fbpx
twitter hacker

Il recente attacco hacker a Twitter dovuto ad un errore umano
Alcuni dipendenti di Twitter sono stati colpiti da un attacco phishing


A distanza di un paio di settimane dal massiccio attacco hacker che ha portato alla violazione di svariati account verificati di Twitter, il social network fornisce alcune informazioni aggiuntive sulla questione. Dopo una breve indagine interna, infatti, Twitter ha scoperto che la violazione è stata resa possibile da un attacco phishing rivolto ad alcuni dipendenti dell’azienda. Quest’attacco ha permesso agli hacker di entrare nei sistemi del social network.

Twitter fornisce nuovi dettagli sull’attacco hacker dello scorso 15 luglio

Sono stati alcuni dipendenti di Twitter ad “aprire le porte” agli hacker nel corso dell’attacco dello scorso 15 luglio. La conferma arriva direttamente dall’azienda. Alcuni dipendenti sono stati colpiti da un attacco di tipo phishing. Gli hacker, in questo modo, sono riusciti a violare gli account dei dipendenti e ad accedere ad alcuni tool interni del sistema. In questo modo, la violazione degli account verificati è stata molto semplice.

Ricordiamo che l’attacco hacker in questione è stato uno degli attacchi più violenti realizzati ad un social network. Durante l’attacco sono stati violati account di tantissime figure importanti del mondo americano come Bill Gates, Elon Musk, l’ex presidente Obama ed il candidato alla presidenza Biden. La violazione degli account è stata utilizzata per mettere in atto una truffa a tema Bitcoin. 

Gli account violati hanno invitato gli utenti a fare una donazione in Bitcoin con la promessa che avrebbero ricevuto un importo raddoppiato. Secondo alcune stime, la truffa ha permesso di sottrarre diverse decine di migliaia di dollari in Bitcoin agli utenti.

L’attacco hacker ha messo in luce la fragilità delle difese informatiche di Twitter. L’azienda, di certo, sta tentando di correre ai ripari per rafforzare la sua difesa ed evitare che errori umani possano causare un nuovo hack.


Davide Raia

author-publish-post-icon
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link