fbpx
CulturaNews

TheFork inaugura la sezione Insider all’interno della sua applicazione

TheFork, il celeberrimo portale per scovare e prenotare ristoranti, inaugura ufficialmente in Italia la sezione "Insider".

TheFork, da sempre è il contributo degli utenti a fare la differenza

L'applicazione ha avuto un successo strepitoso in Italia. La filosofia alla base della compagnia di TripAdvisor è stata apprezzata sin da subito dagli utenti, che finalmente hanno avuto possibilità di conoscere in anticipo i posti migliori dove poter mangiare, anche in luoghi normalmente sconosciuti.

Non solo, TheFork è molto utilizzato anche per trovare ristoranti (ma anche pub e pizzerie) nelle città che l'utente conosce bene. Infatti, tramite la piattaforma è possibile scoprire continuamente posti nuovi, leggere le recensioni di chi ci è già stato ed anche approfittare di forti sconti.

Inoltre, la possibilità di prenotare direttamente tramite l'applicazione semplifica il processo di scelta e permette di non dover perdere tempo a telefonare. Questo è un vantaggio anche per il ristoratore, che non dovrà interrompere il suo lavoro per gestire le prenotazioni telefoniche.

TheFork inaugura Insider: cos'è ed a cosa serve la nuova sezione dell'app

All'interno della splendida location di Palazzo Giureconsulti a Milano, Almir Ambeskovic – Regional Manager di TheFork – ha ufficialmente inaugurato la sezione "Insider". Si tratta della realizzazione della volontà di dare risalto ai migliori posti dove poter mangiare e bere, offrendo la possibilità di essere mostrati all'interno di una vetrina nella quale si entra per merito ed assolutamente non investendo in pubblicità.

Infatti i criteri per definire i ristoranti (e non solo) "migliori" non sono assolutamente lasciati al caso. TheFork ha voluto coinvolgere la sua community, ma anche delle guide che da anni aiutano il consumatore a scegliere dove poter degustare ottimi piatti.

Alla presentazione son intervenuti anche i rappresentanti delle guide partner del progetto ed il presidente della "Federazione Italiana Pubblici Esercizi":

  • Enzo Vizzari: direttore de "Le Guide De L'Espresso";
  • Massimiliano Tonelli: responsabile dei contenuti digitali per Gambero Rosso;
  • Paolo Marchi: fondatore e curatore di Identità Golose;
  • Lino Enrico Stoppani: presidente Fipe.

L'entusiasmo per il lancio di Insider è stato condiviso da tutti e quattro gli intervenuti. Filo comune a tutti gli interventi è stata l'importanza di aiutare gli utenti a scegliere i migliori posti dove poter mangiare e bere.

I criteri per far parte di "Insider"

La scelta dei locali da inserire all'interno della nuova sezione si basa su diversi criteri:

  • Valutazione della community di TheFork: il ristorante deve avere un minimo di 50 recensioni, una valutazione media di 9,0 ed un prezzo medio dai 35€ a salire;
  • Presenza all'interno della sezione "Ristoranti premiati dalle guide": il ristorante, oltre a rispecchiare i criteri delle guide indicati subito sotto, deve avere una valutazione di almeno 8,0 su TheFork;
  • Guide:
    L'Espresso – I Ristoranti d'Italia: voto compreso da 1 a 5 cappelli;
    Gambero Rosso – I Ristoranti d'Italia: a seconda delle categorie i voti devono essere compresi fra 1 e 3 forchette, 1 e 3 mappamondi, 1 e 3 cocotte ed infine 1 e 3 gamberi;
    Gambero Rosso – Le pizzerie d'Italia: valutazione da 1 a 3 spicchi;
    Guida Identità Golose.

I ristoranti presenti nella sezione Insider sono solo "di lusso"?

È importante chiarire che la sezione Insider non nasce assolutamente per ospitare esclusivamente ristoranti di lusso, tutt'altro. Lo scopo è quello di creare una nicchia di eccellenze che possano essere perfette per degustare al meglio la pausa pranzo, ma anche per organizzare un evento importante.

Non si tratta di ristoranti e pizzerie con prezzi accessibili solo a pochi. La presenza come criterio del "prezzo medio 35€" è riferita esclusivamente ai locali scelti dalla community ed ha come scopo la mera necessità di avere criteri di riferimento. Infatti, nulla vieta che un ristorante citato nelle guide, che abbia un prezzo medio di 15€, possa essere presente all'intero di "Insider".

Inoltre, è bene ricordare che su TheFork molto spesso si ha la possibilità di accedere a forti sconti prenotando tramite applicazione. Questo significa che, ad esempio, un prezzo medio di 40€ potrebbe facilmente diventare di 20€ grazie ad coupon del 50%. Possibilità assolutamente verosimile sul portale.

Insider per il momento sarà attivo a Milano, Roma, Firenze e Torino

La nuova sezione di TheFork sarà attiva per il momento unicamente a Milano, Roma, Firenze e Torino. La scelta di queste quattro città si è basata essenzialmente sulla cospicua presenza sul territorio di ristoranti affiliati alla piattaforma. Ad ogni modo, la diffusione della nuova sezione, ha assicurato Ambeskovic, sarà progressiva e raggiungerà presto anche altre aree d'Italia.

Ogni ristorante presente su Insider godrà di una scheda descrittiva realizzata a cura di esperti del settore, uno per ogni città attiva:

  •  Carmela Adinolfi: giornalista professionista, esperta di food, attualità e società. Si occuperà di Firenze;
  • Bruno Boveri: attualmente presidente della prima web radio europea dedicata al vino, La Voce del Vino/The Wine Voice e per più di vent'anni dirigente nazionale di Slow Food. La città che curerà sarà Torino;
  • Marina Bellati: giornalista da più di vent'anni nel campo della ristorazione e della gastronomia. Sarà lei ad occuparsi dei ristoranti Insider di Milano;
  • Luca Sessa: per anni blogger e chef, attualmente si occupa esclusivamente del blog "Per un pugno di capperi" del quale è fondatore. A lui l'onere e l'onore di curare la sezione Insider di Roma.

Non solo Insider, ufficialmente attive anche le sezioni "POP" e "Tutti i ristoranti"

Con l'arrivo della sezione Insider, era necessario rendere ancora più intuitiva e di facile utilizzo l'applicazione di TheFork. Per questo motivo, la divisione dei ristoranti prevede anche altre due aree:

  • POP: imperdibile se siete a caccia di offerte. Infatti, qui sono categorizzati i ristoranti che offrono sconti dal 20% al 50% e le proposte più particolari;
  • Tutti i ristoranti: se la vostra volontà è quella di scegliere liberamente, allora questa categoria è perfetta. A disposizione c'è l'intero database di TheFork.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button