fbpx
Cultura

Alan Turing debutterà presto sulle banconote inglesi

Svelata la banconota britannica con protagonista il noto scienziato

Alan Turing sarà il volto della banconota britannica da 50 sterline. La notizia era nota da diverso tempo, ma solo nelle ultime ore è arrivata la rivelazione ufficiale del design. Il noto scienziato inglese sarà immerso in una serie di immagini e richiami a diversi aspetti della sua vita, oltre che alle sue scoperte, fondamentali non solo per il Regno Unito ma anche per il mondo intero.

I dettagli nascosti nella banconota dedicata ad Alan Turing

Come si diceva in apertura, la nuova versione delle 50 sterline britanniche vedrà da una parte il volto della Regina Elisabetta II, come da tradizione, mentre sull’altra faccia ci sarà Alan Turing. Intorno allo scienziato sono presenti alcuni omaggi alla sua carriera e alla sua storia.

Si possono infatti individuare ad esempio alcuni disegni che riproducono i progetti per lo strumento di decrittazione sviluppato proprio da Turing, che ha cambiato significativamente il corso della Seconda Guerra Mondiale, permettendo di intercettare le comunicazioni tedesche. A questo si aggiunge una striscia di carta da telescrivente che contiene una sorta di ‘easter egg nell’easter egg’. Su di essa infatti è impresso un codice binario, che rappresenta il 23 giugno 1912, data di nascita dello scienziato.

E ancora, sono molto evidenti le formule matematiche proprio a fianco del busto di Turing, che sono tratte direttamente da uno dei suoi lavori più celebri. Non poteva poi mancare un omaggio alla sua capacità di di anticipare il futuro, in particolare nel campo dell’informatica. Proprio per questo quindi sulla banconota è presente una citazione diretta di Alan Turing, che parlando di un nuovo strumento di calcolo, capace di cose ritenute fino al momento impossibili dichiarò: “Questo è solo un assaggio di ciò che sta per arrivare e l’ombra di quello che accadrà“.

E ancora, gli omaggi allo scienziato nascosti nella banconota sono molteplici. Lo è anche la data selezionata per il lancio ufficiale di queste nuove 50 sterline. Il rilascio della prima di queste banconote avverrà infatti il prossimo 23 giugno, che come si accennava più sopra, coincide con il compleanno di Turing.

Chi era Alan Turing?

Alan Turing Benedict Cumberbatch The Imitation Game
Alan Turing, ritratto da Benedict Cumberbatch in The Imitation Game

Alan Turing è sempre stato uno studente e ricercatore brillante e questo gli ha permesso di diventare uno dei crittoanalisti di punta del Regno Unito durante il secondo conflitto mondiale. È grazie a lui che si svilupparono strumenti fondamentali per decifrare le comunicazioni del nemico. La sua abilità matematica e analitica fu chiave per decrittare i messaggi nascosti grazie alla (apparentemente) inviolabile macchina Enigma dell’esercito nazista.

Sebbene la sua attività in tempo di guerra restò a lungo segreta, Turing ebbe una carriera fruttuosa, grazie al proprio talento. Scrisse numerosi trattati di rilievo, che furono fondamentali per la nascita dell’informatica. In particolare fu uno dei primi a sostenere la possibilità di sviluppi futuri dell’intelligenza artificiale. A lui si deve la base della concezione del test di Turing (appunto), criterio utilizzato per capire la capacità di un macchinario di simulare un comportamento umano.

Nel 1952 Turing fu arrestato a causa della sua omosessualità, all’epoca ancora ritenuta un reato nel Regno Unito, e costretto alla castrazione chimica. Circa due anni dopo, forse proprio a conseguenza di ciò, lo scienziato si tolse la vita probabilmente con l’ausilio di una mela avvelenata con del cianuro di potassio.

Per anni la comunità culturale mondiale ha lottato per un riconoscimento da parte del Regno Unito dell’importanza di questa figura importantissima. Dopo la dedica di un francobollo nel 2012 e la grazia postuma del 2013, questo è un altro passo importante. Un atto che ricorda un uomo che ha contribuito enormemente a cambiare il mondo. Una figura chiave per formare la società di oggi. Grazie Alan Turing.

Offerta
Via
The Verge
Source
Bankofengland

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button