fbpx
POCO X3

La recensione di POCO X3: economico, ma ricco di potenziale
Il POCO X3 è il cellulare perfetto per chi vuole spendere poco, ma non vuole rinunciare a tutte le funzionalità.


Se qualche tempo fa vi abbiamo parlato del top di gamma Xiaomi, il Mi 10T Pro, ora è tempo di scendere un po’ con il prezzo e raccontarvi di un altro interessante dispositivo. Parliamo di POCO X3, un cellulare abbastanza economico con delle proprietà da non sottovalutare. Ottimo hardware a supporto, ottimi materiali, facile da usare e con un’ottima autonomia.

Premesse più che intriganti, ma ne sarà valsa la pena? Andiamo subito a scoprire cosa si cela dietro questo smartphone dall’ottimo rapporto qualità prezzo.

Offerta
Xiaomi POCO X3 NFC, Smartphone 6+128GB, display 6,67”...
  • POCO X3 NFC include una quad-camera con sensore principale da 64MP, in grado di scattare foto in ultra-grandangolo in...
  • POCO X3 NFC monta l’ultimo processore Qualcomm Snapdragon 732G, e una CPU octa-core.
  • POCO X3 NFC offre un display da 6.67” con frequenza di aggiornamento a 120Hz, per un’esperienza caratterizzata da...

Contenuto della confezione:

La confezione è abbastanza snella e contiene al suo interno il POCO X3, un caricabatterie da 33W e un cavo per la ricarica. Non mancano però la guida all’uso, il tool per la rimozione del carrellino SIM e una cover trasparente. POCO X3 fotocamera

Il POCO X3 non è proprio un peso piuma

A livello di costituzione il POCO X3 è un cellulare davvero ottimo. Al primo tocco ci è sembrato robusto e solido (non ho potuto farlo cadere come faccio con i miei telefoni, ma sono sicura che avrebbe resistito bene). Nonostante sia quasi completamente costituito di plastica, sembra parecchio resistente e di buona fattura. Fa eccezione solo il frame realizzato, invece, in lega di alluminio. Il display è ricoperto da un Gorilla Glass 5, ottimo contro i graffi. Unica pecca? Il peso. Parliamo, infatti, di 250 grammi.

Nonostante il peso, però, si tratta di un cellullare abbastanza comodo da maneggiare. La superficie è abbastanza estesa, quindi per raggiungere tutte le sue parti con una sola mano si deve armeggiare un po’, ma non è impossibile farlo. Le dimensioni sono di 165,3 x 76,8 x 9,4 mm. Retro

Il design non ci dispiace, non è proprio sobrio, ma, per essere un modello piuttosto economico, non è affatto male. Il retro, realizzato in plastica, è lucido e mostra al centro striscia con righe molto fitte, interrotte dalla scritta POCO.
Sempre dietro, troviamo anche un particolare modulo per la fotocamera: questo è posizionato in alto al centro, nella parte alta. Posizione un po’ insolita, ma non per questo da disdegnare. Come accade anche per altri modelli, sporge rispetto alla base di circa 2 mm, per questo motivo è importante utilizzarlo con cura.

La parte laterale destra contiene i pulsanti dedicati al volume e il tasto per l’accensione; nel lato opposto, invece, abbiamo il vano per la sim. Sulla parte bassa e alta troviamo poi il jack audio da 3.5 mm, la porta USB-C per la ricarica, gli altoparlanti e il sensore IR.

Lo vediamo bene anche se non è AMOLED

Prima di passare alle caratteristiche più interne, parliamo del display. Il POCO X3 presenta uno schermo da 6,67 pollici con una risoluzione FHD+ (2400 x 1080p). La parte più interessante è il refresh rate che può arrivare a un massimo di 120 Hz, oltre ad avere un touch sampling rate di 240 Hz. Sebbene non si tratti di un AMOLED, non possiamo dirci insoddisfatti, neanche un po’. L’immagine è sempre molto pulita e nitida, ma soprattutto tutte le animazioni sono assolutamente fluide. Ci sono piaciuti anche i colori, molto vividi e accesi.

