fbpx

Sony: tra robotica e Intelligenza Artificiale alla Milano Design Week


Sony

In occasione della Milano Design Week Sony permetterà a tutti i visitatori di immergersi nella sua visione della robotica, tramite una mostra incentrata sul futuro rapporto tra esseri umani e robot.

Le zone della mostra Sony

La mostra “Affinity in Autonomy”, aperta dal 9 al 14 aprile, andrà ad analizzare la visione di Sony di una robotica capace di arricchire le nostre vite, tramite alcune zone sensoriali ideate per scoprire 5 interazioni chiave tra esseri umani e robot.

Sony

La prima zona, chiamata “Awakening”, permetterà ai visitatori di sperimentare un nuovo tipo di intelligenza, che si rivelerà sulle pareti attraverso luci e suoni scelti per guidare gli esseri umani in un futuro in cui potranno interagire con i robot in modi inaspettati e imprevedibili.

Sony

“Autonomus”, la seconda zona inclusa nella mostra, andrà invece ad esplorare l’indipendenza e la reazione spontanea dei robot. A permetterlo sarà la presenza di un enorme braccio meccanico che, posto al centro della stanza, rileverà autonomamente gli ospiti, portandoli a porsi delle domande sulle loro sensazioni davanti a questa situazione.

Sony

A fare da protagoniste della zona “Accordance” saranno una serie di sfere, ognuna con una propria personalità distinta. Queste ultime saranno così capaci di interagire, cooperare e agire in armonia tra loro, creando delle vere e proprie comunità.

Sony

L’interazione tra esseri umani e robot permetterà a questi ultimi di continuare ad evolversi, sia dal punto di vista intellettuale sia emotivo. Questa è l’idea alla base della zona “Affiliation”, dove gli ospiti potranno iniziare a sperimentare questa relazione simbiotica, immaginando un futuro in cui i robot sembreranno più “vivi”.

Sony

Ultima, ma non meno importante, è la zona “Association”. Nell’ultima parte del viaggio proposto dall’esposizione, sarà chiesto ai visitatori di esprimere i propri pensieri sul futuro dell’affinità in autonomia con i robot.

[amazon_link asins=’B00FWUDEEC,B00IE9XHE0,B07NDVWK82′ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’c0c24fcc-74cd-4560-9188-461a4faf60b1′]

A fare da filo conduttore della mostra saranno le credenziali della società che, fin dal lancio del primo robot “AIBO” nel 1999, ha continuato ad analizzare e accrescere la propria conoscenza e comprensione in tema di Intelligenza Artificiale.


Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.