fbpx
Spreaker - Le guide di TechPrincess

Le Guide di TechPrincess – Spreaker: cos’è e come funziona. Ecco tutto quello che devi sapere
Una guida pratica al servizio di hosting e feed per podcast


Per le Guide di TechPrincess è il momento di imparare a usare Spreaker, il servizio di hosting online dove caricare e modificare i vostri podcast, per poi portarli su tutte le piattaforme di ascolto, da Apple Podcasts a Spotify.spreaker logo-min

Spreaker: cos’è e come funziona

Spreaker, conosciuta anche come Spreaker radio, è una piattaforma che permette a qualsiasi utente di caricare un podcast online. Si tratta di una sorta di social web radio i cui contenuti sono creati dagli utilizzatori.

Oltre ai podcast, la piattaforma consente di creare un feed RSS (vedi sotto), un’indirizzo web apposito che rende visibile e permette di riprodurre il podcast su piattaforme come Spotify oppure  attraverso le app Podcasts di Apple e Google. Attraverso il suo CMS (vedi sotto), una piattaforma online per gestire contenuti multimediali, permette di modificare le informazioni relative ai tuoi podcast (titolo, immagine, descrizione, ecc.).

L’azienda mette a disposizione anche il software per PC e mobile Spreaker Studio, che permette di registrare e modificare il proprio podcast. Inoltre ci sono opzioni per vendere pubblicità per guadagnare con i podcast.

  • Cos’è un podcast?

Un podcast è una collezione di episodi audio, solitamente accumunati da un’idea di base. Ricordano le trasmissioni radiofoniche ma sono distribuiti via internet e fruibili on demand. Al momento ci sono oltre un milione di podcast al mondo, che muovono un mercato pubblicitario di 814 milioni di dollari. Si prevede che superi il miliardo entro quest’anno.

Un esempio di podcast Spreaker è Border Nights, che rappresenta una raccolta di tutti gli episodi del celebre programma notturno in onda su Web Radio Network.

  • Cosa è un CMS?

L’acronimo CMS sta per Content Management System. Sono piattaforme, generalmente online, che permettono di organizzare i contenuti multimediali online senza bisogno di scrivere codice informatico. Il CMS di Spreaker permette di gestire il tuo podcast e il feed RSS associato, organizzando informazioni come: titolo, immagine di copertina, descrizione, ecc. 

  • Cosa è un feed RSS?

Un feed RSS permette di scambiare le informazioni di un sito internet su applicazioni e programmi diversi. Nel caso di Spreaker, il feed RSS comunica alle piattaforme di ascolto podcast (Spotify e Apple Podcasts per esempio) le informazioni necessarie alla riproduzione dell’episodio. Il podcast viene caricato sui server di Spreaker, che lo rendono accessibile alle varie piattaforme. In sostanza, un podcast caricato su Spreaker può essere ascoltato su moltissime piattaforme e sugli smartphone iPhone e Android tramite app dedicate.

Quali piattaforme supporta Spreaker?

Spreaker funziona come un CMS (Content Management System), un sistema per organizzare contenuti multimediali (il podcast con immagini di copertina e le informazioni testuali). L’interfaccia del CMS di Spreaker è online. Quindi può essere utilizzato sulla maggior parte dei browser, sia su PC che su dispositivi mobili.

  • Su quali piattaforme si può usare Spreaker Studio?

Spreaker Studio è un programma utilizzabile su PC Windows o macOS che abbiano Windows 7 o versione più recente oppure OSX 10.9 o successivi. Può anche essere utilizzato su dispositivi mobili Android e iOS. Chi utilizza un ChromeBook con ChromeOS può utilizzare la versione per Android.

Tutte le versioni si possono scaricare a questo indirizzo.

  • Su quali piattaforme si possono caricare i podcast?

Potete aggiungere il feed RSS creato con Spreaker a qualsiasi piattaforma per l’ascolto di podcast. Tuttavia, Spreaker supporta la condivisione in un click con Apple Podcasts, Spotify, iHeartRadio, Google Podcasts, Castbox, Deezer, Podcast Addict, Podchaser, JioSaavn.

Altre piattaforme richiedono una registrazione sul sito perché gli utenti possano condividere il podcast. Basta compilare il modulo e copiare il link del feed RSS per aggiungere TuneIn, Pandora e Overcast.

spreaker guida come creare un account-minCome creare un account su Spreaker?

Il primo passo per registrare un account su Spreaker è connettersi al sito ufficiale, che trovate qui.

  • Come registrare un account su Spreaker?

Una volta sulla pagina principale del sito di Spreaker, clicca in alto a destra su Registrati per creare un account.

Puoi accedere con un account Google, Apple, Facebook oppure Twitter. In alternativa, per registrarti a Spreaker compila i campi necessari:

  • Nome
  • Email
  • Password creata da te, che devi confermare nella casella sottostante

Ora spunta la casella “Non sono un robot“. Spunta anche quella in cui accetti Termini e Condizioni e la Informativa sulla Privacy, dopo aver letto entrambe.

Se hai già aperto un account clicca invece su Accedi. Se non non ricordi la password, puoi recuperarla purché tu abbia accesso alla casella email con cui hai effettuato la registrazione.

  • Come impostare un profilo su Spreaker?

Una volta registrato, clicca sull’icona in alto a destra con l’iniziale del nome con cui ti sei registrato. Nel menu a tendina che si apre clicca su “Profilo pubblico“. Viene visualizzato qui il tuo profilo pubblico: nome, statistiche e podcast caricati. Cliccando sul cerchio con la lettera iniziale del tuo nome puoi caricare la tua immagine profilo.

Clicca su Impostazioni. In questa sezioni puoi impostare:

  • Il tuo nome completo.
  • Il tuo nome utente: il tuo profilo pubblico è alla pagina https://www.spreaker.come/user/(tuo nome utente). Impostarlo aiuta i tuoi fan a seguirti.
  • Una fotografia che ti descriva.
  • Una biografia che racconta di te.
  • La tua data di nascita. Puoi spuntare la casella per mostrare o meno la tua età.
  • Puoi indicare il sesso (maschio o femmina).
  • Il tuo sito web personale.
  • L’URL della tua pagina Facebook
  • Il tuo username Twitter.
  • La lingua dei tuoi podcast (meglio lasciarla su automatico).
  • Il tuo user ID

L’unico campo obbligatorio è il nome completo.

  • Come collegare i tuoi account social a Spreaker?

