per i sedili riscaldati o per altre funzioni base. Belle poi le bocchette dell’aria unite, con originale disegno a Y.

KIA Sportage 2021 interni

Una soluzione quella dei tasti fisici ancora presenti che unisce estetica, pulizia delle linee e tecnologia senza però compromettere l’ergonomia e la facilità d’uso. E questo non significa che Sportage sia un’auto poco tecnologica, anzi. L’intero interno è dominato da un enorme schermo curvo ad alta definizione, che incorpora sia l’infotainment UVO Connect di nuova generazione sia il quadro strumenti digitale. Lo spazio non è stato citato, ma dovrebbe essere di ottimo livello, come la sorella Hyundai Tucson.

E la meccanica? Nessun ufficialità, ma la parentela con Hyundai Tucson sarà stretta

E proprio della Tucson riprenderà con grande probabilità la meccanica. Per ora la presentazione si è concentrata su estetica e tecnologia, senza scendere nei dettagli sulla meccanica, sulle dimensioni o sulle motorizzazioni disponibili. Come da tradizione Sportage, però, la meccanica dovrebbe essere quasi sicuramente derivata in toto dalla Hyundai Tucson, già molto apprezzata dal mercato europeo e non solo.

KIA Sportage 2021 posteriore1

Dovremmo quindi vedere un’offerta priva di motorizzazioni puramente termiche, e concentrata invece sull’offerta ibrida in tutte le sue declinazioni. Non dovrebbero quindi mancare motori benzina e diesel mild Hybrid, con potenze fino a 180 CV, e poi le due motorizzazioni ibride realizzate in coppia con il 1.6 T-GDI turbobenzina. Full Hybrid, con 230 CV, e Plug-In Hybrid, con 265 CV e autonomia di una cinquantina di km in full electric. Ogni serie di Sportage ha sempre offerto la trazione integrale, e anche questa volta la musica non dovrebbe cambiare.

Quando arriva sul mercato nuova KIA Sportage: in Italia nei primi mesi del 2022

Attesa per la fine di quest’anno, KIA Sportage 2021 arriverà nei concessionari italiani pronta alla consegna nei primi mesi del 2022, pronta per iniziare l’anno col botto. Non abbiamo ancora notizie certe sugli allestimenti, sulle dotazioni né tantomeno sui prezzi, che non dovrebbero discostarsi troppo dai 29.000 euro di partenza della cugina Hyundai Tucson. KIA ha infine ufficializzato il primo allestimento dedicato all’Europa. Si chiama X-Line, ed è dotato di un’estetica ancora più elegante, con particolari nero lucido e una vernice verde scura molto interessante. All’interno poi dovrebbero esserci anche sedili e rivestimenti in pelle con cuciture a contrasto e inediti inserti in legno.

Questo è tutto quello che per ora conosciamo di KIA Sportage 2021. Un’estetica totalmente nuova e che taglia ogni ponte con il passato, interni tecnologici e moderni e tanta voglia di stupire. Noi siamo molto incuriositi dal nuovo crossover coreano, e non vediamo l’ora di scoprire tutti i suoi dettagli. E voi? Cosa ne pensate? Vi piace questa nuova identità di KIA Sportage e del brand KIA? Fatecelo sapere qui sotto nei commenti!

Non perderti la nostra prova di KIA Ceed SW Plug-in e il nostro approfondimento sulla “sorella” di Sportage, Hyundai Tucson!

Lo sapevi? Abbiamo aperto il canale ufficiale di techprincess su Telegram con le migliori offerte della giornata. Cosa aspetti? Iscriviti qui!

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button