fbpx
realme band recensione

Recensione Realme Band: troppo poco, troppo tardi
Il braccialetto smart di Realme ha qualche spunto interessante ma basterà a competere con la concorrenza?


Realme Band recensione

Le smart band – i braccialetti intelligenti che monitorano l’attività fisica – esistono da anni. Ce ne sono parecchie, con caratteristiche spesso simili e prezzi che le rendono appetibili anche ai meno appassionati. Realme Band vuole inserirsi qui, proponendosi ad un prezzo di 24,99 euro che tenterà i risparmiatori seriali. Il costo quindi è concorrenziale ma le caratteristiche? Per scoprirlo l’abbiamo provato per qualche settimana. 

Come si presenta Realme Band?

Realme Band è composto da tre pezzi: il corpo centrale e le due parti del cinturino.  Quest’ultimo si sfila per scoprire il connettore USB-A necessario alla ricarica della smart band. All’interno della confezione infatti non troverete nessun cavo e nessuna base: tutto ciò che vi serve è integrato. La soluzione non ci è dispiaciuta: viaggiate leggeri, non siete vincolati ad altri accessori e siete liberi di caricarlo praticamente ovunque. L’unico elemento poco convincete è il fatto che il connettore sia leggermente curvo, cosa che non sempre facilita l’ingresso all’interno della porta USB.

realme band recensione ricaricaMa torniamo a noi e al cinturino di Realme Band. È in gomma e all’inizio ci è sembrato un po’ rigido ma con l’utilizzo si è ammorbidito ed è diventato piuttosto comodo. Contrariamente a quanto visto sulla concorrenza, non adotta nessuna soluzione particolare per la chiusura, ritroviamo invece la cara vecchia fibbia che sì, ha un po’ meno appeal, ma svolge in modo egregio il suo lavoro.

Il corpo centrale invece ospita tutta la tecnologia di questa smart band, a partire dal display LCD da 0,96 pollici. A nostro avviso è uno dei punti deboli del prodotto: la risoluzione è molto bassa, la leggibilità è scarsa e la luminosità non convince. Leggerlo sotto il sole sarà quindi particolarmente difficile.
In più non è touch screen. Potete scorrere i diversi menù usando il tasto soft touch posto subito sotto allo schermo ma non è la più comoda delle soluzioni.

realme band recensione displaySotto la scocca invece trova spazio l’hardware di Realme Band che include la connettività Bluetooth per la connessione allo smartphone mentre mancano GPS, Wi-Fi, NFC e microfono.
Sulla parte inferiore abbiamo il sensore per il battito cardiaco che abbiamo trovato piuttosto preciso e in linea con altri prodotti analoghi.

Completano la panoramica batteria e certificazione IP68. La prima vi offre circa 7 giorni di autonnmia, il che significa che potreste partire per un’intera settimana senza dovervi preoccupare di Realme Band. Davvero niente male anche se la concorrenza riesce a fare qualcosa in più. La certificazione IP68 invece garantisce la resistenza ad acqua e polvere.

Offerta
realme Band 1 Smartwatch, Fitness Tracker, Battito Cardiaco...
  • Ampio Display a Colori
  • Monitoraggio in tempo reale del Battito Cardiaco
  • Monitoraggio Smart delle attività sportive

Interazione macchinosa e software minimale

realme band recensione appCome accennato poco sopra, per gestire la band dovrete usare il pulsante soft touch che vi permette di passare da una schermata all’altra con un tocco mentre tenendolo premuto potrete entrare nelle diverse voci del menù o avviare la registrazione dell’allenamento.

Le schermate presenti non sono tantissime. Messa da parte quella principale, abbiamo i passi, il battito cardiaco, 3 diversi sport – selezionabili tra i 9 presenti sull’app -, il cronometro, Trova il mio telefono e le informazioni di sistema. Tutto questo in inglese, non c’è la lingua italiana per Realme Band.

E l’app? È Realme Link, la stessa che abbiamo usato con il Realme Watch (qui la nostra recensione), è localizzata in italiano e vi permette di controllare la batteria residua (visibile anche sul dispositivo) e le statistiche registrate: passi, sonno, frequenza cardiaca e allenamenti. Cliccando su ogni singolo parametro potrete visualizzare qualche dato in più e controllare le informazioni raccolte i giorni precedenti. Non aspettatevi niente di complicato. Le statistiche sono piuttosto basiche e l’attività fisica non include la registrazione del percorso tramite GPS dello smartphone.

Sul fronte delle impostazioni invece abbiamo la possibilità di modificare il quadrante, attivare le notifiche, impostare la sveglia e il promemoria per l’acqua, utile se faticate ad idratarvi. Ci sono anche gli obiettivi, il rilevamento automatico dell’esercizio e la modalità non disturbare, così non riceverete notifiche durante la notte.

Realme Band recensione: acquistarlo oppure no?

Realme Band è arrivata sul mercato in un momento sbagliato. Il mercato infatti è pieno di prodotti analoghi che spesso offrono qualcosina in più in termini di funzionalità ed usabilità. Dalla sua però ha il prezzo: a 24,99 euro è probabilmentela smart band più economica del mercato ma difficilmente basterà a spodestare gli avversari più famosi.

Realme Band

Pro Pros Icon
  • Comodo e leggero
  • App intuitiva
  • Prezzo molto basso
  • Connettore per la ricarica integrato
Contro Cons Icon
  • Display poco visibile
  • Interazione difficoltosa
  • Funzionalità molto basiche

Erika Gherardi

author-publish-post-icon
Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link