fbpx

OnePlus TV: ecco le specifiche tecniche


È stato sicuramente sorprendente il fatto che OnePlus sia saltato sul carrozzone delle smart TV. Soprattutto quando anche i suoi fan pensano che la società abbia ancora molto lavoro da fare nel suo mercato principale, senza incasinare la sua immagine con acrobazie di marketing discutibili. Allo stesso tempo, potrebbe anche essere l’occasione perfetta per OnePlus di dimostrare che non è un’azienda votata solo alla produzione di device mobile, soprattutto in un momento in cui si dice che il mercato degli smartphone stia rallentando. Date le sue specifiche e alcuni dettagli rivelati dallo stesso CEO dell’azienda, sembra che OnePlus TV sia solo l’inizio di una visione OnePlus più ampia e che non sia un prodotto senza un futuro.

Specifiche da non strapparsi i capelli

OnePlus Tv_tweet

A dire il vero, le specifiche non sembrano essere un granché, ma potrebbero anche ingannare. OnePlus TV si basa su un SoC MediaTek MT5670 che integra una GPU Mali-G51. Sono presenti solo 3 GB di RAM, che sono lo standard per smart TV di questa fascia. Le specifiche sono state rivelate con un tweet da @androidtv_rumors che chiarisce anche che la risoluzione 1920×1080 è solo per i menu di Android TV mentre il contenuti possono essere visualizzati in 4K su un pannello da 55″.

Questi menu saranno particolarmente interessanti una volta avviato OnePlus TV. Il CEO Pete Lau non si fa scrupoli sul fatto che l’interfaccia “migliorerà” quello che offre attualmente Android TV. In altre parole, sarà un’interfaccia personalizzata che si collegherà più strettamente alla visione di OnePlus per i suoi display intelligenti.

OnePlus TV, l’inizio di un ecosistema 

Sì, al plurale, perché OnePlus non vede semplicemente la TV modello con semplice accesso a Internet. Il CEO prevede che le case in futuro saranno disseminate di questi display, inclusi smartphone e prodotti simili al Google Nest Hub. La smart TV sarà uno di questi display, anche se più grande. Questo è anche il motivo per cui OnePlus si lancia in questo mercato così presto, ovvero per mettere in atto un suo personale ecosistema. Questo ecosistema, suggerisce Lau, includerà anche auto e ufficio.

Detto questo, ha ancora molta strada da fare per raggiungere questa visione e dipenderà tutto dal successo della sua prima smart TV, che non avrà nemmeno la metà delle funzionalità pianificate da OnePlus. Per ora, la società si sta concentrando sul far spiccare il volo alla sua OnePlus TV sia nell’esperienza utente sia nella qualità dell’hardware, andando a competere con brand del calibro di Samsung e, ironicamente, usando lo schermo QLED di quest’ultimo per farlo.


Danilo Loda

100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link