fbpx
Realme Buds Air Neo recensione

Recensione Realme Buds Air Neo: gli auricolari true wireless super economici
Le cuffie true wireless di Realme sono super-economiche ma come si comportano nella quotidianità?


Realme Buds Air Neo recensione

Sì, è vero. A prima vista sembrano gli AirPods di Apple. I Realme Buds Air Neo, gli auricolari true wireless dell’azienda cinese, si ispirano chiaramente alle cuffie della Mela. Le analogie però si fermano al design. Stiamo infatti parlando di un prodotto decisamente più economico: solo 39,99 euro per questi auricolari.

Il costo quindi è decisamente abbordabile ma cosa dobbiamo aspettarci da un paio di cuffie così abbordabili? Per scoprirlo le abbiamo usate per qualche settimane e ora siamo pronti a raccontarvi la nostra esperienza in questa recensione.

Qualcosa di nuovo, qualcosa di vecchio

Realme Buds Air Neo recensione designLa somiglianza è evidente: i Realme Buds Air Neo ricordano le AirPods. La forma è quasi identica, fatta eccezione per lo stelo che risulta meno tondeggiante e senza la parte argentata alla base. Piccoli dettagli che saltano all’occhio se siete appassionati e/o esperti del settore ma che un profano difficilmente noterà.

Il corpo è realizzato in plastica, è presente la certificazione IPX4 (per la resistenza al sudore) e le linee sono tipiche delle cuffie true wireless non in-ear. Sì, avete capito bene. Tecnicamente i Buds Air Neo non sono auricolari in-ear perché non c’è nessun gommino che viene infilato all’interno del vostro canale uditivo. Il design però permette loro di rimanere comunque ancorati al vostro orecchio, sebbene la sensazione di stabilità non sia quella garantita dalle soluzioni in-ear.

A questo punto vi chiederete: ok, ma sono più o meno comodi? Dipende. Personalmente ho sempre preferito le soluzioni in-ear per due motivi: 1) non ho la costante sensazione che stiano per cadere 2) possono cambiare gommino per adattarle alle mie orecchie.
C’è chi invece trova i prodotti di questo genere fastidiosi perché non ama avere un piccolo oggetto infilato nell’orecchio.
Sappiate che entrambe le varianti possono andare bene e risultare comode. Dove solo decidere cosa preferite.

Ma torniamo alle cuffie di Realme. Come ogni prodotto true wireless che si rispetti sono accompagnate da un case compatto, pensato per stare nella vostra tasca e dotato di un pulsantino frontale che avvia l’appaiamento con smartphone, tablet e PC.
A deludere sono cavo a connettore. Il primo è un microUSB, ormai un po’ antiquato; il secondo è davvero troppo corto, tanto che, alla fine, preferite utilizzare quelli che avete già a casa.

Realme Buds Air Neo recensione: come funzionano?

Realme Buds Air Neo recensioneNell’ultimo anno abbiamo provato un certo numero di auricolari wireless e l’ovvia conclusione è questa: più è alto il costo, più è elevata la qualità. Non solo costruttiva ma soprattutto sonora.
Immaginate quindi la nostra reazione all’arrivo dei Realme Buds Air Neo. Per 39,99 euro non ci aspettavamo quasi niente.

Le cuffie dell’azienda cinese però sono riuscite a smentirci: l’esperienza acustica è migliore del previsto. Il suono è bilanciato, i bassi non mancano, le voci sono chiare e pulite e il volume è decisamente alto.

I microfoni invece sono deludenti. Aspettatevi una buona qualità in chiamata solo in ambienti piuttosto tranquilli come una casa oppure un ufficio. Appena entrerete nel traffico, in un bar o in qualsiasi posto rumoroso la situazione peggiorerà in maniera evidente e il vostro interlocutore faticherà a comprendervi.

Non c’è poi isolamento rispetto ai rumori esterni, diretta conseguenza della forma di questi auricolari, ma in compenso abbiamo la modalità a bassa latenza, attivabile tenendo premuto per qualche secondo entrambi gli auricolari. A cosa serve? Ad avere una perfetta sincronizzazione tra l’audio e il video, evitando quella minima discrepanza a cui ormai siamo abituati. La differenza non è marcatissima ma migliora la fruizione di videogiochi e film.
La funzione quindi è interessante ed utile, peccato che Realme abbia associato alla sua attivazione l’avvio del motore di auto. Forse una voce che avvisa l’utente sarebbe stata più consona.

L’applicazione Realme Link

Realme Buds Air Neo recensione appStranamente la bassa latenza non può essere attivata tramite l’applicazione, chiamata Realme Link. Disponibile solo su Android, l’app serve ad aggiornare il firmware e permette di personalizzare i comandi associati al doppio e triplo tocco e alla pressione prolungata. La superficie delle cuffie di Realme è infatti soft touch e vi consente di controllare la riproduzione senza grosse difficoltà. Dovete solo decidere cosa associare ai diversi tocchi e ai singoli auricolari.

Di default troverete queste gesture:

  • doppio tocco, sia a sinistra che a destra, per riprodurre o mettere in pausa;
  • triplo tocco, sia a sinistra che a destra, per andare avanti;
  • pressione di un secondo, sia a sinistra che a destra, per richiamare l’assistente vocale.

Non aspettatevi molti altri comandi. L’unico a non essere utilizzato di default è Indietro. Per il resto si tratta solo di trovare la combinazione più comoda.

Autonomia sotto la media

Veniamo infine all’autonomia. Le Realme Buds Air Neo vi regalano circa 3 ore di riproduzione musicale con una singola carica, dopodiché potrete inserirle nella custodia per ottenere altre 14 ore di utilizzo. In totale quindi abbiamo 17 ore di autonomia, parzialmente – ma non del tutto – giustificate delle dimensioni contenute del case. La concorrenza infatti tende a raggiungere e superare le 20 ore anche senza l’utilizzo di custodie ingombranti.

Realme Buds Air Neo recensione: acquistarle oppure no?

Realme Buds Air Neo recensione caseMessa da parte la scarsa originalità del design, gli auricolari true wireless di Realme sono riusciti a convincerci. Con 39,99 euro vi portate a casa un paio di cuffie di ottima fattura, con un audio soddisfacente e l’utile modalità a bassa latenza.

Tutto questo presupponendo un uso prettamente ricreativo. Insomma, se volete solo ascoltare musica, giocare o guardare film, serie TV e video di ogni genere.
Se invece cercate qualcosa che vi permetta di conversare al telefono e di reggere ore di conference call, vi conviene puntare su un altro prodotto.

Realme Buds Air Neo

Pro Pros Icon
  • Ottima qualità costruttiva
  • Buona qualità sonora
  • Modalità a bassa latenza
  • Prezzo super allettante
Contro Cons Icon
  • Connettore microUSB antiquato
  • Microfoni poco performanti

Erika Gherardi

author-publish-post-icon
Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link