fbpx
CulturaNewsTech

Wiko Stàggati: cercasi “non influencer” della Generazione Z

Wiko apre le candidature per il progetto Stàggati dedicato alla Generazione Z, ma lontana da etichette e patinature

Dal 4 al 17 novembre si potrà candidare il proprio profilo Instagram al progetto di Wiko Stàggati dedicato alla Generazione Z e ai giovani che amano raccontarsi tramite selfie, ma in maniera spontanea.

Wiko Stàggati: foto da “non influencer”

Wiko Stàggati2Wiko è un brand da sempre attento ai trend e ai fenomeni innovativi e in questo senso dà vita al progetto Stàggati.

Il progetto vuole raccontare la Generazione Z attraverso un casting il cui obiettivo è di trovare il volto delle proprie campagne social.

Il requisito fondamentale (e l’unico) è di avere tra i 18 e i 25 anni.

 

Wiko Stàggati1Non servirà avere un profilo Instagram da migliaia di follower o un feed strabordante di commenti, perché Wiko cerca giovani capaci di esprimersi in modo autentico, anche con tutte le imperfezioni tipiche della vita vera.

Già lo scorso luglio, Wiko aveva promosso l’edizione 0 di Stàggati in cui i pionieri ebbero la possibilità di raccontarsi nelle loro città, parlando delle loro ambizioni, progetti e paure senza filtri patinati.

Le modalità di partecipazione

Per partecipare a Stàggati si dovrà sottoporre la propria candidatura (per il regolamento completo visitare il seguente link: https://it.wikomobile.com/shop/media/wysiwyg/staggati/shooting_wiko.pdf) entro il 17 novembre tramite il form sul sito di Wiko (e accessibile al link http://bit.ly/Staggati).

La giuria sarà composta da dipendenti di Wiko e da coloro che hanno partecipato al contest tra luglio e settembre scorsi.

Saranno selezionati i 10 profili Instagram che meglio rappresenteranno l’autenticità della Generazione Z ed i proprietari di questi profili parteciperanno a shooting e riprese che avranno luogo tra dicembre e febbraio 2020.

Attraverso gli hashtag #staggati #LetsLiveIt e #LifeNeverSleeps è già possibile vedere, sul profilo Instagram di Wiko, i protagonisti di “Stàggati – Edizione 0“.

Tags

Matteo Bonanni

Musicista di professione e malato di tecnologia per indole, mischio sempre musica e tecnologia senza soluzione di continuità perché mi piace circondarmi di cianfrusaglie tecnologiche mentre faccio tutto il resto!
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker