fbpx
CulturaNews

Seeds and Chips: il futuro del cibo a Fiera Milano Rho

Dal 6 al 9 maggio avrà luogo la quinta edizione del Global Food Innovatio Summit

 

seeds and chips

A partire dal 6 fino al 9 maggio 2019 a Fiera Milano Rho avrà luogo, in concomitanza con TUTTOFOOD, la quinta edizione di Seeds and Chips, The Global Food Innovation Summit.

Ospiti e Speaker della quinta edizione

L’importante evento internazionale dedicato alla Food Innovation Seeds and Chips, giunto ormai alla sua quinta edizione, vedrà la partecipazione di una serie di ospiti e speaker d’eccezione.

Prima tra questi ultimi è Sarah Mbi Enow Anyang Agbor, Commissaria per le risorse umane, la scienza e la tecnologia dell’Unione Africana, Olusegun Obasanjo, ex Presidente della Nigeria insieme ai rappresentanti del Forum dei Re, l’organizzazione che riunisce Principi, Sceicchi e leader dei paesi africani.

Ad affrontare il tema dello sviluppo sostenibile saranno invece leader e giovani provenienti da tutto il mondo, affiancati da ospiti internazionali impegnati in attività a favore dell’ambiente, tra cui Alec Baldwin, Kerry Kennedy, Maria Helena Semedo, Principessa Viktoria de Bourbon de Parme, Gian Marco Centinaio, Luigi Di Maio, Attilio Fontana, Michele Emiliano, Rajiv Shah, Kamel Chida, e Enrico Giovannini. 

A non mancare saranno anche i contributi di investitori, imprenditori, associazioni, opinion leader e giornalisti impegnati in prima persona in cause ambientali e umanitarie.

Spazio a Millennial e Generazione Z

Seeds and Chips andrà anche ad offrire uno spazio completamente pensato per i più giovani: proprio per questo all’evento sarà presente un palcoscenico d’onore anche per molti giovanissimi innovatori.

A rientrare tra questi ultimi saranno i Teenovator (teenager tra i 13 e i 19 anni) e gli Young Pioneer (ragazzi tra i 20 – 25 anni) che, chiamati dai 5 continenti, avranno il compito di introdurre temi diversi e portare le proprie idee rivoluzionarie all’attenzione di ospiti e pubblico, sempre affiancati da uno speaker under 30.

Altro momento dedicato ai più giovani sarà il format Give Me 5!, dove gli startupper avranno la possibilità di incontrare i top leader e, in cinque minuti, presentare loro il proprio progetto.

Gli spazi e le attività di Seeds and Chips

La quinta edizione dell’evento andrà a svilupparsi in un’ampia area espositiva dedicata a startup, aziende, incubatori e padiglioni nazionali, provenienti da Francia, Olanda, Israele, Australia, San Marino, Slovenia e Africa. 

All’interno di quest’ultimo verrà lanciato FIHNK, progetto realizzato dalla neonata Seeds and Chips Foundation per creare, da qui al 2030, 10 Food Innovation Hub in altrettanti paesi africani.

Lo spazio espositivo, quest’anno, sarà anche interattivo, grazie alla presenza di una Smart Home e di una Smart Farm. Queste ultime permetteranno ai visitatori di provare tutte le nuove tecnologie a disposizione della casa e della fattoria del futuro, affiancate da un laboratorio di neuro gastronomy e il mercato del futuro The Future Market.

La nascita di Sustain&Ability

Alla base dell’evento vi saranno gli SDGs, ovvero obbiettivi e traguardi fondamentali di sviluppo sostenibile da attuare entro il 2030.

A questi ultimi sarà per questo dedicato un intero padiglione, oltre che numerose cooltural experiences, dibattiti collaterali e la nascita di Sustain&ability, sister company di Seeds and Chips dedicata alla promozione, valorizzazione e realizzazione degli SDGs tramite diverse iniziative.

In partnership con Bayer sarà anche lanciata una Open Call che, dedicata a ragazzi under 30, è stata ideata per promuovere idee e progetti legati alla tematica degli obiettivi di sviluppo sostenibile. 

A questi contributi si aggiungeranno quelli di HOM (Humans of the Mediterranean) e la significativa presenza di Broken Nature: Design Takes on Human Survival, mostra tematica sui legami che uniscono gli uomini all’ambiente naturale.

All’interno dell’area espositiva, come già avvenuto nelle precedenti edizioni, sarà anche presente l’Arena, luogo destinato ad eventi, presentazioni di nuovi progetti, pitch competition e molto altro.

Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button