fbpx
NewsTech

Sicurezza informatica: ecco le previsioni di Avira per il 2019

Travis Witteveen, amministratore delegato di Avira, ha voluto rilasciare le previsioni per la cybersecurity del 2019

sicurezza informatica

La società di soluzioni per la sicurezza informatica Avira ha voluto analizzare i modelli, i numeri e le tendenze dell’anno scorso in campo di cybersecurity, per poi delineare dieci possibili previsioni per l’evoluzione del settore nel corso del 2019.

Le previsioni di Avira per la sicurezza informatica

Ad elaborare i dati e pubblicare le previsioni è stato Travis Witteveen, amministratore delegato di Avira, che ha stilato la lista delle dieci previsioni per l’evoluzione della sicurezza informatica.

La prima tra queste ultime coinvolge principalmente i dispositivi smart. La continua e sempre maggiore diffusione di questi strumenti, spesso protetti da sistemi non sufficienti, rappresenterà un perfetto punto debole per gli hacker, che potranno sfruttarli per fare breccia nelle informazioni personali dei loro proprietari.

A preoccupare, nel corso del 2019, sarà anche il criptomining, che arriverà perfino a superare i diffusissimi ramsomware. Nonostante il calo dei valori delle criptovalute, infatti, Avira si aspetta un aumento del numero di attacchi dei miner di criptovalute diretti ai dispositivi intelligenti, più facili da colpire rispetto ai bersagli su larga scala caratteristici dei ramsomware.

L’intelligenza artificiale può rappresentare uno strumento estremamente utile, ma non solo per scopi di lavoro o intrattenimento. Ad utilizzarlo sempre più spesso saranno infatti anche gli hacker, che sfrutteranno l’AI per commettere attacchi sempre più complessi e difficili da affrontare.

A diventare più sofisticate saranno anche le minacce mobili, a causa di una veloce evoluzione delle campagne malware, che coinvolgeranno soprattutto trojan bancari e tentativi di furto di dati personali.

Nel 2019, stando alle previsioni di Avira, la frode sui clic non sarà più solo un problema di inserzionisti, editori e reti pubblicitarie. Per questo sarà fondamentale prestare attenzione alla diffusione di software proxy sui dispositivi degli utenti, che potrebbero avere una natura da “doppio uso” danno per noi ma utile per gli hacker.

A continuare a vestire i panni di un grande problema saranno gli attacchi via mail. Questi ultimi, finalizzati all’acquisizione di dati personali, verranno ancor più favoriti dalla sempre maggiore presenza di informazioni online!.

Difficili da rintracciare e molto vantaggiosi per i criminali sono i malware fileless. Grazie alla loro natura attacchi di questo tipo, capaci di risiedere nella memoria di un dispositivo o sul disco rigido, andranno ad aumentare sempre più nel corso del 2019.

Lecito o illecito? Il confine sarà sempre più confuso, a causa del continuo incremento dell’uso improprio degli strumenti di amministrazione dei sistemi operativi.

Sempre più soggetto ad attacchi da parte dei criminali sarà l’infrastruttura cloud che, sempre più utilizzata dalle aziende, contiene spesso dei dati di elevato valore economico, ma non protetti in modo adeguato!

A livello individuale, invece, diventeranno sempre più frequenti i casi di sorveglianza e manipolazione sia a livello politico che commerciale, con attacchi criminali e di spionaggio direttamente connessi!

Tags

Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker