fbpx
Segway - Ninebot KickScooter MAX G30D stand

Segway presenta Ninebot KickScooter MAX G30D


Segway – Ninebot, azienda famosa per i suoi e-scooter ed altri prodotti per la mobilità su breve distanza, ha presentato oggi, in occasione di IFA 2019, l’anticipato NineBot KickScooter MAX G30D, dove la D di ‘deutschland’ indica come il target sia il mercato tedesco. Si tratta infatti di uno scooter elettrico dotato di un’autonomia incredibile (ben 65km) e pensato proprio per omologarsi alla nuova regolamentazione tedesca in merito a questi veicoli.

Segui tutte le novità presentate a IFA 2019

L’azienda ha inoltre anticipato sia una versione ‘europea’ di questo veicolo che alcuni dei suoi progetti a medio termine, riguardanti veicoli semi-autonomi e robot per le consegne.

Segway – NineBot KickScooter MAX G30D

Il nuovo MAX G30D è stato realizzato tenendo a mente la semplicità di utilizzo e l’autonomia del veicolo. Come anticipato, questo veicolo, grazie alla sua batteria da ben 551 Wh, riesce a raggiungere un’autonomia di ben 65km, con un massima di 20km/h.

Segway - Ninebot KickScooter MAX G30D

Le due modalità di ricarica aumentano ulteriormente la flessibilità d’uso: grazie infatti all’integrazione di un alimentatore, è possibile, con un semplice cavo, attaccarlo ad una presa e ricaricarlo in modalità standard (3A). Per quando sia ha fretta, invece, è possibile, tramite un alimentatore esterno, effettuare una ricarica rapida (5A).

A contribuire all’incredibile autonomia, oltre alla capiente batteria, è la possibilità di utilizzare la frenata rigenerativa, integrata nella ruota posteriore. Con anche la frenata classica posta sulla ruota anteriore, abbiamo quindi a disposizione due sistemi di frenata indipendenti, che contribuiscono ad una maggiore sicurezza e ad un maggior controllo del veicolo.

Segway - Ninebot KickScooter MAX G30D stock

Le ruote, progettate apposta per essere resistenti ed adatte a qualsiasi tipo di terreno, sopportano un carico nominale di 100kg e sono in grado di affrontare fino al 20% di inclinazione. Ad aumentare la durabilità del veicolo è anche la certificazione IPX7 per tutte le componenti elettriche principali, che rende il mezzo resistente alla pioggia e adatto a qualsiasi condizione meteo.

Segway – Nineboot KickScooter MAX arriverà nella versione G30D, omologata per le specifiche tedesche, nel prossimo mese e nella versione G30 (europea) prossimamente. Queste due versioni avranno il loro equivalente ride-sharing, calibrato per i bisogni delle compagnie di rental. Sul sito ufficiale è già possibile preordinare la versione G30 al prezzo di 679€, uno sconto rispetto al prezzo di listino di 799€.

Smart Sharing Kickscooter T60

Parlando invece di progetti più futuristici, Segway-Ninebot vuole offrire, oltre che scooter performanti, anche veicoli capaci di assicurare in un modello economicamente sostenibile per le aziende di sharing. L’obiettivo è quello di creare un veicolo resistente e con bassi costi di manutenzione, facile da spostare sia in base alla domanda che in base alle necessità di ricarica.

Smart Sharing Kickscooter T60

La risposta a questo problema è Smart Sharing Kickscooter T60, un veicolo che entrerà in fase di sperimentazione verso la fine di quest’anno ma che vedrà la luce solo nel 2021. Il motivo di quest’attesa sono le feature uniche che saranno montate su questo veicolo.

Parliamo infatti di un’e-scooter semi-autonomo, in grado di muoversi da solo evitando gli ostacoli o di essere operato a distanza. La possibilità di muovere il mezzo senza bisogno di dipendenti sul campo o di pagare le persone per farlo permetterà, in molte situazioni, di abbassare i costi di manutenzione: i veicoli, se bisognosi di ricarica, potranno autonomamente andare verso una stazione adibita allo scopo. La telecamera montata per la guida da remoto potrà essere inoltre utilizzata per scoraggiare atti vandalici contro gli scooter e per accorgersi di eventuali veicoli caduti a terra oppure irraggiungibili.

Delivery Robot G1

Delivery Robot G1

La stessa tecnologia per la guida autonoma che verrà utilizzata sul T60 è già applicata, in alcuni suoi aspetti, per il Delivery Robot G1. Questo robot, per ora presente soltanto in Cina, viene già utilizzato per consegne di oggetti e cibo all’interno di uno stesso edificio. È in grado di evitare ostacoli e persone e può, se questi sono stati aggiornati adeguatamente, utilizzare l’ascensore per fare consegne a diversi piani.

Segway-Ninebot vuol espandersi ulteriormente nel mercato della consegna di ‘oggetti’, con un successore ancora più intelligente del G1 (chiamato, prevedibilmente, G2) ed un veicolo, chiamato X1, capace invece di fare consegne anche tra diversi edifici.

Segway Ninebot robot autonomi G2 X1

Data la natura ‘aziendale’ di questi prodotti, Segway non ha specificato un prezzo per il pubblico, ma ha espresso la sua intenzione di farli uscire per il 2020. Speriamo che la tecnologia di guida autonoma implementate per essi sia poi in qualche modo trasferita anche a prodotti consumer accessibili a tutti.

[amazon_link asins=’B07J9RLN33,B01M1YFP4P,B075XKJM2T’ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’750d7a3c-d701-479b-92cb-0ca4c6808beb’]


Giovanni Natalini

author-publish-post-icon
Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione. Mi entusiasmo facilmente e mi interessa un po' di tutto: scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link