fbpx
Whatsapp come recuperare le foto cancellate per errore

WhatsApp smetterà di funzionare nel 2020 su questi telefoni


Spesso diamo per scontata la presenza di alcune applicazioni sul nostro telefono, qualunque sistemo operativo esso abbia: app tipo WhatsApp, infatti, sono presenti su Android, iOS, ma anche KaiOS e Windows Phone. Purtroppo, però, supportare tutte queste versioni alla lunga è costoso per l’azienda, ed è per questo che, ogni tanto, alcuni dispositivi più vecchi escono dalla lista di quelli supportati. Per non farvi trovare impreparati, quindi, ecco la lista di tutti i telefoni che non supporteranno più WhatsApp nel 2020.

I telefoni che non supporteranno più WhatsApp nel 2020

Ad uscire innanzitutto dal supporto del servizio di messaggistica di FACEBOOK saranno tutti gli iPhone con sistema operativo iOS 8 (o precedenti). Parliamo quindi di tutti i primi iPhone usciti fino al modello iPhone 5, 5s 5c. Gli iPhone dal 6 in poi, invece, che supportano almeno iOS 12, sono per il momento al sicuro.

Spostandoci nel mondo Android, a uscire dal supporto sono tutti i dispositivi con ancora montata un versione precedente a Android 2.3.3 Gingerbread. Inoltre, gli utenti con una versione di Android 2.3.7 o precedente non saranno più in grado di creare un nuovo account o riverificare account esistenti. Si tratta in entrambi i casi di versioni molto vecchie del sistema operativo, uscite addirittura nel 2010. È abbastanza improbabile che il vostro dispositivo sia ancora fermo a questa versione, ma in caso potete verificarlo andando in Impostazioni>Sistema>Info Telefono.

Infine, il supporto per Windows Phone sarà riservato agli utenti con un versione pari a Windows Phone 8.1 o superiore. Non vuol dire però che dobbiate adagiarvi sugli allori, nel caso il vostro telefono sia ancora in grado di supportare WhatsApp: infatti Windows Phone, come ecosistema, è stato dichiarato ufficialmente morto pochi giorni fa con la fine del supporto da parte di Microsoft stessa. Le app continueranno a funzionare, ma non arriveranno più aggiornamenti né patch di sicurezza o per correggere i bug. Microsoft stessa consiglia di passare ad un dispositivo Android o iOS.

[amazon_link asins=’B07XS4MGQL,B07RFLTQSL,B07RDKHDWS’ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’08fe1600-5a9d-464a-bcf2-c15362031bed’]


Giovanni Natalini

author-publish-post-icon
Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione. Mi entusiasmo facilmente e mi interessa un po' di tutto: scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link