fbpx

Ci sono un architetto, una mela morsicata e il tetto di una cattedrale… Sembra l’inizio di una barzelletta nonsense,  invece è una proposta fra le varie presentate per il nuovo tetto della cattedrale di Notre Dame de Paris. L’architetto, o meglio lo studio di architettura in questione, è Eight Inc. Famoso studio che ha progettato gli store della casa di Cupertino e Xiaomi. Avremo quindi un tetto di Notre Dame marchiato Apple?

I retroscena

Dopo il tremendo e devastante incendio che ha portato alla distruzione del tetto della cattedrale e al collasso della sua iconica guglia, si è posto il problema della ricostruzione.
Da un lato infatti il Senato francese ha espresso il desiderio di veder ricostruita la cattedrale con le forme più vicine possibile a quelle precedenti al rogo. Dall’altra invece il Presidente Emmanuel Macron e il Primo Ministro Edouard Philippe non auspicano una semplice ricostruzione. La richiesta è infatti di realizzare una guglia adatta alle tecniche e alle sfide del mondo moderno.

 Il progetto per Notre Dame

Il progetto prevede la realizzazione del tetto e della guglia della cattedrale usando esclusivamente Structural Glass, un particolare tipo di vetro molto più resistente di quello normale.
L’idea di fondo sembra richiamare pesantemente un’altra famosa struttura realizzata da questo studio, il famoso cubo di vetro sulla 5th Ave di New York.

Sarà questo il nuovo tetto di Notre Dame?

Tim Kobe, fondatore di Eight Inc. ritiene che un soffitto e la guglia in vetro siano “spirituali e luminosi” e che evochino “la provvisorietà dell’architettura e della vita”. Aggiungendo inoltre: “Ritengo che questo capolavoro di architettura gotica francese richieda un profondo rispetto e il riconoscimento della storia e degli intenti del progetto originale. Non dovrebbe riguardare l’ego di una nuova espressione architettonica, ma una soluzione per onorare questa struttura storica”.

Altri progetti, stesso Apple Store a Notre Dame

In “difesa” (le virgolette sono d’obbligo) del progetto di Eight Inc, vi è il fatto che quella del tetto in vetro pare sia un’idea molto gettonata. Diversi altri studi di architettura, tra cui l’italiano Studio Fuksas, hanno proposto la realizzazione di un tetto e una guglia trasparenti: chi in cristallo Baccarat, chi con l’intenzione di creare una serra e un rifugio per volatili.
Le opinioni riguardo questi possibili futuri per Notre Dame le lasciamo al lettore, sperando che il governo francese punti sulla soluzione “meno scintillante” possibile.

[amazon_link asins=’8817016098,B07B47YM8Y’ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’15970784-c6dd-44fd-8927-b5f465355e0f’]


Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Amore Amore
0
Amore
Paura Paura
0
Paura
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF
Marco Sacchet

author-publish-post-icon
Studente di ingegneria informatica, nerd da quando ne ho memoria, metallaro impenitente, spero di poter condividere con voi un po' della mia passione per il mondo della tecnologia!