fbpx
NewsTech

La Russia vuole multare Apple

Anche Apple potrebbe finire nell’elenco delle “Big Tech” multate dalla Russia a causa della gestione dei dati degli utenti. Nonostante le sanzioni e la sostanziale uscita dal mercato russo, infatti, diverse aziende del mondo tech occidentale sono state sanzionate per non aver conservato i dati degli utenti in Russia. La prossima a ricevere una multa dovrebbe essere Apple.

La Russia sanzionerà Apple per non aver lasciato nel Paese i dati degli utenti

Apple ha da tempo aderito alle sanzioni alla Russia, riducendo notevolmente le sue attività nel Paese. Ora, l’azienda di Cupertino potrebbe dover fare i conti con una sanzione per non aver conservato i dati degli utenti nel Paese. Tale sanzione è già stata applicata a Google e ad altre aziende tech come Twitch e Airbnb. La sanzione, che potrebbe anche non essere pagata, è comunque di entità ridotta, per gli standard di Apple.

Google, ad esempio, è stata multata per un totale di 340 mila dollari (considerando anche le sanzioni aggiuntive legate alla scelta dell’azienda di non adeguarsi alle leggi locali). Al momento, non è chiaro quale sarà la scelta di Apple in merito alle possibili sanzioni in arrivo dalla Russia. Le aziende Big Tech stanno riducendo al minimo le attività in Russia e difficilmente torneranno ad una condizione “pre guerra in Ucraina”. La multa potrebbe, quindi, non essere mai pagata.

 

Offerta
2020 Apple Mac mini con Chip Apple M1 (8GB RAM, 512GB SSD)
  • Chip M1 progettato da Apple, per un nuovo livello di performance della CPU, della GPU e del machine learning
  • CPU 8‐core con prestazioni fino a 3 volte più veloci, per sfrecciare come mai prima d’ora nei tuoi flussi di lavoro
  • GPU 8‐core, per una grafica fino a 6 volte più scattante nelle app e nei giochi più complessi

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button