fbpx
NewsTech

AMD presenta le nuove APU Ryzen 7 2700U e Ryzen 5 2500U

AMD ha ufficializzato le sue due nuove APU top di gamma. Ryzen 7 2700U e 5 2500U sono progettate unendo l'architettura ZEN per il processore e Vega per la GPU.

Cos'è una APU?

Una APU (Accelerating Processing Unit) non è altro che l'unione fra un processore ed una GPU, in un solo Soc. Lo scopo è quello di creare delle unità di piccole dimensioni, ma allo stesso tempo potenti. Insomma l'ideale per computer portatili, ultrabook e convertibili.

La sfida di AMD

AMD è al lavoro da diversi anni per progettare delle APU sempre più potenti sotto diversi punti di vista:

  • elevate prestazioni del processore;
  • GPU (scheda grafica) in grado di offrire ottime performance anche in gaming;
  • ottimizzazione energetica.

Si tratta di 3 aspetti essenziali, ma assolutamente non semplici da coniugare. Soprattutto in mobilità. Per quanto riguarda la CPU, l'azienda americana ha sviluppato un'architettura proprietaria in grado di bilanciare prestazioni e consumi energetici. Il suo nome, "ZEN", è stato scelto proprio per sottolineare l'essenziale equilibrio che gli ingegneri sono stati in grado di raggiungere. Per migliorare le GPU, invece, AMD ha sviluppato l'architettura "VEGA". Si tratta di un sistema che permette di ottenere schede grafiche più piccole con memoria integrata più ampia, a beneficio delle prestazioni finali. In questo modo, anche in mobilità è possibile editare video di un certo tipo, guardare contenuti in 4K e godersi giochi che hanno bisogno di PC prestanti.

Le APU Ryzen 7 2700U e 5 2500U uniscono l'architettura ZEN a quella VEGA

AMD è riuscita, nelle sue nuove APU, ad unire le due architetture in un solo sistema. I risultati sono sorprendenti. Potenza, efficienza energetica, minime dimensioni.

Ryzen 7 2700U è la più potente fra le due, pensata per portatili top di gamma. Quattro core ed una potenza massima di 3,8 GHz. La GPU è invece la 10 Radeon RX Vega CUs con un clock fino a 1300 MHz. Leggermente meno potente, ma in egual modo interessante, è la sorella minore Ryzen 5 2500U: quad core con massima frequenza 3,6 GHz e GPU 8 Radeon RX Vega CUs, fino a 1100 mhz.

Per ottimizzare al massimo spazio (spessore di soli 1,8mm), prestazioni  e consumi, l'azienda ha optato per una costruzione "dual region". Le unità sono infatti suddivise in due regioni – A e B – di diversa importanza. Lo scopo è sollecitare solo la regione A per le attività di routine. La seconda, invece, entra in gioco in tempo reale quando sono richieste prestazioni elevate.

Per entrambe le APU, l'interconnessione è garantita da Infinity Fabric. La tecnologia introdotta ad inizio anno da AMD é pienamente compatibile sia con l'architettura VEGA che con quella ZEN. Si tratta di una vera e propria spina dorsale del soc, che si occupa di gestire l'intera attività, rilevando di volta in volta le priorità.

Anche le nuove APU di AMD beneficiano di Sense MI, una suite di 5 caratteristiche che permettono al processore di adattarsi al meglio alle esigenze degli utilizzatori.

Cos'è SenseMI?

SenseMI è un sistema basato su 5 tecnologie, che cooperano per offrire la migliore esperienza d'uso. In tempo reale, l'intero Soc si adatta alle esigenze d'uso e garantisce il massimo delle performance.

  • Pure Power: un insieme di sensori che si occupa di controllare i consumi energetici ed ottimizzarli in tempo reale;
  • Precision Boost 2: in caso di necessità, aumenta il clock dei singoli core per offrire prestazioni più elevate (con salti di 25 mhz);
  • Mobile XFR: questa tecnologia sfrutta sistemi intelligenti di raffreddamento della CPU per overclockare in alcune situazioni (e per poco tempo) i core; mXFR è ovviamente compatibile solo con alcuni notebook;
  • Neural Net Prediction: questa caratteristica garantisce un apprendimento continuo da parte del sistema, che memorizza le attività svolte in passato ed è in grado di offrire una risposta più rapida quando si ripropongono situazioni simili (brench prediction);
  • Smart Prefetch: si tratta di una sorta di precaricamento intelligente dei dati, che saranno utilizzati a breve. L'attività avviene sfruttando una serie di algoritmi di apprendimento e permette di avere i dati già pronti nella cache e quindi disponibili all'utilizzo immediato.

Elevate performance anche nel gaming

AMD ha eseguito diversi test con alcune unità di Ryzen 7 2700U, mettendole sotto stress con i giochi più ambiti del momento. Quando richiesto, la GPU della APU riesce a raggiungere i 60 fps senza particolari problemi.

Inoltre, le GPU di entrambe le nuove APU sono HDR Ready e supportano lo streaming in 4K su diverse piattaforme. Netflix, in 4K, non sarà supportato al lancio.

Arrivo sul mercato e PC supportati

Le nuove APU Ryzen 7 2700U e Ryzen 5 2500U arriveranno sul mercato prima della fine dell'anno. I brand che per primi monteranno le soluzioni sono Lenovo, HP ed Acer.

Chiaramente, la lista di PC supportati è destinata a crescere nei prossimi mesi.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button