fbpx

WeSchool è tra le parole più cercate su Google nel 2020
Al primo posto c'è "coronavirus"


Tra le parole più cercate su Google nel corso del 2020 si trovano alcuni elementi che hanno caratterizzato l’anno. Il 2020 è stato, indubbiamente, l’anno della pandemia e del lockdown e anche su Google si registra questa tendenza. Tra le parole più cercate dagli italiani su Google nel corso del 2020, infatti, troviamo anche WeSchool, vero e proprio punto di riferimento per la didattica a distanza.

Le parole più cercate dagli italiani su Google riflettono le tendenze del 2020

Come facilmente prevedibile, la parola più cercata su Google dagli italiani è coronavirus, argomento che purtroppo continua ad essere in prima pagina. Al secondo posto c’è elezioni USA, un tema che è stato molto sentito in tutto il mondo e che, in parte, è anche legato all’evoluzione della pandemia oltreoceano.

In terza posizione si trova una vera e propria sorpresa. La terza parola più cercata dagli italiani su Google nel 2020 è stata WeSchool. La piattaforma dedicata alla didattica digitale si conferma un riferimento importante per le famiglie italiane nel corso di questo periodo davvero delicato. WeSchool ha preceduto persino parole chiave come nuovo Dpcm e Maradona (quest’ultima ha registrato un picco di ricerche subito dopo la scomparsa del campione argentino).

Il commento di WeSchool

Marco De Rossi, fondatore di WeSchool, commenta così il risultato raggiunto: “Nessun nome di azienda era mai entrato in questa classifica, ed è un risultato incredibile che lo abbia fatto una startup. La nostra sfida ora è insegnare ai docenti a fare una didattica a distanza più coinvolgente di quella vista finora, oggetto di molte critiche, e gettare le basi per un’innovazione della didattica di lungo periodo, che sappia trasformare la scuola anche quando tra poche settimane torneremo finalmente in presenza”


Davide Raia