Per quanto concerne gli angoli di visione, anche questi non sono affatto male, anzi, è possibile vedere benissimo praticamente in ogni posizione. La luminosità è molto buona e ci ha permesso di leggere senza problemi sotto qualsiasi condizione di luce. Nel dettaglio abbiamo 450 nit (typ) / 380 (min) e contrasto 1500:1, supporto alle modalità lettura 2.0 e alla tecnologia HDR10.
All’interno delle impostazioni, inoltre, è possibile selezionare fra tre diversi profili colore che ci aiuteranno a trovare la migliore impostazione per la nostra vista. POCO X3 video

POCO X3 ha una bella dotazione di serie

Addentrandoci nei particolari, vediamo che il POCO X3 è dotato di un hardware all’avanguardia. Troviamo un SoC Snapdragon 732G (8nm): CPU octa core da 2,3 GHz. Il tutto è condito con una GPU Adreno 618. A contorno troviamo 6 GB di RAM, 64/128 GB di storage (espandibili fino a 256 GB), connettività LTE fino a 400 Mbps, chip NFC e Bluetooth 5.1. Non mancano il jack da 3.5 mm per le cuffie, il Wi-Fi ac a doppia banda, il lettore d’impronte e la porta a infrarossi.

Ottima la batteria: il POCO X3 è equipaggiato con 5160 mAh che sono davvero perfetti. La durata è buona anche con le impostazioni dello schermo a 120 Hz. Con questo setting, non abbiamo problemi a resistere un’intera giornata. Il tempo si raddoppia al dimezzare della frequenza del display. Velocissima la ricarica, grazie all’alimentatore da 33W in dotazione.

A livello software, il POCO X3 esce con MIUI 12, l’interfaccia che o amate alla follia o odiate. Per quanto mi riguarda (forse perché uso Xiaomi ormai da una vita) è davvero ottima. È ricca di funzionalità e completamente personalizzabile. L’aspetto estetico di base è sobrio, è essenziale e molto fruibile. POCO X3 fronte

Come funziona sul campo?

Abbiamo provato il POCO X3 per un paio di settimane usandolo un po’ per tutto. Per chiamare, navigare, scrivere messaggi è perfetto. Nessun problema durante le nostre chiamate, audio chiaro e preciso. I nostri interlocutori ci hanno sempre sentito bene e noi abbiamo sentito loro. Il cellulare si è comportato molto bene anche durante la lettura delle mail e l’uso un po’ più “da ufficio”.

Le prestazioni si sono rivelate interessanti anche nell’avvio di applicazioni legate al gioco. Il POCO X3, infatti, presenta nel nome del suo SoC la dicitura 732G, dove G sta proprio per gaming. Per questo motivo, lo abbiamo sfruttato anche per quello. Ottime le risposte che abbiamo ricevuto, nessun fastidio: tutto è stato fluido e completamente fruibile. POCO X3 vista

Anche nella fotografia non se la cava male: abbiamo una camera principale da 64 MP, una grandangolare da 13 MP, una macro da 2 MP e una per il rilevamento della profondità di campo sempre da 2 MP. Per darvi un’idea di quella che può essere la qualità delle foto, vi lasciamo una galleria con alcune immagini catturate.

POCO X3: lo acquistiamo?

Il POCO X3 è uno smartphone davvero interessante, soprattutto per il prezzo a cui viene venduto. Parliamo, infatti, di un prodotto dal costo di circa 200€ (per la versione da 64 GB) e circa 50€ in più per quella da 128 GB. Un cellulare economico che riesce, però, ad adempiere a tutte le funzioni per cui è stato progettato. Ottimo nell’uso quotidiano grazie a una buona fluidità, all’ottima autonomia e alla presenza di tutte le funzionalità essenziali.

Non manca inoltre un hardware in grado di far girare applicazioni più corpose: possiamo usarlo per giocare e per muoverci senza alcun problema. Il display è molto bello, nitido, chiaro, pulito. Dobbiamo proprio trovargli un difetto? Il peso. Questo è l’unico vero e proprio difetto che potrete trovare in questo interessante smartphone super economico.

Offerta
Xiaomi POCO X3 NFC, Smartphone 6+128GB, display 6,67”...
  • POCO X3 NFC include una quad-camera con sensore principale da 64MP, in grado di scattare foto in ultra-grandangolo in...
  • POCO X3 NFC monta l’ultimo processore Qualcomm Snapdragon 732G, e una CPU octa-core.
  • POCO X3 NFC offre un display da 6.67” con frequenza di aggiornamento a 120Hz, per un’esperienza caratterizzata da...

Giulia Garassino

Ingegnere Aerospaziale da sempre amante di videogiochi e tecnologia. Cresciuta con Crash Bandicoot, Spyro e Metal Slug. Competitiva sugli FPS, non si lascia scappare platform, hack & slash e GDR. Il mio titolo preferito? Nier Automata. Il gioco su cui ho speso più ore? Battlefield, che domande! Eppure, una grandissima fetta del mio cuore è occupata da Fable, amore di vecchia data. Dimenticavo, ho provato così tante tastiere che, a occhi chiusi, potrei dirvi che switch montano!