fbpx
World Soccer Agency

World Soccer Agency entra nel mondo degli eSport con Mkers
Importanti novità per il gaming competitivo in Italia


World Soccer Agency di Alessandro Lucci, leader mondiale nella gestione di calciatori professionisti, entra ufficialmente nel mondo eSport. Il debutto avviene in collaborazione con Mkers, la principale azienda italiana nel ramo del gaming competitivo. L’obiettivo di questa partnership nasce dall’obiettivo comune di supportare l’intero sistema eSports.

World Soccer Agency entra ufficialmente nel mondo degli eSport

Il mondo eSport italiano registra un importante debutto. World Soccer Agency di Alessandro Lucci, infatti, entra a far parte del settore del gaming competitivo grazie ad una collaborazione con Mkers, la principale azienda del ramo in Italia. La partnership tra le due realtà nasce con l’obiettivo comune di voler supportare al massimo il mondo eSport in Italia.

World Soccer Agency è un’azienda leader nella gestione di calciatori professionisti e annovera tra i suoi clienti giocatori del calibro di Leonardo Bonucci, Alessandro Florenzi, Juan Cuadrado, Joaquín Correa, Aleksandar Kolarov, Daniele De Rossi e molti altri ancora che popolano i campi di gioco professionistici.

Mkers si lega a WSA con l’obiettivo di dare il via ad un ambizioso processo di internazionalizzazione. Le due agenzie, in collaborazione, potranno offrire ai club aiuto in attività di eSport scouting e eSport consultancy. Nello stesso tempo, inoltre, assisteranno i pro player nel loro percorso di crescita professionale, proponendo un supporto sia per quanto riguarda la comunicazione che l’immagine.

Il commento di Alessandro Lucci

Alessandro Lucci, founder di WSA, ha così commentato il debutto di World Soccer Agency nel settore del gaming competitivo: “Gli eSport rappresentano il futuro dell’intrattenimento digitale, per questo crediamo sia fondamentale compiere un importante passo verso questo settore con l’ausilio di Mkers, la realtà più competente e strutturata nel panorama del gaming competitivo, con l’ambizioso obiettivo di costruire un sistema di management capace di scovare e lanciare giovani talenti in grado di competere nei principali campionati mondiali.”


Davide Raia