FeaturedRecensioniVideogiochi

Super Mario Party: inizia il divertimento | Recensione

Ecco le nostre impressioni sul Party Game targato Nintendo

Era solo questione di tempo prima che un gioco della serie Mario Party andasse ad arricchire il corposo parco titoli di Nintendo SwitchSuper Mario Party è un videogioco capace di riunire famiglie e schiere d’amici insieme davanti la stessa console e televisione con il solo scopo di divertire.

Dopo la nostra prova in questa anteprima, abbiamo ora messo le mani sulla versione completa del titolo che, pur mantenendo una formula di gioco classica, ha saputo stupirci con i tanti nuovi modi di utilizzare la console ammiraglia di Nintendo.

Benvenuti in Piazza Party

I personaggi più iconici della serie di Super Mario vogliono scoprire chi merita il titolo di Superstar ma, non riuscendo ad accordarsi, iniziano una competizione in modo da stabilire chi possa esserne il detentore, il tutto supervisionato dai giudici di gara Toad, Toadette e Kamek.

Una volta che i tre giudici termineranno i preparativi, vi daranno il benvenuto nella Piazza Party, niente di meno che l’Hub di gioco. Nella piazza potrete scegliere la modalità di gioco o semplicemente verificare i collezionabili ottenuti durante le vostre ore di divertimento.

Quest’ultimo capitolo è progettato per far sfidare sempre e comunque 4 giocatori in contemporanea, quindi, anche se si è da soli i posti mancanti verranno rimpiazzati dalla CPU, con la possibilità di selezionare il livello di difficoltà. I modi di giocare si sono moltiplicati, tra vecchie e nuove modalità abbiamo: Mario Party, Palco del Ritmo e Acque Selvagge.

Con Mario Party affronterete un avventura a turni, simile al gioco dell’oca. Potrete decidere il numero di turni e se giocare tutti contro tutti o a squadre. Scelto il tabellone, ognuno con le sue particolarità, si dovrà tirare il dado per decidere l’ordine di inizio. A parte il tiro iniziale ogni personaggio avrà un suo dado speciale, che avrà facce molto diverse, che potranno anche superare il massimo di 6 o avere bonus unici (come il guadagno o la perdita di monete).

Super Mario Party modalità principale

Avanzando finirete su diverse caselle che potrebbero farvi perdere o ottenere monete a seconda del colore, oppure attivare le caratteristiche speciali di ogni mappa. Ad ogni fine turno partirà un minigioco, sempre diverso e con variazioni anche a seconda se si gioca tutti contro tutti o a squadre. Il vincitore di questo riceverà delle monete d’oro come ricompensa.

Una volta che avrete accumulato una bella somma potrete comprare oggetti con cui sarà possibile  potenziarvi, penalizzare i vostri avversari oppure ottenere stelle. Le stelle sono la chiave per la vittoria e si potranno acquistare da Toadette, che si posizionerà in modo casuale sul tabellone ogni volta che ne comprerete una (o per altri fattori).

Chi ne collezionerà il numero maggiore potrebbe aggiudicarsi la vittoria, poiché durante il conteggio finale Toad assegnerà diverse stelle ai vari giocatori in base agli obbiettivi completati, rivelati al termine della partita. Rispetto al passato, Toad assegnerà solo 2 stelle prendendo parametri casuali, come maggior numero di monete raccolte, maggiori caselle coperte, maggior numero di minigiochi vinti, ecc.. Questa modalità rappresenta il cuore di Super Mario Party e siamo sicuri potrà dare vita a intense sfide con i vostri amici (che potrebbero finire in amicizie distrutte come tradizione del titolo).

In Palco a ritmo dovrete abbandonare la comodità del divano per scatenarvi in pista. In questa modalità di gioco frenetica, utile per bruciare calorie, dovrete andare a tempo di musica muovendo il Joy-Con correttamente in modo da totalizzare più punti: meglio seguirete il ritmo, maggiori saranno i punti ottenuti.

Super Mario Party cooperativa

Infine, la modalità che più abbiamo apprezzato tra quelle offerte, Acque Selvagge, dove la parola d’ordine è gioco di squadra. Tutti e quattro i giocatori dovranno mettere da parte l’astio precedentemente accumulato e coordinarsi per muovere la canoa.

La squadra dovrà perdere meno tempo possibile, evitando ostacoli e scegliendo la direzione da prendere quando il fiume si dividerà in modo da arrivare al capolinea, il tutto usando i Joy-Con come remi per navigare. Nel vostro percorso troverete dei palloncini che, una volta fatti scoppiare, faranno partire un minigioco cooperativo che potrebbe farvi ottenere secondi extra a seconda del tempo impiegato per completarlo.

In Piazza Party è presente anche la stanza dei minigiochi, in cui affronterete diverse sfide in rapida successione con la possibilità di poterli giocare anche singolarmente. Ci sarà poi La sala dei giocattoli di Toad, in cui sono presenti 4 speciali minigiochi che sarà possibile giocare insieme ad un altro possessore di Super Mario Party. In questo caso sarà possibile giocare unendo gli schermi in modalità portatile di due Nintendo Switch, come col gioco dei carri armati visto anche nel trailer E3, dove la mappa della sfida si modificherà a seconda del punto di unione delle due console.

Super Mario Party: un gioco per tutti

I minigiochi in questione sono ottanta, tutti nuovi, semplici, immediati nell’apprendimento e potranno essere giocati esclusivamente con un solo joycon a testa. Ogni giocatore utilizzerà le funzioni dei piccoli controller, come i sensori di movimento e l’HD Rumble, ‘sfruttati’ (osiamo dire) ora più che mai all’interno del titolo, dal momento che solo una manciata di giochi per Switch ne fanno buon uso.

Il titolo è dotato anche di una parte online che risulta essere molto scarna, mettendo a disposizione una selezione limitata di minigiochi; data la marginalità della componente sembra che gli sviluppatori abbiano voluto puntare su un’esperienza in locale, nonostante la natura del gioco.

Super Mario Party non sente il peso di essere l’ultimo nato di una lunga serie, ha saputo differenziarsi dai capitoli precedenti, portando una ventata d’aria fresca dopo molti anni. Grazie alle caratteristiche di Nintendo Switch è la grande varietà di minigiochi presenti, gli amanti del party game non potranno fare a meno di questo titolo che riuscirà a regalare sessioni di gioco divertenti per tutte le fasce d’età.

  • Accessibile a tutti
  • 80 minigiochi con cui divertirsi
  • Giocato in singolo risulta noioso
  • Comparto online scarno
Tags

Daniele Morabito

Amante di tecnologia e videogiochi, vorrebbe averli tutti ma è limitato dallo spazio della sua dimora. Gli piace collezionare oggetti come action figure, leggere fumetti e libri. Vorrebbe assaggiare ogni cibo di questa terra.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker