!function(f,b,e,v,n,t,s){if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod? n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)};if(!f._fbq)f._fbq=n; n.push=n;n.loaded=!0;n.version='2.0';n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0; t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0];s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window, document,'script','https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js');
Siri ascolta durante il sesso

Siri ascolta durante il sesso e Apple si scusa


Sono migliaia i collaboratori assunti da Apple per ascoltare le conversazioni di Siri nel momento in cui l’utente accetta di partecipare al programma di miglioramento del sistema, tuttavia, il caso di oggi riguarda quanto avvenuto recentemente con la privacy: Siri ascolta durante il sesso. Scopriamo insieme i motivi di quanto successo.

Siri ascolta durante il sesso: Apple chiede scusa

Quasi ogni sistema o servizio che fa uso di funzioni online (e non solo) spesso integra un programma di miglioramento basato sui feedback dell’utente o su alcune azioni che vengono gestite previa autorizzazione dello stesso. Questo è un tipo di sistema pensato proprio per avere la possibilità di migliorare un servizio, un’applicazione, un gioco e così via. Apple, come molti altri produttori, ha introdotto un sistema simile nell’assistente vocale Siri e, ora che tale tecnologia è presente in vari prodotti come altoparlanti (vedi HomePod), iPad, iPhone, Apple Watch, Mac e così via, è sicuramente più semplice ascoltare inavvertitamente qualcosa che sta succedendo all’interno dell’abitazione di un utente. Per questo motivo, al centro di una recente polemica c’è ora il fatto che Siri ascolta durante il sesso, durante alcuni scambi di informazioni sulla vendita di droga e su altri vari litigi o situazioni personali degli utenti.

Siri ascolta durante il sesso

Questo increscioso inconveniente nei sistemi di miglioramento di Siri era stato denunciato direttamente dal Guardian che aveva evidenziato come una piccola imperfezione legata alla privacy abbia permesso a persone in carne ed ossa di ascoltare in chiaro conversazioni private, relazioni amorose, scambi di droga e così via. Per questo motivo, oggi Apple ha deciso di scusarsi per l’avvenimento promettendo che verrà migliorato il sistema di riconoscimento e soprattutto verranno aggiunte funzioni, all’interno di Siri, per attivare, limitare o disattivare tale tipo di sistema di ascolto.

«Come risultato della nostra analisi, abbiamo realizzato di non aver rispettato i nostri alti standard qualitativi, e per questo ci scusiamo»

Tale affermazione può essere letta nella newsroom ufficiale di Apple che, tra le altre dichiarazioni, offre nuove informazioni circa il modo in cui verrà migliorata Siri e il tipo di ascolto che viene fatto.

Siri ascolta durante il sesso

Siri ascolta durante il sesso: cosa cambierà

Apple è una società particolarmente attenta alla privacy e sempre interessata a garantire il massimo della riservatezza ai propri utenti. Grazie soprattutto alle importanti migliorie volute da Tim Cook, la società di Cupertino ha ricevuto numerosi meriti per quanto concerne la gestione della privacy, motivo per cui si è reso necessario attuare dei cambiamenti importanti dopo l’avvenimento denunciato dagli utenti riguardante Siri.
Siri ascolta durante il sesso
Attualmente il programma di ascolto per il miglioramento di Siri è stato interrotto e riprenderà in autunno, come si può leggere dalla comunicazione ufficiale nella newsroom Apple. L’azienda inoltre non conserverà più automaticamente le registrazioni delle interazioni con Siri ma continuerà ad utilizzare esclusivamente trascrizioni generate tramite software al fine di migliorare l’assistente vocale. Sarà possibile per gli utenti continuare a dare il proprio contributo ma soltanto tramite un opt-in, cioè una conferma diretta che verrà chiesta da Siri all’utente (come accade in maniera analoga per l’iscrizione alle newsletter dopo la GDPR, ndr).

Apple spera inoltre che, nonostante questo avvenimento prontamente risolto, gli utenti possano continuare a contribuire al miglioramento di Siri e di tanti altri software in quanto, proprio grazie a questi feedback, nascono nuove funzioni e aggiunte importanti ogni giorno.

[amazon_link asins=’B07K1YRJKH,B075RBFS1K,B07PYMK77Y,B07D5XZKJ2,B07GSN41Z1,B07985C44N,B07HMGKC1T,B01N4RM2LQ’ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’384927e1-aa5b-461b-b436-d6b4606ff3e8′]


Ricky Delli Paoli

Parlo italiano e inglese di giorno, russo di notte. Molti mi definiscono "creativo", io rispondo che sbagliano perché sono un creatino. Fotografo, riprendo (sia come "video" sia se sbagliate qualcosa), faccio Time Lapse, metto miei filmati su YouTube e racconto cose alla gente.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link