Oltre a Facebook e Twitter puoi collegare moltissimi altri account social. Nella pagina delle Informazioni di Base (clicca sulla tua immagine in alto a destra e poi su Impostazioni) clicca su Collegamenti. Da cui puoi collegare i tuoi account:

  • Facebook
  • Twitter
  • Youtube
  • SoundCloud
  • Tumblr
  • Google
  • Apple

Basta cliccare sulla casella gialla con scritto “Collegare“. Si apre una pagina che rimanda al sito internet di riferimento (il tuo profilo Facebook, Google, ecc.). Se non sono salvate nel browser, devi inserire nome utente e password di quell’account. Autorizza l’accesso a Spreaker per collegare l’account.

  • Come cambiare la tua email su Spreaker?

Dalla schermata Impostazioni Profilo, clicca su Cambia email. Ora riscrivi la vecchia email nella prima casella, quella nuova nella seconda.

  • Come cambiare la tua password su Spreaker?

Dalla schermata Impostazioni Profilo, clicca su Cambia password. Nella prima casella inserisci la vecchia password, nella seconda quella nuova.

spreaker quanto costa-minQuanto costa Spreaker?

Il servizio di hosting per i podcast su Spreaker è gratis. Tuttavia è possibile sbloccare delle funzioni aggiuntive pagando un canone mensile.

  • Quali sono i piani di pagamento previsti su Speaker?

I piani di pagamento previsti su Spreaker sono:

  • Free Speech: è il piano gratuito.
  • On-Air Talent: costa 7 euro al mese, oppure 6 euro al mese pagando annualmente.
  • Broadcaster: costa 20 euro al mese, oppure 18 euro al mese pagando annualmente.
  • Anchorman: costa 50 euro al mese, oppure 45 euro al mese pagando annualmente.

Esiste poi il piano Publisher, che costa 120 euro al mese ed è rivolto alle aziende o ai network di podcast.

  • Quali sono le differenze fra i piani di pagamento su Spreaker?

Tutti i piani, compreso quello gratis permettono di raggiungere un numero illimitato di ascoltatori. Tuttavia ci sono differenze sostanziali nella quantità dei contenuti che puoi produrre, nell’accesso alle statistiche e nelle possibilità di monetizzazione.

  • Free Speech: dà accesso a 5 ore di archiviazione e permette dirette da 15 minuti a episodio. Hai accesso alle statistiche sui download e agli ascolti giornalieri. Non hai accesso alla monetizzazione.
  • On-Air Talent: 100 ore di archiviazione e 45 minuti di live. Oltre a tutte le funzioni di Free Speech, puoi integrare app esterne. Inoltre puoi monetizzare inserendo annunci pubblicitari scelti da Spreaker e annunci dinamici (in base ai cookies dell’utente).
  • Broadcaster: 500 ore di archiviazione e 3 ore di live. Tutte le funzioni On-Air Talent, inoltre statistiche su geolocalizzazione, sorgenti d’ascolto, like e andamento follower. Puoi produrre podcast ad accesso limitato per gli utenti che contribuiscono.
  • Anchorman: 1500 ore di archiviazione e 5 ore di live. Tutte le funzioni di Broadcaster, inoltre statistiche su demografiche e dispositivi.
 

Per un elenco completo delle funzioni per ogni piano di pagamento, puoi consultare questa pagina.

La versione Publisher include 60.000 download di episodi (+2 euro ogni 1.000 download in più), live 24 ore su 24 e la possibilità di personalizzare il web player. Non c’è limite di collaboratori che possono accedere alla piattaforma.

  • Come cambiare piano su Spreaker?

Per passare dal piano gratis Free Speech a uno a pagamento, basta cliccare sul pulsante “Passa a Pro” che trovate in alto nella schermata di Spreaker, visibile da qualunque pagina del CMS. Dalla homepage basta cliccare su “Piani e Prezzi“, scegliere il piano che volete e poi cliccare “Passa a Pro” o “Cambia piano“.

spreaker ascoltare podcast-minCome si usa Spreaker per ascoltare un podcast?

Dalla homepage di Spreaker, clicca su Ascolta. Si apre un menu a tendina con queste opzioni:

  • Podcast in Primo Piano
  • Staff Picks
  • Sport
  • Tutti da ridere
  • Calcio
  • Scopri di più

Scegliendo una qualsiasi categoria vedi sulla pagina una raccolta di podcast. Cliccando in alto a sinistra “Esplora” puoi accedere ad altre categorie. Cliccando sull’immagine di un qualsiasi podcast viene mandato sulla pagina relativa. Qui puoi scegliere uno degli episodi e cliccare su “Play” per ascoltare l’episodio.

  • Spreaker app: dove scaricare l’app per ascoltare i podcast?

Spreaker ha anche un’applicazione per ascoltare podcast sui dispositivi mobile, Spreaker Podcast Player. Puoi scaricarla dai link qui sotto.

‎Spreaker Podcast Player
‎Spreaker Podcast Player
Developer: Spreaker Inc.
Price: Free
spreaker studio come funziona

Spreaker podcast: come si registra un episodio?

Esistono molte alternative per registrare l’episodio di un podcast. Per tutte le piattaforme esistono diversi programmi che permettono di registrare audio dal vostro microfono, editarlo e trasformarlo nell’episodio di un podcast. Una soluzione usatissima è Audacity, una a pagamento per professionisti è Adobe Audition Creative Cloud. Su Spreaker potete caricare audio modificato su qualsiasi piattaforma, purché sia in formato mp3, mp4, m4a, wav, 3gp, aac, amr, flac, ogg, ra, wma e asf e il file occupi meno di 300 MB.

Per caricare e registrare episodi live, Spreaker fornisce un software completo e gratuito chiamato Spreaker Studio. Registrando il vostro account Spreaker, il programma vi consentirà di caricare e registrare i vostri episodi velocemente e con estrema semplicità.

Il resto di questo capitolo della guida spiega come usare Spreaker Studio per registrare un episodio. Se hai già registrato il tuo episodio oppure sai già utilizzare un altro programma, salta pure al prossimo titolo evidenziato in giallo.

  • Dove scaricare Spreaker Studio in versione Desktop?

Puoi scaricare Spreaker Studio a questo indirizzo. Il sito dovrebbe riconoscere il tuo sistema operativo e scaricare la versione corretta. Basta cliccare su Scarica Adesso.

  • Quali sistemi operativi sono supportati?

Spreaker Studio è un programma utilizzabile su PC Windows o macOS che abbiano Windows 7 o versione più recente oppure OSX 10.9 o successivi. Può anche essere utilizzato su dispositivi mobili Android e iOS. Chi utilizza un ChromeBook con ChromeOS può utilizzare la versione per Android.

  • Dove scaricare Spreaker Studio in versione Mobile?

Potete scaricare la versione mobile di Spreaker Studio cliccando nelle box qui sotto. L’interfaccia è adattata alle dimensione ridotte dello schermo ma le funzione restano le stesse, quindi non distinguiamo fra le due versioni nel resto della guida.

