fbpx
MotoriNews

Suzuki: quota di mercato da record in Italia nel 2020

La casa nipponica regge bene l'impatto della pandemia, limita le perdite e registra un market share da record

Suzuki chiude un 2020 con una quota di mercato record in Italia. Nonostante le difficoltà dovute alla pandemia, che ha causato un netto calo delle vendite rispetto al 2019, la casa nipponica è riuscita a rafforzare la sua posizione sul mercato italiano. Il 2020 per Suzuki in Italia si è chiuso con il raggiungimento della quota di mercato del 2,42%, il valore più elevato mai toccato dalla casa nipponica nella sua storia sul mercato italiano.

Nuovo record per Suzuki in Italia

Il 2020 è stato un anno molto difficile per il mercato auto, in particolare in Italia. Suzuki è però riuscita a rafforzare la sua posizione registrando una quota di mercato da record. La casa nipponica ha, infatti, venduto oltre 33 mila unità portando il suo market share al 2,42%. Si tratta di un consistente passo in avanti rispetto allo scorso anno, quando la quota di mercato fu del 2%, e rispetto al 2018, quando Suzuki si fermò a 1,7%.

Le vendite di Suzuki nel 2020 in Italia sono calate del -12,6%. Tra i primi 18 marchi presenti sul mercato italiano,  il brand nipponico è quello che fa segnare il calo minore. Suzuki è, quindi, riuscita a difendersi al meglio dall’impatto della pandemia, limitando le perdite e rafforzando la sua quota di mercato.

Ignis e Switf sono le Suzuki più vendute in Italia

Nel corso del 2020 i modelli Suzuki più venduti in Italia sono stati la Ignis, con quasi 11 mila unità vendute, e la Swift, con poco più di 10 mila unità. Dati positivi anche per Vitara e S-Cross che registrano 6.215 (di cui 4.677 ibride) e 1.949 (di cui 1.608 ibride) unità vendute. Nella top 10 dei fuoristrada, inoltre, compare la Vitara Hybrid 4WD AllGrip con oltre 3 mila unità vendute.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button