fbpx
AttualitàCultura

YouTube: ecco come funziona il doppiaggio dei video tramite IA

Funzionerà tramite il sistema Aloud

L’intelligenza artificiale, per fortuna, non fa parlare di sé solo in termini negativi o polemici.

Perché negativi o polemici? Perché, oltre ai detrattori a prescindere, c’è anche chi si è dimostrato poco incline ad accettare che l’IA sia normata. Ci riferiamo ad esempio a Sam Altman, Ceo di OpenAI, che secondo un recentissimo scoop del Time sarebbe addirittura riuscito a far modificare l’Eu AI Act, in modo che i suoi prodotti non risultassero “ad alto rischio”.

Ma, dicevamo, l’intelligenza artificiale sta anche mostrando utilizzi sempre nuovi e virtuosi. In un articolo che potremmo quasi definire pionieristico, avevamo scritto di come il deepfake avrebbe potuto modificare il doppiaggio nel cinema. In che modo? Rendendo più credibili i labiali degli attori una volta che una pellicola venisse tradotta in altre lingue.

Da allora si è fatto molto di più: Bruce Willis è apparso in pubblicità senza mai essersi recato di persona sul set. E l’intelligenza generativa che produce nuove immagini, grazie a software come Midjourney, ce ne ha fatte vedere delle belle: da Papa Francesco in piumino a Donald Trump dietro le sbarre. Fino a un’impressionante anticipazione dei funerali di Silvio Berlusconi.

Ora è YouTube che per il doppiaggio sfrutterà l’IA in un modo inedito e affascinante. Vediamo come.

deepfake

YouTube e il doppiaggio tramite IA

Prova Amazon Music per la tua musica, 30 giorni d’uso Gratuito, cancelli in qualsiasi momento

L’annuncio è stato dato nella giornata di giovedì 22 giugno durante il VidCon, convention annuale per creator che si è tenuta nell’Anaheim Convention Center ad Anaheim, in California.

YouTube, per migliorare il doppiaggio dei suoi video, si affiderà all’IA generativa.

Scopriamo in che modo l’intelligenza artificiale entrerà nella piattaforma che fa capo a Google.

Aloud: cos’è, come funziona

La parolina magica è Aloud. Sì, perché tutto parte da questo prodotto che fa parte dell’incubatore Area 120 di Google, ideato dall’azienda di Mountain View per creare prodotti sperimentali fortemente innovativi.

Come funzionerà Aloud? Come aiuterà YouTube tramite IA nel doppiaggio dei video in altre lingue?

I passaggi saranno quattro: anzitutto il sistema trascrive il video registrato da una lingua di partenza a una di arrivo. Sulla trascrizione, l’utente (o più precisamente il creator) può intervenire per modificare eventuali imprecisioni di traduzione. A questo punto Aloud doppia il video nella lingua di arrivo, basandosi sulla trascrizione. Infine, il video è bell’e pronto per essere pubblicato.

Le lingue disponibili

Attualmente il servizio è in fase sperimentale, e sta coinvolgendo un centinaio di creator.

Per adesso c’è solo la possibilità di doppiare il video utilizzando l’inglese come lingua di partenza, e spagnolo e portoghese come lingue di arrivo. Ma Google fa sapere che “presto saranno disponibili altre lingue”.

Per il 2024 è prevista un’implementazione. Si arriverà anche a ciò di cui dicevamo all’inizio, la sincronizzazione del labiale, e non solo. Si potrà anche riprendere la voce della persona nel video e aumentare l’espressività della traccia audio.

Già oggi, in un numero ridotto di video-pilota, su YouTube è sperimentabile il doppiaggio tramite IA (ma non in italiano).

Una nuova opportunità per i creator

Il doppiaggio dei video di YouTube tramite IA generativa sarà un nuovo importante strumento nelle mani dei creator.

Uno studio pubblicato a gennaio, e condotto proprio da YouTube, ci dice che i video presentati in più lingue fanno aumentare il tempo di visualizzazione, che per il 15% proviene dalla lingua non di partenza.

C’è poi il discorso della praticità: si moltiplicherebbe di molto il pubblico di un determinato video, senza però dover aumentare i canali di provenienza del contenuto: sarebbe sufficiente il solo video originale.

Inoltre, i creator avrebbero – nel futuro prossimo – un’altra freccia al loro arco: il vicepresidente dei prodotti per i creator di YouTube Amjad Hanif, ha dichiarato che con buona probabilità nel 2024 la piattaforma consentirà “che le tracce audio tradotte suonino come la voce del creator, con più espressività e sincronizzazione labiale”.

Offerta
Perché crediamo alle immagini fotografiche
  • Editore: Johan & Levi
  • Autore: David Levi Strauss , Federico Florian
  • Collana: Il punto

Un boomerang per l’apprendimento delle lingue?

Come sempre accade per le notizie in anteprima, si stanno già diffondendo interpretazioni di segno opposto sull’uso dell’IA da parte di YouTube per il doppiaggio dei suoi video.

Da un lato, in molti concordano sulla pronta utilità dello strumento. Dall’altra c’è chi lamenta, non senza una qualche ragione, un possibile problema: i video tradotti nella propria lingua impedirebbero di allenare l’orecchio alle lingue straniere, specie l’inglese, linguaggio ormai universale e adoperato nella stragrande maggioranza dei contenuti sui social.

E nel senso della scarsa propensione alle lingue straniere, purtroppo, il nostro Paese fa scuola.

Da non perdere questa settimana su Techprincess

🎮 Xbox Games Showcase 2024: tantissimi annunci, tra grandi ritorni e novità
💻A Taiwan per toccare con mano i nuovi AI PC di ASUSEd è solo l’inizio
💬Google lancia l’app Gemini in Italia: ecco come provare l’AI su Android e iOS
🧩La strategia di Jansen Huang, il CEO-rockstar: mi ha offerto da bere e chiesto del turismo in Italia
✒️ La nostra imperdibile newsletter Caffellattech! Iscriviti qui
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

 

Autore

  • Claudio Bagnasco

    Claudio Bagnasco è nato a Genova nel 1975 e dal 2013 vive a Tortolì. Ha scritto e pubblicato diversi libri, è co-fondatore e co-curatore del blog letterario Squadernauti. Prepara e corre maratone con grande passione e incrollabile lentezza. Ha raccolto parte delle sue scritture nel sito personale claudiobagnasco.com

    Visualizza tutti gli articoli

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button