fbpx
News

RED Hydrogen One: lo smartphone con display olografico arriverà in estate

RED Hydrogen One è ormai quasi pronto ad essere consegnato agli utenti che lo hanno acquistato in prevendita diversi mesi fa. Più di 1000$ per accaparrarsi il primo smartphone con display olografico.

Red Hydrogen One, pronte le consegne per l'estate

Il primo smartphone con display olografico è pronto ad essere consegnato, ma non ci sono date precise. Il CEO di Red ha solo spiegato che i device arriveranno entro l'estate. Informazioni un po' scarne per tutti i clienti, che hanno speso in prevendita una cifra importante. Tutto pur di avere per primi il rivoluzionario smartphone.

Il primo proiettore per Nintendo Switch è realtà ed è già in commercio

Del resto, c'è da sperare che l'azienda abbia fatto le cose per bene, soprattutto considerando la reputazione del brand. Principalmente, Red non si occupa di mobile, ma di attrezzature video professionali.

Sony Aibo: il cane robot con intelligenza artificiale

 

Hydrogen One ha un primato importante e sarà obbligato a mostrare i muscoli per poter confermare le aspettative degli utenti. La sua scheda tecnica non è dissimile da quella di molti top di gamma del 2017:

  • processore Qualcomm Snapdragon 835;
  • batteria da 4500 mAh;
  • supporto dual SIM dual stand-by;
  • USB type-C;
  • slot per l'espansione di memoria;
  • nessun dato specifico sul quantitativo di memoria RAM e storage interno.

Perché Red Hydrogen One è così speciale?

Il display da 5,7" con risoluzione 2K ha la peculiarità di riuscire a riprodurre contenuti in formato 4V. Si tratta di video in grado di offrire l'effetto olografico. Grazie allo schermo dello smartphone, non avranno bisogno di occhiali particolari per essere visti. Insomma, una vera e propria rivoluzione. Ovviamente, Hydrogen riprodurrà anche contenuti in 2D e 3D senza alcun problema.

A rendere il device così speciale contribuisce anche il prezzo di vendita, che supera abbondantemente i 1000$. Effettivamente, c'è da essere particolarmente appassionati per investire una somma del genere su un device che – quando sarà fra le mani dei clienti – avrà un processore purtroppo già "vecchio". Ne sarà valsa la pena? Solo i primi hands-on potranno chiarirlo, considerando che per ora nessuno (tranne gli addetti ai lavori) ha visto RED Hydrogen One all'opera con gli ologrammi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button