fbpx
NewsTech

Ecco le tecnologie del futuro. Parola di Sony

Quali tecnologie potremmo sognare, o più concretamente attenderci, per il futuro prossimo?

Per rispondere alla domanda ci viene in aiuto Sony, che ha realizzato per il terzo anno consecutivo un evento online, il Sony Technology Day. Nel quale ha presentato quelle che si candidano a essere le tecnologie più promettenti per i prossimi dieci anni.

E se lo dice chi quelle tecnologie contribuisce a idearle, produrle e calibrarle sui gusti degli utenti, c’è da fidarsi.

Produzioni virtuali, robot ultrasensibili, algoritmi di Ai per analizzare i dati delle partite di calcio. E altro ancora.

Scopriamo quali sono le più importanti tecnologie che incontreremo domani, e che sono state presentate alla terza edizione del Sony Technology Day.

sony technology day

Sony Technology Day

Si è svolto nella notte tra lunedì 6 e martedì 7 dicembre (ora italiana) l’evento online in cui Sony ha presentato le tecnologie più promettenti. Escluse naturalmente quelle eventualmente top secret, taciute a tutte tranne alle persone direttamente interessate al loro sviluppo.

La prospettiva dell’incontro l’ha espressa Toru Katsumoto, Executive Deputy President e CTO di Sony Group Corporation: andare verso l’evoluzione dell’intrattenimento creativo attraverso l’innovazione tecnologica.

Scopriamo di cosa si tratta.

Intelligenza artificiale e calcio

Cominciamo da un argomento sempre attuale: il gioco del calcio.

Non solo perché il football resta lo sport più amato dagli italiani. Ma anche perché è recentissima la notizia dell’introduzione del fuorigioco semi-automatico, grazie al quale la tecnologia interverrà a sostegno di arbitri e guardalinee.

Al Sony Technology Day si è parlato di un’altra tecnologia che agevolerà le squadre. È Skele Track, un sistema di tracciamento elettronico delle prestazioni sportive (Epts) sviluppato da una società del colosso tech giapponese, Hawk-Eye Innovations Ltd.

In realtà, la dimostrazione del sistema è stata fatta con il calcio, ma Skele Track è applicabile a qualunque sport. E funziona così: una serie di telecamere cattura i movimenti degli atleti raccogliendo dati scheletrici in tempo reale e con estrema precisione.

I dati, processati tramite l’intelligenza artificiale, identificano la postura di ciascun giocatore. E, visualizzati in computer grafica quasi come un videogioco, permettono di migliorare sia le strategie di squadra che le prestazioni individuali.

Il futuro della robotica

Al Sony Technology Day è stata mostrata l’evoluzione tecnologica delle mani robotiche. Che ora sono capaci di regolare la forza della presa con una sensibilità mai vista finora.

Ecco dunque un manipolatore (la tecnologia si chiama proprio Manipulator) capace di cogliere una rosa. L’azione è resa possibile da un’analisi dinamica delle pressioni e da un sensore di prossimità che calcola la posizione dell’arto artificiale rispetto all’oggetto da afferrare. E corregge la centratura in tempo reale.

Produzioni virtuali

Altro tema affrontato al Sony Technology Day è stato quello delle produzioni virtuali.

Più precisamente, è stato presentato In-Camera VFX, un modello di sintesi in tempo reale tra video live-action e computer grafica.

In-Camera VFX consente di proiettare un’immagine 3DCG legata al movimento della telecamera su un display LED installato nello studio di produzione. Si ottengono così set virtuali di alta qualità e modificabili in modo istantaneo.

Gli elementi utilizzati per ottenere questo effetto sono due. Uno è Crystal LED, un display curvo che combina la tecnologia di controllo della retroilluminazione con i sistemi di elaborazione Bravia per proiettare immagini ad alta risoluzione, luminosità e contrasto.

L’altro è la videocamera cinematografica digitale Venice 2, con sensore d’immagine 8.6K in grado di catturare un’ampia gamma di colori in diverse condizioni di luminosità.

Visori VR a 8k

Ecco poi presentato al Sony Technology Day un visore per la realtà virtuale dotato di due microdisplay Oled, ciascuno con risoluzione 4K.

Le immagini veicolate sono di altissima qualità e bassissima latenza, per una sincronia quasi perfetta con il movimento della testa.

Offerta
Sony PlayStation®5 - Pulse 3D Wireless Headset
  • Supera i confini del gioco con la nuova generazione di accessori per PlayStation.
  • Gioca in tutta comodità con le cuffie wireless con microfono ottimizzate per l'audio 3D delle console PS5. Grazie alla...

Automotive, PS5 e altro

Tra le altre tecnologie mostrate al Sony Technology Day, citiamone almeno tre.

Intanto il sistema LiDar, ovvero un chip integrato per la guida autonoma capace di rilevare le distanze da veicoli ed oggetti, anche in condizioni di minima luminosità.

Poi il progetto Mimamori, una piattaforma di osservazione ambientale che attraverso un incrocio di tecnologie (dall’analisi predittiva basata sull’intelligenza artificiale ai sensori di umidità) potrebbe monitorare l’ambiente su scala globale.

Infine, tre tecnologie per innalzare il livello di immersività dei giochi della Playstation. Tempest Audio, che crea un ambiente audio a 360 gradi con qualunque cuffia grazie alle tecnologie HRTF (Head Related Transfer Function). E due tecnologie applicate al controller DualSense: nuovi attuatori doppi per la creazione del feedback aptico (cioè le risposte tattili durante il gioco), e nuovi grilletti attivi che possono sia creare resistenza che vibrare.

Claudio Bagnasco

Claudio Bagnasco è nato a Genova nel 1975 e dal 2013 vive a Tortolì. Ha scritto e pubblicato diversi libri, è co-fondatore e co-curatore del blog letterario Squadernauti. Prepara e corre maratone con grande passione e incrollabile lentezza. Ha raccolto parte delle sue scritture nel sito personale claudiobagnasco.com

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button