‎Spreaker Podcast Studio
‎Spreaker Podcast Studio
Developer: Spreaker Inc.
Price: Free+
  • Come accedere a Spreaker Studio?

Una volta scaricato e installato Spreaker Studio, lancia il programma. Si apre una schermata che richiede l’accesso. Accedi con le stesse credenziali con cui hai registrato l’account Spreaker. Puoi accedere con:

  • Facebook
  • Twitter
  • Google
  • Account Spreaker

Nel caso tu non abbia ancora registrato un account, clicca su “Registrati” e segui le indicazioni riportate all’inizio della guida.

  • Come scegliere quale microfono usare?

In alto nella schermata, un pulsante rosso con scritto Inizia invoglia a cominciare subito a registrare. Prima però è meglio scegliere un microfono cui registrare. Per farlo, vai nella sezione “Microfono & Sorgenti“, che nell’immagine qui sotto abbiamo cerchiato in rosso.

spreaker studioNel primo menu a tendina a sinistra, seleziona l’ingresso audio su cui registri l’episodio. Puoi scegliere se registrare l’audio stereo, oppure se direzionarlo a sinistra o destra. La barra regola il volume. Cliccando sull’icona con le cuffie puoi decidere se sentire o meno il feedback della voce in cuffia. L’icona dell’alto parlante serve invece per silenziare la sorgente.

Puoi aggiungere fino a due sorgenti, per registrare podcast a più voci.

  • Come registrare un podcast con Spreaker Studio?

Per iniziare la registrazione, clicca sul pulsante rosso con scritto Inizia. Poi clicca Offline. Durante la registrazione puoi regolare il volume dei microfoni, aggiungere effetti e altre sorgenti.

  • Come registrare una live?

Per iniziare una live, clicca su Inizia. Poi clicca su Live. Prima di iniziare devi aggiungere:

  • Un titolo dell’episodio
  • Una descrizione
  • Fino a 5 tag
  • A quale show (podcast) appartiene questo episodio
  • Un’immagine

Oltre che su Spreaker, puoi condividere automaticamente l’episodio su:

  • Facebook
  • Twitter
  • Soundcloud
  • Tumblr
  • Youtube

se hai collegato gli account.

Infine puoi decidere se comunicare che l’episodio contiene contenuti espliciti (le diverse piattaforme podcast hanno regole diverse su quali contenuti sono espliciti, se però credi di usare termini che potrebbero essere considerati offensivi meglio spuntare questa casella). Puoi decidere se permettere il download dell’episodio, se tenerlo privato e se salvare una copia sul tuo computer.

  • Come collegare un account Skype a Spreaker Studio?

Collegare un account Skype può permetterti di avere un co-conduttore o un ospite in videochiamata o VoIP. Per collegare l’account Skype devi:

  • Cliccare sull’icona di Skype nel menu in basso a destra di Spreaker Studio
  • Nella finestra che si apre, accetta di scaricare VB Cable
  • Una volta scaricato, clicca con il tasto destro sul file .EXE e clicca “Esegui come Amministratore“.
  • Segui le indicazioni a schermo
  • Quando richiesto, ravvia il tuo PC
  • Lancia nuovamente Spreaker Studio e segui le ultime indicazioni a video

Ora puoi aggiungere Skype come sorgente audio extra, in modo da registrare un podcast con qualcuno anche se siete a distanza.

  • Come silenziare un microfono su Spreaker Studio?

Quando ci sono più voci nel podcast oppure durante un jingle o una pubblicità, può essere utile silenziare uno o più microfoni. Il tasto per mettere in muto una sorgente audio si trova nella sessione “Microfono & Sorgenti“. L’ultimo pulsante a destra con l’icona di un altoparlante e una x.

Offerta
Audio-Technica AT2020, Microfono Professionale da Studio...
  • Piastra posteriore a carica fissa, condensatore polarizzato permanentemente Diagramma Polare: Cardioide
  • Risposta in frequenza: 20Hz - 20kHz Sensibilità: 37dB (14.1 mV) re 1V a 1 Pa Impedenza: 100 Ohm Massimo livello di...
  • Gamma dinamica: 124 dB, 1 kHz a Max SPL Connettore: XLR M 3-Pin Supporto per asta inclusa
  • Come aggiungere una traccia audio alla playlist?

Esistono due modi distinti per aggiungere una o più tracce audio (sia musicali che vocali) da mixare in Spreaker Studio. Nel caso vogliate aggiungere una o più tracce per un singolo episodio, cliccate su + nella scheda Tracce. Si apre un pop up che permette di scegliere il file audio sul vostro dispositivo. Nell’immagine sotto, abbiamo cerchiato in rosso i pulsanti per due tracce.

spreaker studio aggiungi traccia-minNel caso invece si voglia avere più tracce audio in un episodio, oppure usare la stessa traccia in più episodi (per esempio il jingle all’inizio o alla fine di ogni episodio), andate nella sezione Playlist (alla sinistra di Tracce). Qui puoi trascinare o aggiungere file audio dal vostro dispositivo. Cliccando sulla traccia nella playlist puoi mixarla nella scheda “Tracce“.

  • Come aggiungere una traccia audio royalty-free?

Cliccando sull’icona a forma di nota musicale in Spreaker Studio, puoi accedere a due servizi collegati a Spreaker che permettono l’accesso a migliaia di tracce ed effetti sonori royalty-free, che puoi utilizzare senza bisogno di pagare i diritti a chi li detiene. I servizi sono:

  • Jamendooffre oltre 220 mila brani al prezzo di 29,99 euro ogni tre mesi.
  • Epidemic Soundoffre 30 mila tracce musicali e 30 mila effetti sonori al prezzo di 99 euro all’anno.

In alternativa puoi scegliere una traccia musicale e pagare i diritti alla SIAE. Oppure trovare altri servizi che diano accesso a tracce royalty-free.

  • Come aggiungere degli effetti su Spreaker Studio?

Clicca sulla scheda Effetti, a destra di quella denominata Tracce. Nel lato destro della schermata ora puoi vedere una serie di effetti sonori che puoi inserire direttamente nella registrazione dell’episodio del tuo podcast.spreaker studio effetti

Puoi decidere il volume degli effetti con la barra in alto a sinistra nella sezione Effetti. Cliccando sul pulsante con l’icona delle cuffie puoi decidere se avere il ritorno audio dell’effetto mentre registri. Il pulsante con l’icona di un altoparlante e una x serve per silenziare gli effetti.

Per riprodurre l’effetto basta cliccarlo con il mouse (o toccarlo con le dita nella versione mobile). Puoi invece fermarlo prima del tempo indicato basta cliccarlo una seconda volta.

