fbpx
LifestyleNews

BlaBlaCar lavora al progetto di un’App di viaggio all-in-one

Con un finanziamento di 115 milioni di dollari, la start-up francese lavora ad un'App di viaggio all-in-one

In questi giorni la start up francese BlaBlaCar ha raccolto un nuovo round di finanziamento di ben 115 milioni di dollari. A guidare l’investimento è VNV Global, assieme a Otiva J / F AB e FMZ Ventures. Al momento, però, non sappiamo bene quali sono le intenzioni realti della compagnia riguardo al fondo finanziario. Negli ultimi mesi, la start up ha ampliato non poco il suo campo di azione, aggiungendo al suo noto servizio di car pooling anche un mercato dedicato agli autobus. Di recente, infatti, BlaBlaCar ha acquisito Ouibus ed anche Busfor, una piattaforma online di biglietteria per bus. Il fondo finanziario, quindi, potrebbe essere impiegato in uno di questi tre progetti. O addirittura nell’aggregazione di tutti i servizi.

BlaBlaCar: i nuovi progetti della start-up francese

A quanto pare, i progetti della start-up francese riguardo il fondo finanziario di 115 milioni di dollari potrebbero riguardare tre diversi settori: il car pooling, gli autobus, e un’eventuale aggregazione dei servizi. Come ben sapete, il car pooling è il settore primario di interesse di BlaBlaCar. Oramai da 15 anni la compagnia si occupa di permettere agli utenti di trovare un passaggio in auto. E, nonostante l’emergenza Covid-19 abbia avuto un pessimo impatto sul mondo dei viaggio, il car pooling sembrerebbe averlo subito meno di aerei e treni. Certo, le entrate hanno subito una brutta riduzione, ma l’azienda non ha speso grandi cifre nel corso dell’anno, dato che il servizio è alimentato dalla stessa community. In fondo, nel 2020 la start-up ha comunque raccolto 50 milioni di passeggeri in ben 22 mercati.

BlaBlaCar bus

Il car pooling, quindi, sembrerebbe un mercato in cui BlaBlaCar oramai si muove in autonomia. Ben diversa, invece, è la situazione che riguarda gli autobus, che rappresentano una grande opportunità di guadagno nei mercati emergenti e nell’Europa Orientale. Al momento ci sono moltissimi bus in giro, ma non c’è la possibilità di acquistare i biglietti online. Ed è proprio questo il settore su cui si concentrerà la compagnia. A tale scopo, BlaBlaCar sta acquisendo Octobus, una società ucraina che lavora ad un sistema di gestione dell’inventario per la fornitura di autobus.

Ma il vero grande progetto della start-up potrebbe essere quello che riguarda la creazione di un’App che permetta agli utenti di trovare diverse possibilità di viaggi condivisi: car pooling, autobus e treni. A quanto pare, infatti, la società sembra intenzionata ad aggiungere operatori ferroviari al suo mercato entro la fine del 2021/inizio del 2022. Inizialmente, però, il progetto riguarderà soltanto alcuni Paesi, così da poter costruire uno strumento quanto più possibile funzionale. Il concetto è semplice: aprendo l’applicazione per trovare una soluzione per muoversi da una cittadina all’altra, il sistema potrebbe suggerire proposte varie, combinando i servizi ferriovari ad un passaggio in auto o ad una corsa in autobus. Una soluzione ottimale per riuscire a muoversi in totale tranquillità.

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button