fbpx
NewsSoftwareTech

Come tenere al sicuro il vostro Green Pass

Panda Security spiega come scaricare e proteggere la certificazione e i vostri dati personali

Il Green Pass (o meglio la Certificazione verde COVID-19) permette di partecipare a eventi e attività pubbliche in sicurezza, certificando che siete vaccinati, guariti oppure che avete un tampone negativo. Ma nelle ultime settimane abbiamo sentito troppo spesso di truffe online, clonazioni di certificati e tante altre notizie (non tutte fondate) sulla certificazione anti-Covid. Quindi Panda Security ha voluto fare chiarezza e darci qualche consiglio per scaricare e usare il Green Pass in sicurezza.

Green Pass e la sicurezza informatica: i consigli di Panda Security

Il certificato serve per partecipare a eventi pubblici, accedere a residenze sanitarie, spostarsi tra regioni in zona arancione e rossa in Italia e tra paesi diversi dell’UE. Il tutto abbassando al minimo il rischio di diffondere il virus con cui stiamo combattendo da ormai moltissimo tempo. La certificazione è digitale e può essere salvata sul dispositivo, semplificando le operazioni. Ma può anche essere stampata. L’importante è riceverla dopo la vaccinazione, la certificazione della guarigione o un tampone negativo dal sito della Certificazione verde COVID-19, dall’app Immuni, dall’app IO e presto anche dal fascicolo sanitario elettronico.

Il Green Pass contiene informazioni personali che potrebbero interessare i cybercriminali. In particolare, secondo Panda Security corriamo il rischio di un furto di dati o addirittura di un furto di identità. Infatti il codice QR e la Certificazione possono essere clonati come qualsiasi dispositivo. Quindi come proteggersi?

  • Installare un antivirus potente e tenerlo sempre aggiornato
  • Utilizzare le opzioni di sicurezza del dispositivo per la formattazione in remoto in caso di furto o smarrimento
  • Utilizzare l’autenticazione a 2 fattori (magari usando l’impronta digitale come secondo metodo)
  • Non connettersi a reti Wi-Fi aperte o pubbliche. In caso dovete proprio farlo, utilizzate una VPN (Panda Security ne offre persino una gratuita)
  • Non condividere i dati e la Certificazione con altre persone, soprattutto tramite email, messaggi o sui social
  • Fare attenzione al phishing: qualsiasi messaggio sospetto correlato alla Certificazione potrebbe essere un tentativo di estorcere le credenziali

Tutte queste misure sono importanti per la sicurezza del vostro dispositivo ma diventano essenziali per proteggere il Green Pass. Se cercate un antivirus potente da usare su tutti i dispositivi, valutate quello di Panda Security a questo indirizzo.

Seguendo queste regole, il Green Pass sarà al sicuro. E saremo anche più sicuri tutti, sapendo che le certificazioni anti-Covid sono tutte autentiche.

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button