Per rimuovere un effetto dalla lista basta cliccare su Cambia in alto a destra e poi cliccare la X gialla che appare accanto all’icona dell’effetto che vuoi cancellare. Se vuoi aggiungere un nuovo effetto basta cliccare sul + in basso a destra. Si apre un pop up per selezionare l’effetto da aggiungere dal tuo dispositivo.

  • Come mixare due tracce su Spreaker Studio?

Il primo passo e caricare due tracce audio, cliccando sul + nella sezione Tracce. A questo punto potete:

  • Riprodurre o mettere in pausa una traccia o entrambe contemporaneamente.
  • Puoi togliere una traccia dal ritorno in cuffia, premendo il pulsante a forma di Cuffia presente sotto entrambe le tracce.
  • Silenzia una o entrambe le tracce premendo il pulsante a forma di Altoparlante con un X accanto.
  • Puoi utilizza la barra Fader per sfumare da una traccia all’altra. Questa funzione è particolarmente utile se volete passare da una traccia musicale al parlato.

Questi strumenti permettono un controllo di base del mixaggio audio per un episodio di podcast.

  • Come chattare durante una diretta su Spreaker Studio?

Durante una diretta puoi chattare con i tuoi ascoltatori direttamente su Spreaker Studio. Basta aprire la scheda Chat a destra di Effetti. Questa scheda è utilizzabile solo durante le dirette e prende il posto della console per gli Effetti. Tuttavia, puoi passare da una all’altra senza problemi. In basso c’è la casella di testo per le tue risposte mentre i commenti scritti dai fan sulla piattaforma Spreaker vengono mostrati sopra di essa.

come creare un podcast-minSpreaker podcast: come caricare un podcast online?

Una volta che hai almeno un episodio pronto del tuo podcast (anche se sarebbe meglio averne almeno per due o tre all’inizio, per invogliare i nuovi ascoltatori a continuare l’ascolto), devi caricarlo su Spreaker e condividerlo tramite feed RSS a tutte le piattaforme che hai collegato. Ecco come farlo.

  • Come creare un podcast su Spreaker?

Nella homepage di Spreaker, clicca sul pulsante giallo  “Crea un podcast con Spreaker” oppure nel menu in alto nella pagina su “Crea un podcast“. Nella schermata che si apre clicca su “Carica un episodio” per cominciare. In questo modo entri nel CMS (Content Management System) di Spreaker. Questa sezione del sito è una console che permette di gestire il tuo podcast in ogni dettaglio.

Nella sezione Crea un podcast puoi indicare:

  • Il titolo del tuo podcast
  • La lingua in cui parli in tutti gli episodi
  • La categoria, fra le moltissime fra cui scegliere
  • Un’immagine, che viene mostrata tutte le piattaforme
  • Un’immagine di copertina (questa opzione richiede uno degli account a pagamento)
  • La visibilità: con l’account Free Speech puoi scegliere solo fra pubblico o privato, mentre con gli account da Broadcaster in su puoi decidere di condividere solo con un gruppo specifico di fan (per esempio quelli che ti sostengono su Patreon)
  • Una descrizione del podcast, che spieghi agli ascoltatori cosa possono trovare negli episodi

Una volta impostato il profilo del tuo podcast, puoi iniziare a caricare gli episodi.

  • Come caricare un episodio?

Nella sezione Podcast clicca su “Carica un nuovo episodio“. Nella pagina che si apre seleziona all’interno di quale podcast vuoi che sia caricato l’episodio. Nel riquadro sottostante puoi trascinare il tuo file audio, oppure cliccare sul riquadro per sfogliare i file sul tuo dispositivo. Ora clicca Carica per caricare l’episodio.

  • In quale formato si possono caricare gli episodi su Spreaker?

Puoi caricare episodi in formato mp3, mp4, m4a, wav, 3gp, aac, amr, flac, ogg, ra, wma e asf. La dimensione massima supportata è di 300 MB.

  • Come importare un feed RSS?

Se hai già salvato un tuo podcast su un altra piattaforma, puoi importare tutti gli episodi usando un feed RSS. Per farlo:

  • Clicca su Importa feed RSS
  • Copia il link del feed RSS di un’altra piattaforma e incollalo nel riquadro che vedi nella schermata
  • Clicca su Invia link

Ora puoi scegliere se aggiungere gli episodi provenienti da un’altra piattaforma a un podcast esistente oppure crearne uno nuovo. Spreaker inizia il processo di importazione gli episodi sulla piattaforma, che continua in automatico.

  • Come cambiare le impostazioni di base del podcast?

Nella sezione Podcast, clicca sul podcast che vuoi modificare.

spreaker dashboard-minNella schermata che si apre, clicca su Informazioni di Base. Puoi cambiare:

  • Il titolo del tuo podcast
  • Il link permanente, che come impostazione di base è https://www.spreaker.com/show/(nome del tuo podcast). Puoi modificarlo in maniera automatica o manuale
  • L’immagine, che viene mostrata tutte le piattaforme
  • La visibilità: con l’account Free Speech puoi scegliere solo fra pubblico o privato, mentre con gli account da Broadcaster in su puoi decidere di condividere solo con un gruppo specifico di fan (ad esempio quelli che ti sostengono su Patreon)
  • La descrizione del podcast, che spieghi agli ascoltatori cosa possono trovare negli episodi
  • L’indirizzo email dello show. Se impostato, compare sulla pagina del podcast.

Potete modificare queste impostazioni quanto preferite, tuttavia è consigliabile farlo prima del lancio del podcast.

  • Come rendere un podcast accessibile su Apple Podcasts, Spotify e le altre piattaforme?

Gli episodi del tuo podcast vengono letti dalle piattaforme sotto forma di feed RSS, che permette a Spotify o Apple Podcasts oppure a tutte le altre piattaforme di accedere alle informazioni per la riproduzione. I tuoi podcast vengono condivisi in automatico con le piattaforme associate nel tuo account. Per modificare la distribuzione per ogni singolo podcast invece:

  • Nella sezione Podcast, clicca sul nome del tuo show
  • Nel menu a sinistra, seleziona Distribuzione.

Ora vedi un elenco dei servizi a cui distribuire il tuo podcast. Cliccando sulla freccia a destra del nome del servizio vedi un riepilogo delle informazioni consigliate per ogni piattaforma: Titolo, Categoria, ecc. Controlla di avere solo spunte verdi e poi clicca su OK (oppure su Modifica Podcast per sistemare qualcosa).

Per rimuovere una piattaforma, clicca su Elimina.

  • Come cambiare un’immagine di copertina per il podcast su Spreaker?

Per cambiare l’immagine di copertina di un podcast su Spreaker devi essere un utente Pro: la funzione non è supportata negli account gratuiti.

