fbpx
FeaturedMotoriNews

Volkswagen ID.3: l’auto del popolo si converte all’elettrico con ID.3

A Zwickau inizia la produzione di ID.3, il modello elettrico che dà il "La" alla conversione all'elettrico di Volkswagen

Con una cerimonia alla presenza di Angela Merkel, Volkswagen accelera sull’elettrico ed inizia ufficialmente la produzione della ID.3, la prima auto elettrica.

Volkswagen ID.3: l’offensiva elettrica tedesca

Il Gruppo tedesco punta a vendere, entro il 2028, circa 22 milioni di veicoli elettrici e lo stabilimento di Zwickau è protagonista.

Infatti, grazie ad un investimento di circa 1.2 miliardi di Euro, Zwickau è stato convertito all’elettrico con la prospettiva di produrre 100.000 auto elettriche già nel prossimo anno.

Herbert Diess, CEO del Gruppo Volkswagen, ha dichiarato: “La ID.3 darà un contributo importante alla svolta della mobilità elettrica. Rende la mobilità individuale sostenibile alla portata di milioni di persone e per la nostra Azienda rappresenta una pietra miliare nel percorso per diventare a impatto neutro di carbonio entro il 2050“.

Produzione a impatto neutro di carbonio

ID.3La ID.3 è basata sulla piattaforma modulare elettrica MEB che consente una grande autonomia, interni spaziosi e un carattere dinamico della vettura.

La versione base avrà un prezzo inferiore ai 30.000€ e sarà lanciata sul mercato europeo nell’estate del 2020.

L’interesse è alto, tanto che 35.000 clienti hanno già prenotato la propria ID.3 versando una quota.

Cruciale l’aspetto della sostenibilità nella produzione del veicolo.

ID.3 viene consegnata ai clienti con un’impronta neutra nelle emissioni di carbonio: viene utilizzata solo energia verde per realizzare le celle della batteria, le emissioni del processo di produzione vengono compensate tramite investimenti nel progetto Katingan Mataya Forest Protection a tutela della foresta nel Borneo.

I dipendenti sono tutti coinvolti nella conversione

Nell’ambito della conversione all’elettrico, tutti gli 8.000 dipendenti di Zwickau sono stati qualificati per la produzione di veicoli elettrici e al lavoro con tecnologie ad alto voltaggio.

Entro la fine del 2020 avranno tutti effettuato un totale di 13.000 giorni di formazione, assicurando tutti i posti di lavoro.

La Germania deve guidare il cambiamento e rafforzare le competenze nella catena del valore della mobilità elettrica. Ecco perché stiamo producendo veicoli elettrici in Germania e abbiamo allo stesso tempo deciso di sviluppare e costruire qui motori elettrici, celle e sistemi batteria. Nei prossimi anni in Germania si stabilirà una forte filiera per l’elettrico”, ha dichiarato Herbert Diess.

Non solo Zwickau, ma il lavoro di squadra si estende agli stabilimenti di Braunscweig, Kassel, Salzgitter e Wolfsburg per la produzione di motori elettrici e batterie.

Emden e Hannover inizieranno la produzione di veicoli elettrici nel 2022.

Tags

Matteo Bonanni

Musicista di professione e malato di tecnologia per indole, mischio sempre musica e tecnologia senza soluzione di continuità perché mi piace circondarmi di cianfrusaglie tecnologiche mentre faccio tutto il resto!
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker