!function(f,b,e,v,n,t,s){if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod? n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)};if(!f._fbq)f._fbq=n; n.push=n;n.loaded=!0;n.version='2.0';n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0; t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0];s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window, document,'script','https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js');
C-V2X test smart road

Completati i test sulla tecnologia C-V2X per le smart road del futuro
Il consorzio composto da Audi, Ericsson, Qualcomm, Swarco Traffic Systems ha completato il primo trial


Audi, Ericsson, Qualcomm, Swarco Traffic Systems, con il supporto dell’Università di Kaiserslautern, annunciano nella giornata di oggi il completamento del primo trial di C-V2X presentato a livello globale. Questa tecnologia, come conferma il consorzio, rappresenta una soluzione affidabile e performante per la gestione dei sistemi ITS (sistemi di trasporto intelligente) di tipo cooperativo.

Il test di C-V2X è iniziato nel lontano dicembre del 2016

Dopo oltre tre anni si conclude il primo trial di C-V2X. Il test ha utilizzato test bed e test field basati sulle tecnologie del 3rd Generation Partnership Project (3GPP) C-V2X per veicoli connessi e sistemi di trasporto intelligenti (ITS). Il trial ha confermato l’affidabilità e le prestazioni della tecnologia V2X (vehicle to everything). 

Il consorzio, Connected Vehicle-to-Everything (V2X) of Tomorrow (ConVeX), ha avviato le sue attività nel 2016. In questi anni, i vari test hanno permesso l’implementazione  end-to-end e i test delle prestazioni in condizioni di guida realistiche.

V2X è un particolare sistema di comunicazione di informazioni tra il veicolo e qualsiasi entità (infrastrutture, reti, altri veicoli, pedoni etc.) con cui questo può entrare in connessione. Il protocollo C-V2X  sfrutta la tecnologia LTE per gestire le comunicazioni del veicolo con tutte le entità della strada.

Si tratta, quindi, di un sistema di comunicazione (destinato a sfruttare le reti 5G nel corso dei prossimi anni) alla base delle “smart road” del futuro. I test eseguiti, in condizioni reali, confermano le potenzialità di questi sistemi di comunicazione che saranno fondamentali nel corso dei prossimi anni.

L’applicazione di soluzioni C-V2X permetterà di rendere “smart” le strade e tutte le entità che le popolano. Grazie a questi sistemi, la mobilità connessa garantirà un notevole incremento dei servizi e dei livelli di sicurezza delle strade.


Team di redazione

L'account della redazione di Tech Princess e Tech Business.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link