Per cambiare l’immagine di copertina, nel menu a sinistra clicca su Impostazioni della Pagina del Podcast. Qui puoi modificare la tua immagine copertina. Inoltre puoi aggiungere:

  • Il sito internet del podcast
  • La pagina iTunes del podcast
  • L’account Twitter
  • L’account Skype
  • Il numero di telefono
  • Il numero per gli SMS

Queste informazioni compaiono nella pagina Spreaker del tuo podcast.

  • Come condividere la pubblicazione di un episodio sui social in automatico?

Puoi condividere in automatico la pubblicazione di un post che avverte i tuoi ascoltatori dell’uscita di un episodio. Per farlo devi collegare il tuo account Facebook a Spreaker. Nel menu a sinistra clicca su Condivisione Automatica. Nella pagina che si apre, clicca su Collega.

  • Come personalizzare il feed RSS di un podcast su Spreaker?

Puoi modificare il feed RSS, che fornisce le informazioni sul tuo podcast a servizi come Apple Podcasts o Google Play. Per farlo devi avere un account Pro: questa funzione non è disponibile l’abbonamento gratuito Free Speech.

Per modificare il feed RSS, seleziona nel menu a sinistra Personalizzazione RSS. In alto spunta “Manuale” per poter modificare a tuo piacimento il feed. Le personalizzazioni sono diverse fra servizi. In Apple Podcasts puoi personalizzare:

  • Titolo
  • Sottotitolo, che viene mostrato nella sezione Descrizione di iTunes
  • Riassunto, che viene mostrato nella tua pagina di iTunes e cliccando la “i” di informazioni
  • Lingua
  • Categoria
  • Categorie iTunes: puoi segnarne fino a tre, aiutando il tuo podcast a raggiungere più utenti
  • Immagine di copertina
  • Sito Web
  • Copyright (di default qui c’è scritto il tuo nome)
  • Nome & email (usate in ambito amministrativo, non vengono mostrate su iTunes)
  • Autore, che viene mostrato nella colonna Artisti di iTunes
  • Esplicito: se un solo episodio contiene contenuti espliciti, l’intero podcast viene segnalato come tale
  • Prefisso URL per tracking

Nel feed RSS per Google Play invece puoi personalizzare:

  • Autore
  • Email
  • Descrizione, fino a 4000 caratteri (anche se consigliamo di usarne il meno possibile)
  • Categoria Google Play
  • Immagine di copertina

Nel caso in cui non sia specificato nessun tag nel feed per Google Play, viene usato in automatico quello di iTunes.

  • Come organizzare l’ordine degli episodi?

Spreaker permette di modificare l’ordine dei tuoi episodi. Questa modifica ha effetto sul sito e anche su Apple Podcasts. Le due alternative sono:

  • Episodico: che va dall’episodio più recente al più vecchio
  • Seriale: che va dal più vecchio al più recente

Se i tuoi episodi non sono strettamente collegati fra loro (per esempio se ogni settimana parli delle migliori news su TechPrincess) conviene usare l’ordine episodico. Se invece stai raccontando una storia fatta da più episodi (per esempio racconti in 10 puntate come hai scoperto questa nostra guida) conviene usare l’approccio Seriale.

  • Come creare una nuova stagione di un podcast su Spreaker?

Puoi organizzare con facilità i tuoi episodi in stagioni, di qualsiasi durata temporale. Basta entrare in Organizza episodi dal menu sulla sinistra nella sezione Podcast. Sotto la voce Gestisci stagioni, clicca su + Crea Stagione per differenziare i tuoi episodi.

  • Come gestire le introduzioni ai podcast su Spreaker?

Un’introduzione può essere un jingle oppure qualche parola di presentazione del tuo podcast. Puoi registrarla ogni volta che inizi un episodio, oppure salvarne una fissa. Per farlo hai però bisogno di un account Pro: quest’opzione non è disponibile per gli account gratuiti.

Nella sezione podcast, nel menu laterale seleziona Gestisci intro. Accanto la scritta Intro attuale, clicca  Carica (quest’opzione è in grigio senza un account Pro)

  • Come eliminare un podcast su Spreaker?

Per eliminare un podcast, selezionalo nella sezione podcast. Nel menu laterale, clicca su Elimina podcast, l’ultima voce nell’elenco. Clicca sul pulsante giallo Elimina.

Questa procedura non può essere annullata.

statistiche spreaker-minCome consultare le statistiche sui tuoi podcast?

Per poter migliorare i tuoi episodi hai bisogno di leggere le statistiche, che permettono di capire il successo dei tuoi contenuti. Inoltre possono servire per attirare degli inserzionisti nel tuo podcast, comunicando quali sono i “numeri” (ascolti, like, ecc.) che fai con ogni episodio.

  • Dove trovare le statistiche sui podcast su Spreaker?

Per prima cosa accedi alla pagina su Spreaker del podcast di cui vuoi conoscere. Nel menu nero a sinistra, clicca su Statistiche (è la seconda voce dopo Podcast).spreaker statistiche

La prima sessione mostra una panoramica generale delle tue Statistiche. Qui trovi:

  • Totale dei Download
  • Il Totale degli Mi Piace
  • Totale degli Ascolti Live
  • Totale dei follower

Nella parte sottostante puoi entrare nel dettaglio. Con il menu a tendina puoi scegliere il periodo da analizzare. Puoi scegliere fra gli intervalli di tempo prestabiliti oppure selezionare una data d’inizio e di fine. Nella tabella sottostante vedi le caratteristiche rilevate. Esse sono:

  • Download
  • Mi Piace
  • Geolocalizzazione
  • Demografiche
  • Sorgenti
  • Dispositivi
  • Follower

Alcune di queste statistiche sono accessibili solo a determinati piani di pagamento. Nelle prossime domande analizziamo quali sono. Tutte le statistiche accessibili a un piano di spesa inferiore sono accessibili a quello successivo.

In fondo alla pagina delle statistiche puoi scegliere di analizzare un podcast alla volta, per vedere il rendimento degli episodi.

Offerta
Sony MDR-ZX310 - Cuffie on-ear, Nero
  • Driver al neodimio da 30 mm
  • Cuffie con archetto dal design leggero e pieghevole, driver da 30 mm e 98 dB/mW di sensibilità
  • Gamma di frequenza 10-24.000 Hz
  • Quali statistiche possono vedere con il piano base?

Con il piano base Free Speech potete tenere traccia del numero di dowload, gli ascolti che i vostri episodi hanno ottenuto. Con il termine download ci si riferisce all’ascolto su qualsiasi piattaforma associata. Questa informazione permette anche di capire gli ascolti giornalieri.

  • Quali statistiche posso vedere con il piano On-air Talent?

Il piano On-air Talent ha accesso alle stesse statistiche del piano base Free Speech: download e ascolti giornalieri.

  • Quali statistiche posso vedere con il piano Broadcaster?

Il piano Broadcaster ha accesso a molte informazioni extra, che possono essere importanti per analizzare il tuo podcast:

  • Mi piace. Questa statistica mostra quanti Like hai raccolto nelle varie piattaforme, dandoti un’idea di quanto sia piaciuto ogni episodio.
  • Geolocalizzazione. Mostra dove sono stati ascoltati i tuoi episodi. L’informazione non è un problema per la privacy dell’ascoltatore: il dato è ampio e anonimo, inoltre può sempre scegliere di non condividere la propria posizione con l’app di ascolto podcast. Questo dato dà modo di capire dove si concentra la maggior parte dei tuoi ascoltatori. Può essere utile per fornire contenuti specifici su qualche area, oppure per organizzare eventi.
  • Sorgenti. Mostra su quale piattaforma ti hanno ascoltato i tuoi fan. Questo può aiutarti a concentrare i tuoi sforzi sulle giuste piattaforme social.
  • Follower. Mostra il numero e l’andamento dei tuoi follower, facendoti capire chi sei riuscito a fidelizzare.

Con il piano Broadcaster puoi anche esportare i tuoi dati in formato .CVS, che permette di caricarli su altri programmi.

  • Quali statistiche posso vedere con il piano Anchorman?

Il piano Anchorman presenta tutte le statistiche di quello Broadcaster. Inoltre permette l’analisi di:

  • Demografiche. Questa opzione permette di conoscere il genere e la fascia di età dei tuoi ascoltatori (con dati anonimi e generalizzati). Questa informazione permette di indirizzare meglio sia i contenuti dello show che gli spazi pubblicitari.
  • Dispositivi. Questo permette di capire su che tipo di device sei ascoltato di più.

come monetizzare un podcast-minCome guadagnare con Spreaker?

I podcast offrono un’ottima opportunità di guadagno. La proiezione è che le pubblicità sui podcast quest’anno generino un miliardo di dollari in tutto il mondo. Una prima fonte di guadagno è quella di siglare accordi di sponsorizzazione con una qualsiasi azienda (dal panettiere sotto casa ad Apple) e inserire dei contenuti sponsorizzati all’interno dei vostri episodi.

Un altro modo per guadagnare è chiedere delle donazioni da parte dei tuoi ascoltatori su piattaforme come Patreon.

Spreaker offre però anche una forma di monetizzazione che non necessita di contatti commerciali, inserendo pubblicità selezionate dalla piattaforma nei vostri episodi. Per accedere a questa possibilità, clicca su Monetizzazione nel menu a sinistra.

  • Quali piani prevedono la monetizzazione?

Il piano di base e gratuito Free Speech non prevede alcuna forma di monetizzazione attraverso la piattaforma di Spreaker. Cliccando su Monetizzazione, sei invitato a fare l’upgrade verso un piano Pro.spreaker monetizzazione

Tutti gli altri piani offrono invece la possibilità di inserire pubblicità nei tuoi episodi. I piani Broadcaster e Anchorman permettono anche di offrire episodi ad accesso limitato a chi ti sostiene su Patreon o altre piattaforme.

  • Come inserire pubblicità in un podcast su Spreaker?

Il primo passo è accettare Termini & Condizioni per l’inserzioni pubblicitarie. Per farlo:

  • Accedi al CMS di Spreaker
  • Clicca su Monetizzazione nel menu a sinistra
  • Leggi e accetta
  • Clicca su Applica

Ora nel menu grigio a sinistra clicca su Impostazioni Podcast. Da qui puoi selezionare i tuoi podcast in cui inserire le pubblicità. Clicca sull’icona a forma di penna a destra.

Dalla pagina che si apre puoi selezionare in alto se inserire una pubblicità all’inizio o alla fine del podcast. Puoi decidere se riprodurre una o due pubblicità sia all’inizio che alla fine. Cambiando questa opzione, applichi le modifiche a tutti i podcast.

Per inserire un podcast in un episodio specifico (o disabilitare la pubblicità) clicca l’episodio nella tabella in fondo a questa pagina. Nei singoli episodi puoi inserire interruzioni pubblicitarie anche nel mezzo del podcast. Di default, la spunta sull’ottimizzazione automatica è accesa e piazza le pubblicità nel momento migliore, deciso in automatico da Spreaker. Se vuoi selezionare un momento preciso in cui inserire la pubblicità, selezionalo nella linea temperale sottostante.

  • Posso bloccare alcuni tipi di pubblicità su Spreaker?

Bloccare alcune categorie pubblicitarie è possibile solo con il piano Pubblisher. Se hai il piano Pubblisher, puoi escludere in maniera automatica certe categorie pubblicitarie andando sulla pagina Monetizzazione. Da lì seleziona il podcast che volete modificare. Seleziona Escludi alcune categorie di annunci.

Dall’elenco, seleziona le pubblicità che vuoi eliminare.

  • A cosa serve il piano Pubblisher?

Il piano Pubblisher è pensato per le aziende che desiderano gestire un network di Podcast. Quindi si rivolge più agli editori che ai podcaster singoli. Con il piano Pubblisher è possibile aggiungere un numero illimitato di collaboratori (da chi parla nel podcast, a chi registra, chi modifica, ecc.).

Con il piano Pubblisher potete collegare Spreaker a piattaforme pubblicitarie come Adswizz, Triton e Targetspot. Inoltre si può usare il normale servizio di monetizzazione di Spreaker per allocare gli spazi pubblicitari invenduti.

Infine, è possibile personalizzare il player del podcast che si può aggiungere a un sito o un’app.

spreaker servizi extra-minQuali servizi extra sono disponibili su Spreaker?

Una volta apprese le conoscenze essenziali per usare Spreaker, puoi valutare se aggiungere servizi extra che possono offrire valore ai tuoi episodi o a te come podcaster. Tutti questi servizi si trovano nello Store di Spreaker.

  • Come creare un’app di un podcast?

