fbpx
AttualitàCulturaNews

Vaccini: prenotazione tra i 12 e i 15 anni aperte ma solo in alcune regioni

La prenotazione dei vaccini è aperta a tutti. Dalle 23 di ieri, 2 giugno, le Regioni hanno spalancato le porte virtuali dei relativi portali e la reazione è stata quella sperata: frotte di persone si sono fiondate in rete per riuscire ad accaparrarsi il primo appuntamento disponibile, possibilmente lontano dalle due settimane centrali di agosto che sono notoriamente consacrate alle ferie.
Attenzione però: il “tutti” è relativo. In gran parte d’Italia resta bloccata la fascia 12-15 anni, nonostante sia arrivato l’ok dell’Aifa alla somministrazione di Pfizer.

Vaccini: prenotazione tra i 12 e i 15 anni aperte ma dove?

Sono quattro al momento le Regioni in cui i ragazzi dai 12 ai 15 anni possono prenotare il vaccino: Lombardia, Veneto, Campania e Calabria.

E le altre zone? L’approccio cambia di Regione in Regione. Nel Lazio, ad esempio, si parla del coinvolgimento dei pediatri, in Piemonte e in Liguria invece la soglia d’età per la prenotazione del vaccino è ancora 18 anni.

Il Friuli-Venezia Giulia dovrebbe aprire ai giovanissimi tra qualche giorno mentre in Emilia Romagna si procederà così:

  • 7-8 giugno per la fascia 12-19 anni;
  • 9-10 giugno per la fascia 35-39 anni;
  • 11-13 giugno per la fascia 30-34 anni;
  • 14-15 giugno per la fascia da 25-29 anni;
  • 16-18 giugno per la fascia 20-24 anni.

La Toscana aprirà lunedì 7 giugno le prenotazioni per coloro con un’età compresa tra i 16 e i 19 anni mentre non ci sono ancora indicazioni per la fascia 12-15 anni.

prenotazione vaccino covid

L’Abruzzo da oggi prevede la somministrazioni per i cittadini dai 16 anni in su mentre il Molise apre alla decade 30-39 anni oggi, a quella 20-29 anni sabato e in seguito a tutti coloro dai 12 anni in su.

In Sicilia le prenotazioni sono aperte dai 16 anni in su mentre la Sardegna farà la stessa cosa domani.

Al via oggi anche la vaccinazione in azienda. Le imprese che hanno aderito a questa iniziativa inizieranno a ricevere i rifornimenti anche se qualche grossa società ha già iniziato la somministrazione. Inizia poi anche la campagna nelle farmacie, con i farmacisti che hanno seguito i corsi dell’Istituto superiore di sanità e che utilizzeranno J&J.

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button