fbpx
visa glovo mercato

Visa e Glovo insieme per le attività locali
La partership nasce per rispondere alle emergenze della pandemia


Visa e Glovo, la piattaforma di delivery multi-categoria, annunciano una collaborazione per supportare il business del piccolo commercio locale, uno dei più colpiti dall’emergenza Covid-19. La collaborazione nasce con l’obiettivo di incentivare i negozi di prossimità all’utilizzo di nuovi modelli di distribuzione, basandosi su strumenti digitali. Le nuove tecnologie e il web hanno il grande pregio di abbattere le distanze e le barriere commerciali, allargando il raggio degli utenti altrimenti difficili da raggiungere, specialmente per le piccole realtà imprenditoriali.

Visa Glovo

Oltre 5.000 piccoli esercizi commerciali di 14 città confluiranno in uno spazio dedicato “Attività Locali”, all’interno dell’app di Glovo, che verrà promosso – attraverso delle campagne promozionali – da entrambe le società. A partire da questa settimana e per tutta l’estate, le campagne coinvolgeranno pizzerie, pasticcerie, gelaterie, enoteche, gastronomie di quartiere, panetterie, fioristi, farmacie e altre tipologie di negozi di vicinato distribuiti lungo tutto lo stivale. L’iniziativa coinvolge infatti, commercianti di Bari, Bergamo, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Monza, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Roma, Torino, Verona.

Obiettivi della partnership

Questo con un duplice obiettivo: da una parte far conoscere ai consumatori delle sopracitate città i negozi di prossimità e i loro prodotti stimolandone il consumo e, dall’altra, supportare i piccoli esercenti in un percorso di maggiore digitalizzazione, fondamentale per lo sviluppo del proprio business. Uno sviluppo che deve essere inserito in un contesto di mercato nuovo, sia lato domanda che offerta, e segnato da una crescita importante della spesa online. Un recente studio Visa rileva che gli acquisti online in Italia sono aumentati di oltre il 20% in aprile, rispetto a quanto rilevato l’anno precedente. Inoltre, il pagamento contactless risulta attualmente la modalità preferita in Europa, con due acquisti su tre in negozio effettuati tramite carta o telefono cellulare. In Italia, in particolare, il numero di acquisti contactless e’ aumentato di oltre il 10%. Ciononostante, una ricerca di Visa ha rilevato che meno di uno su due piccoli imprenditori in Europa è in grado di accettare pagamenti online.

No products found.


Giuseppe Lenoci

                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link