Puoi creare un’applicazione che possa riprodurre il tuo podcast. Il servizio costa 99 euro all’anno. Per creare la tua applicazione:

  • Vai a questo indirizzo.
  • Scegli la piattaforma (Android o iOS) e quale podcast vuoi che diventi un’app.
  • Nella schermata seguente, sotto la voce Modalità di pubblicazione, tieni la spunta su Gestito da Spreaker (come in figura) per una pubblicazione semplificata su Android. Pubblicare da solo richiede l’iscrizione alla comunità di sviluppo e alcune nozioni tecniche su come pubblicare su AppStore e PlayStore. L’opzione Gestito da Spreaker non è disponibile su iOS.app spreaker
  • Se hai scelto gestito con Spreaker per Android, inserisce il tuo ID dell’Account Google Play.
  • Scegli il nome dell’app.
  • Scegli l’icona dell’app.
  • Scrivi una breve descrizione.
  • Scrivi una descrizione approfondita.
  • Scegli la categoria dell’applicazione.
  • Seleziona la lingua.
  • Scegli l’immagine di copertina.
  • Seleziona la presenza di eventuali contenuti espliciti e spunta la categoria a cui appartengono.
  • Scrivi l’indirizzo del sito internet del tuo podcast.
  • Immetti l’indirizzo email.
  • Dichiara di aver letto e compreso le Policy di Google Play.

Puoi anche modificare l’aspetto dell’applicazione del tuo podcast. Torna all’inizio della pagina e seleziona Personalizzazione App. In questa sezione puoi:

  • Determinare il colore principale.
  • Scegliere un colore secondario da abbinare al primo.
  • Selezionare un’immagine di copertina.
  • Immettere la email di aiuto.

A questo punto puoi decidere se salvare il progetto premendo Salva in fondo la pagina. Oppure puoi cliccare Vedi e Pubblica per valutare il tuo operato e condividere la tua applicazione con i tuoi fan.

  • Come promuovere il proprio podcast su Spreaker?

Spreaker ti dà l’opportunità di promuovere il tuo podcast sulla propria piattaforma. In questo modo altri appassionati di podcast possono raggiungerti. Per creare una campagna annunci su Spreaker devi:

  • Andare a questo indirizzo.
  • Inserire il nome della campagna  (scegli un nome accattivante ma che richiami l’argomento e il titolo del tuo show).
  • URL della campagna: copia e incolla l’indirizzo del sito di arrivo: il tuo podcast su Spreaker, il tuo sito internet, ecc.
  • Carica un’immagine per la campagna.
  • Inserisci un budget giornaliero. Il budget minimo totale deve essere di 10 euro, gestiti come preferisci nelle giornate. 1000 utenti vedono il tuo annuncio ogni 2 euro spesi.

Ora clicca su Salva. Vedi un riassunto della campagna, che puoi eliminare, modificare oppure far partire cliccando su Invia.

Blue Microphones Yeti Professional Multi-Pattern USB Mic for...
  • Yeti nano offre la trasmissione audio blue grazie a due capsule brevettate, configurate per dare alla tua voce...
  • Dai al tuo podcast, video o streaming di gameplay la produzione che merita
  • Offre flessibilità con la scelta fra due modalità di rilevamento e supporta la registrazione di ottima qualità a 24...
  • Come accedere alla musica royalty-free di Jamendo?

Spreaker collabora con Jamendo per darti accesso alla musica royalty free. Accedendo a questo sito puoi avere accesso a un catalogo di ben 240 mila brani in alta qualità, con certificato di proprietà che ti permette di utilizzarli per i tuoi podcast. L’abbonamento costa 34,99 euro al mese, annullabile in qualsiasi momento ma con rinnovo automatico.

  • Come accedere alla musica royalty-free di Epidemic Sound?

Spreaker collabora ancora più da vicino con Epidemic Sound, al quale puoi accedere anche da Spreaker Studio. Andando a questa pagina dello Store di Spreaker puoi registrare una carta di credito e pagare 99 euro all’anno per avere accesso a 30 mila brani e 30 effetti sonori royalty-free.

  • Come creare il jingle di un podcast?

Se vuoi creare un jingle da far sentire ai tuoi ascoltatori all’inizio e alla fine di ogni episodio, Spreaker offre un servizio interessante. Collabora infatti con Music Radio Creative: una società internazionale che fornisce annunciatori, cantanti, musicisti e produttori audio. A questo indirizzo trovi molte soluzioni diverse per creare il tuo jingle. Il sito è in inglese ma sulla piattaforma ci sono anche artisti italiani. I prezzi partono dai 20 dollari in su.

  • Ci sono dei corsi per imparare a fare podcast?

Spreaker collabora con The Podcast Host Academy. Questa piattaforma offre un set di risorse per imparare e migliorare il modo in cui fai podcast. Su questa pagina trovi le proposte di Spreaker, con il codice sconto da applicare alla registrazione.

  • Come trascrivere in automatico i tuoi podcast?

Spreaker collabora anche con Scribie per la trascrizione degli episodi. Trascrivere i tuoi episodi ti permette di pubblicare sul tuo sito internet o blog le puntate. Questo permette di indicizzare meglio il tuo sito su Google. Inoltre facilita la condivisione sui social di estratti della puntata e dà modo ai tuoi fan di recuperare l’argomento di discussione anche se per qualsiasi motivo non possono ascoltarlo.

I prezzo della trascrizione partono dai 10 centesimi di dollaro al minuto, pagando solo il tempo effettivo. Trovi il servizio a questo indirizzo.

podcasting trucchi-minSpreaker: i trucchi per usarla al meglio

Ecco qualche trucco e consiglio per usare Spreaker e creare il tuo podcast.

  • Dove posso trovare musica royalty-free gratis?

Sebbene nessun servizio gratis possa vantare la vasta scelta di Epidemic Sound o Jamendo, ci sono alcuni siti in cui potete trovare musica senza dover pagare diritti. Due ottimi esempi che abbiamo testato sono Music PixabayFree Music Archive, che raccoglie brani composti da una grande comunità che decide di regalare musica senza riscuotere i diritti. Abbiamo raccolto un elenco di altri siti in quest’articolo.

In ogni caso resta buona pratica dare credito alla persona che ha composto il tuo jingle o la canzone di introduzione, dicendo il suo nome durante l’episodio. Un’alternativa più creativa è quella di creare da zero la canzone (se ne hai le capacità) oppure chiedere a un amico di farlo.

  • Quali sono i migliori microfoni per registrare un podcast?

Anche il miglior strumento di mixaggio non può sopperire alle mancanze di un microfono non all’altezza. Conviene quindi investire in un microfono USB di qualità fin da subito, prima ancora di aver registrato il primo episodio. Se volete spendere poco la linea Yeti di Blue Microphones è ottima: Snowball per chi vuole iniziare, mentre il secondo modello che presentiamo qui sotto è per chi vuole aumentare la qualità audio.

Blue Microphones Yeti Professional Multi-Pattern USB Mic for...
  • PlayerUnknown's Battlegrounds: PC Digital Standard Edition - Oltre al microfono, questo pacchetto include il leggendario...
  • Capsula a condensatore personalizzata - Snowball iCE offre una qualità audio cristallina, anni luce avanti rispetto al...
  • Modalità di rilevamento cardioide - Il modello di rilevamento cardioide è l'ottimo per catturare la tua voce per...
Offerta
Blue Microphones Yeti Professional Multi-Pattern USB Mic for...
  • Matrice a tre capsule personalizzata: produce audio nitido, potente e di qualità professionale per YouTube, streaming...
  • Quattro modalità di rilevamento: le modalità cardioide, omnidirezionale, bidirezionale e stereo offrono un'incredibile...
  • Controlli audio sull'accessorio: I controlli da studio per volume cuffie, selezione modalità, disattivazione audio...

Se invece siete pronti per qualcosa di professionale, Shure MB7B porta la qualità delle migliori radio sul tuo PC.

Shure SM7B microfono dinamico professionale da studio...
  • - tipo di microfono: dinamico - diagramma polare: cardioide
  • - risposta in frequenza: 50hz-20khz (neutra e ad ampio raggio)
  • - impedenza di uscita: 150 ohm - connettore: xlr - accessori inclusi: filtro antivento con sistema a7ws (removibile)
  • Ci sono risorse online per migliorare il mio podcast?

Come ogni altra professione o hobby, diventare bravi a condurre e gestire un podcast richiede tempo e pratica. Tuttavia, alcune risorse possono aiutarti a iniziare con il piede giusto.

  • Innanzitutto, ecco la nostra guida sugli strumenti e le piattaforme da usare.
  • Questo articolo in inglese elenca e spiega una serie di consigli per diventare un buon conduttore di podcast.
  • Questa guida in inglese elenca i principali problemi audio che possono presentarsi durante la registrazione di un episodio. E spiega in maniera semplice ed esaustiva come risolverli.
  • Prima di riportare un fatto è sempre meglio verificarlo, anche in un episodio di un podcast. Potete controllare le notizie nella sezione Fact-Checking di AGI in lingua italiana, oppure su FactCheckEU e Snopes in lingua inglese.
  • Su TechPrincess puoi trovare molte notizie su podcast, sui migliori microfoni, oltre che molte idee per degli episodi! (Questa nel gergo da podcaster di chiama “plug“: impara a non vergognarti di pubblicizzare te e il tuo podcast).

Infine fai in modo di ascoltare molti podcast, sia quelli con argomenti affini ai tuoi che quelli completamente diversi. In positivo o in negativo, possono essere una fonte di ispirazione e formazione.

  • Quali piattaforme social funzionano per promuovere il mio podcast?

Promuovere il tuo podcast è fondamentale. Il primo passaggio è quello di indicare ai tuoi ascoltatori come aiutarti. Termina l’episodio rivolgendoti a loro in maniera educata e divertente per chiedere di votare e soprattutto scrivere un commento su Apple Podcasts. Questo aumenta le possibilità che il tuo podcast appaia fra i consigliati dalla piattaforma.

Anche i social sono fondamentali. Puoi:

  • Creare una pagina Facebook dove creare post ad hoc che ricordino del podcast in uscita. Ma non solo: organizza sondaggi, invoglia a condividere e partecipare. Crea una piccola comunità: il passaparola è il tuo miglior alleato.
  • Pubblica su Youtube. Potresti semplicemente caricare l’intero episodio con un’immagine che faccia da logo oppure ritagliare degli spezzoni per invogliare gli spettatori a seguire il tuo podcast. Ricordati di mettere i riferimenti nella descrizione del video.
  • Soprattutto se registri con qualcuno, considera di trasmettere gli episodi live anche su Twitch (qui la nostra guida a Twitch e qui l’indirizzo del nostro canale). Questo social invita l’interazione con i tuoi ascoltatori  e aumenta l’esposizione.
  • Pubblica su Instagram. Potresti pubblicare spezzoni del podcast nelle stories (qui la nostra guida) oppure pubblicare fotografie che invoglino a seguire il podcast.
  • Potresti creare un seguito fedele con una newsletter, dove posti il link degli episodi, le risorse che hai usato (articoli di giornale, ecc.) e altro materiale per i tuoi fan. Se una email ti sembra troppo formale puoi creare un canale Telegram.

Puoi decidere di usare tutte queste strategie e anche altre (Twitter, server Discord, Snapchat, ecc). La cosa importante è che una volta che hai deciso di usarle è importante che tu le curi e personalizzi. Copiare e incollare da Facebook per scrivere un post su Twitter o LinkedIn serve a poco. Scegli quello a cui puoi dedicare del tempo e crea qualcosa di bello e speciale quanto il tuo podcast.

  • L’importanza di fare rete

Mettiamo questo consiglio alla fine ma è forse il più importante. Non sei la sola persona che sta lanciando un podcast. Contatta i tuoi podcaster preferiti per organizzare episodi crossover, interviste incrociate, eventi. O più semplicemente segui i loro account social e interagisci con loro. Fare rete aumenta l’esposizione del tuo prodotto e può anche migliorarlo. Quindi non essere una persona timida: quando carichi un episodio su Spreaker stai parlando con il mondo, parlare con un paio di colleghi podcaster non dovrebbe essere un problema.

spreaker storia-minLa storia di Spreaker

Spreaker nasce nel 2010, fondata da Francesco Baschieri. Questo è un periodo di flessione per i podcast, che richiedono una modalità ancora macchinosa per l’ascolto. Bisogna installare il software sul PC o sul laptop, scaricare l’episodio e poi riprodurlo. I numeri di Spreaker però continuano a crescere anno dopo anno. Il modello freemium funziona bene: gli utenti iniziano a lanciare il podcast gratuitamente e mano a mano che il successo aumenta possono aggiungere servizi.

Le cose cambiano totalmente quando nel 2014 Apple decide di installare in ogni iPhone un app chiamata Podcast. I numeri degli ascolti aumentano moltissimo. La velocità di internet per dispositivi mobili aumenta, ora i podcast si possono ascoltare in streaming. Fra il 2015 e il 2016 Spreaker continua ad aumentare la sua influenza, soprattutto negli Stati Uniti, dove avviene l’85% del business.

Nel 2017, si fonde con la piattaforma americana Blog TalkRadio. Una piattaforma dove erano apparsi personaggi famosi come Barak Obama, Oprah Winfrey e Mike Tyson. A gennaio 2018 nasce la nuova società Voxnest, che unisce le due realtà. Il CEO rimane Francesco Baschieri. Sotto la nuova insegna gli affari aumentano: i podcast sono sempre più diffusi e si stanno finalmente allargando anche fuori dai confini americani.

Offerta
Novità Apple iPhone 12 (128GB) - nero
  • Display Super Retina XDR da 6,1"
  • Ceramic Shield, più duro di qualsiasi vetro per smartphone
  • 5G per download velocissimi e streaming ad alta qualità

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.