fbpx
Videogiochi

Giocare ai videogiochi fa perdere peso: ecco lo studio di Stakester

Stakester, una piattaforma che si occupa di analisi dei dati nel mondo degli eSports, ha pubblicato uno studio volto a dimostrare che giocare ai videogiochi può aiutare a perdere peso. Secondo questa ricerca infatti in due ore di gioco si possono bruciare fino a 420 calorie per gli uomini e 470 per le donne, ovvero un valore che si potrebbe ottenere tramite un intenso allenamento.

I videogiochi aiutano a perdere peso: lo studio di Stakester

Lo studio in questione si è svolto in modo serie e accurato, coinvolgendo 50 giocatori diversi monitorati costantemente durante sessioni di gioco di due ore per quanto concerne battito cardiaco e consumo di calorie. Per i videogiochi da sottoporre alle squadrone di gaming Stakester è andato sul classico, optando per FIFA e Warzone, due giochi molto amati e diffusissimi tra i giocatori moderni.

Gli studi hanno quindi condotto ai risultati che vi menzionavamo in apertura, ovvero un consumo di 420 calorie per gli uomini e di 470 per le donne, l’equivalente di circa 1000 addominali. Risultati che lasciano a bocca aperta, diciamocelo. Nessun avrebbe scommesso che giocare al proprio gioco preferito per due ore potesse portare a risultati così sorprendenti.

Stakester videogiochi peso

Da notare però che questi risultati sono stati raggiunti usando come campione un gruppo di giocatori alle prese con due giochi fortemente competitivi, ovvero fortemente incentrati sulla componente multigiocatore. Ne consegue che il consumo calorico probabilmente non sarebbe altrettanto alto per titoli incentrati sull’esperienza single player, specie se non comprendono un gameplay action.

“Sappiamo tutti che la competizione aumenta la nostra frequenza cardiaca e la maggior parte di noi ha sperimentato il sudore di gioco, che si presenta quando si cerca un gol dell’ultimo minuto in FIFA o si affronta una situazione molto tesa in Warzone – ha spiegato Tom Fairey, CEO di StakesterNon è una sorpresa che questo bruci calorie, ma siamo sorpresi di vedere quante ne vengono bruciate durante una sessione di due ore”.

Videogiochi e stile di vita

Come sicuramente starete già immaginando, se questo studio venisse confermato, potremmo assistere ad una completa rivalutazione dello stile di vita del videogiocatore, fino a questo momento associato ad obesità e ad altri squilibri della forma fisica. Una croce da sempre affligge questo settore, anche se non è mai stata supportata da tesi scientifiche.

In verità abbiamo più prove che indicano l’atto di videogiocare come uno sfogo tutto sommato sano, piuttosto che il contrario. Sul tema infatti si era già espressa Queensland University of Technology (QUT), autrice di uno studio che ha coinvolto 1400 giocatori in 65 paesi diversi, evidenziando in ultimo come gli appassionati di gaming abbiano il 21% di possibilità in più di avere un peso corporeo più sano rispetto alla media della popolazione.

Ma non solo: questo secondo studio aveva anche evidenziato come i gamer conducano stili di vita generalmente più sani rispetto ai non giocatori, fumando e bevendo molto di meno rispetto alla media nazionale, il tutto rimanendo anche fisicamente molto più attivi.

Certo, è importante sottolineare che videogiocare non può in alcun modo sostituire i benefici dell’attività sportiva sulla mente e sul corpo, ma anche così si tratta di una notevole stoccata verso lo stereotipo del gamer grasso e pigro che siamo abituati a vederci propinato da anni.

Monster Pusat V10 Gaming Mouse, 8 tasti programmabili, 4800...
  • Il mouse Monster Pusat V10 dispone di 8 tasti che possono essere programmati dai gamer per ottenere le impostazioni di...
  • 4.800 DPI: la sensibilità del sensore è garanzia di efficienza e agevola la sessione di gioco permettendo di ottenere...
  • Ottime performance grazie ai 3 tasti laterali con cui è possibile cambiare le impostazioni in tempo reale e mantenendo...

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button