fbpx
WhatsApp Stories privacy

WhatsApp posticipa le nuove norme della privacy al 15 Maggio
Dopo le reazioni degli utenti, WhatsApp ha deciso di rimandare la nuova privacy policy di ben tre mesi


L’aggiornamento della regolamentazione della privacy di WhatsApp ha scatenato reazioni di ogni genere da parte degli utenti. Non è certo un mistero che ci sia stata una migrazione verso Signal e Telegram, App di messaggistica che sembrano avere più riguardo per le nostre informazioni personali. E proprio per questo la stessa WhatsApp ha annunciato che la nuova policy non entrerà in vigore l’8 Febbraio, come aveva annunciato.

Con un post pubblicato sul suo blog ufficiale, la piattaforma avvisa gli utenti che le nuove regole della privacy entreranno ufficialmente in vigore il prossimo 15 Maggio. Fino a quel momento, ci sarà tempo per capire in cosa consistono davvero i cambiamenti annunciati dall’App la scorsa settimana.

WhatsApp: privacy policy rimandata a Maggio

Stiamo posticipando la data in cui richiederemo ai nostri utenti di rivedere e accettare i termini. L’8 febbraio, nessun account verrà sospeso o eliminato. Continueremo a impegnarci per fare chiarezza sulle informazioni errate riguardanti la sicurezza e la privacy su WhatsApp. In modo graduale, e secondo le tempistiche di ciascuno, inviteremo i nostri utenti a rivedere l’informativa prima del 15 maggio, quando saranno disponibili le nuove opzioni business“. Così WhatsApp annuncia la sua intenzione di posticipare la nuova privacy policy di ben tre mesi.

Il motivo? La piattaforma vuole prendersi il tempo per informare gli utenti in modo corretto su quello che comporterà la nuova regolamentazione. “Poiché la circolazione di informazioni errate e non veritiere ha causato preoccupazione, desideriamo fare chiarezza e assicurarci che tutti comprendano i principi su cui ci basiamo“. A quanto pare, WhatsApp non ha gradito le ultime notizie circolate in Rete riguardo il suo aggiornamento della privacy.

Fortunatamente, a differenza degli utenti che vivono in altri continenti, noi Europei siamo piuttosto fortunati perchè protetti dal GDPR, un regolamento emanato dalla UE per la protezione dei dati personali. Altrove le nuove norme della privacy di WhatsApp potrebbero rappresentare un problema per gli utenti. Ma la piattaforma sembra sicura di riuscire a dimostrare che non è così. Riuscirà a farlo in tre mesi?

Apple iPhone SE (256GB) - bianco (include EarPods,...
  • Include EarPods con connettore Lightning, cavo da Lightning a USB, alimentatore USB
  • Display Retina HD da 4,7"
  • Resistente alla polvere e all’acqua (1 metro fino a 30 minuti, IP67)
Offerta
Novità Apple iPhone 12 mini (128GB) - Azzurro
  • Display Super Retina XDR da 5,4"
  • Ceramic Shield, più duro di qualsiasi vetro per smartphone
  • 5G per download velocissimi e streaming ad alta qualità

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.