fbpx
FeaturedRecensioniTech

Recensione Wiko View 3 Pro: tanta potenza ed un ottimo display

Perché Wiko View 3 Pro? Perché non limitarsi alla variante più economica dello smartphone francese? In realtà ci sono due motivi principali: le prestazioni – migliorate grazie ad un hardware potenziato – e il display. Ma bando alle ciance e analizziamo nel dettaglio questo dispositivo!

Wiko View 3 Pro: la scheda tecnica

Wiko View 3 Pro scheda tecnica

Come sempre iniziamo dalle caratteristiche tecniche del device.

Dimensioni: 159.5 x 75 x 8.1 mm
Peso: 184 g
Display: 6,3″ IPS LCD – 1080 x 2340 pixel
CPU: MediaTek Helio P60
GPU: Mali-G72 MP3
RAM: 6 GB
Memoria: 64/128 GB – espandibile tramite microSD
Rete: 4G LTE – Dual SIM
Connettività: Wi-Fi a/b/g/n/ac, Bluetooth 4.2, USB Type-C, GPS
Batteria: 4000 mAh
Fotocamera posteriore: 12 + 5 + 13 MP
Fotocamera anteriore: 16 MP
Video: FullHD @30fps
Sistema operativo: Android 9.0 Pie

Simili ma diversi

Wiko View 3 Pro e View 3
A sinistra Wiko View 3 Pro, a destra il View 3

Apparentemente Wiko View 3 e 3 Pro sono molto simili, ma non fatevi ingannare. Il fratello maggiore infatti presenta una back cover in vetro – purtroppo non particolarmente oleofobica – e l’effetto fosforescente “Glow in the dark” che, in teoria, dovrebbe aiutarvi a trovare lo smartphone anche al buio. Dico “in teoria” perché l’effetto non è particolarmente accentuato e, onestamente, non è riuscito a convincermi.

Il profilo, in metallo, è quasi analogo, con il jack da 3,5 mm sul lato superiore, lo sportellino ibrido per SIM e microSD a destra e bilanciere del volume e tasto di accensione – zigrinato sul View 3 Pro – a sinistra. Cambia invece il connettore per la ricarica: finalmente abbiamo un più moderno USB Type-C.

Arriviamo infine al display con l’ormai tradizionale tacca. La risoluzione HD lascia questa volta il passo ad un più convincente Full HD+, affiancato da una maggiore densità di pixel e da una buona resa cromatica. Non particolarmente alta la luminosità, in linea con quella dei device di questa fascia e purtroppo non altissima sotto la luce diretta del sole, dove perdiamo sicuramente qualcosa in termini di leggibilità.

Potenza e autonomia

Wiko View 3 Pro performance

A distinguere Wiko View 3 Pro dalla variante più economica è anche l’hardware nascosto sotto la scocca. Questa volta abbiamo un MediaTek Helio P60 da 2 GHz e ben 6 GB di RAM, più che sufficienti a garantire la massima fluidità al sistema operativo, ossia Android 9.0 Pie.

Invariata invece l’autonomia. La batteria da 4.000 mAh vi permette di coprire serenamente una giornata e mezza, due con un uso piuttosto parsimonioso.

Migliora infine la connettività con WiFi dual-band, NFC (indispensabile ormai per i pagamenti digitali), GPS e Bluetooth 4.2. Presente anche la radio FM per coloro che non vogliono rinunciarci.

Più megapixel ma nessun cambiamento

Wiko View 3 Pro fotocamera

Le differenze tra i due smartphone francesi si assottigliano notevolmente quando si parla del comparto fotografico. La fotocamera principale e quella grandangolare rimangono infatti identiche, capaci di garantire buoni scatti non solo durante il giorno ma anche in condizioni di scarsa luminosità. Sì, è vero, il sensore di profondità passa da 2 a 5 megapixel, ma questo non incide assolutamente sul risultato.

Vi segnalo inoltre che per quanto sia soddisfacente la resa della lente grandangolare, dovrete abituarvi ad un certo livello di distorsione lungo in bordi, particolarmente evidente quando ci sono elementi architettonici o strade dritte.

La fotocamera frontale invece arriva ora a 16 megapixel ma non aspettatevi selfie sorprendenti. In realtà in condizioni di scarsa luminosità gli autoscatti non sono troppo entusiasmanti e quando la luce è eccessiva rischiate di ottenere fotografie un po’ bruciate.

Per i video infine mi aspettavo clip in 4K, ma purtroppo ho dovuto accontentarmi del solito Full HD a 30 fps. La resa? In linea con i device della medesima fascia.

    Wiko View 3 o 3 Pro: quale scegliere?

    La scelta naturalmente dipende dal vostro budget e dalle vostre necessità. Da un lato infatti abbiamo il View 3 che, con i suoi 179 euro, è davvero perfetto per chi cerca un device economico senza voler fare troppe rinunce, dall’altro invece abbiamo il View 3 Pro che va incontro alle esigenze di chi ha bisogno di un po’ di potenza di calcolo in più per le proprie attività quotidiane.

    Il problema per Wiko View 3 Pro è il prezzo: 249 euro per la versione da 64 GB e 299 euro per quella da 128 GB. Una fascia di prezzo decisamente popolata, per altro da concorrenti estremamente agguerriti. Insomma, probabilmente il device diventerà più appetibile quando il prezzo inizierà a calare.

    Wiko View 3 Pro

    • Ottime performance
    • Andrid 9.0 Pie in versione stock
    • Autonomia incredibile
    • Discreto comparto fotografico
    • Video ancora in Full HD
    Tags

    Erika Gherardi

    Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
    Next Article
    Close

    Adblock Rilevato

    Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker