fbpx

Bosch chiede agli automobilisti europei quale sarà il futuro dell’auto
Gli intervistati si mostrano a favore delle nuove tecnologie


Un recente sondaggio realizzato da Bosch e dall’istituto di ricerche di mercato Innofact in Germania, Italia, Francia e Regno Unito certifica l’interesse degli automobilisti europei in merito alle nuove tecnologie per i motori delle auto. I risultati dell’indagine confermano che nessun tipo di powertrain ha perso la sua rilevanza in questi ultimi mesi.

I risultati dell’indagine di Bosch

Stando ai risultati dell’indagine condotta da Bosch e Innofact su 2.500 intervistati in Germania, Italia, Francia e Regno Unito, tutte le tecnologie di powertrain continuano ad avere una certa rilevanza. Scegliendo domani l’acquisto di una nuova auto, circa un automobilista su due opterebbe per un motore a combustione per l’auto principale. Circa uno su tre, invece, opterebbe per tale soluzione per la seconda auto.

Secondo il 68% degli intervistati, inoltre, nel 2030 il tipo di trazione più utilizzata sarà l’elettrico. Tale tecnologia precede i motori ibridi e i motori a combustione. Da notare, inoltre, che i partecipanti al sondaggio hanno evidenziato il potenziale delle auto con alimentazione fuel cell. Circa uno su tre pensa che questo sistema rappresenti il futuro della mobilità.

Gli automobilisti europei sono favorevoli agli incentivi

Da notare, inoltre, che circa il 70% degli intervistati europei ha sottolineato di essere a favore degli incentivi statali per l’acquisto di nuove auto elettriche e ibride plug-in. In Italia, invece, l’83% ha dichiarato di essere favorevole ad incentivi anche per le auto tradizionali.

Stefan Hartung, membro del Board di Bosch e presidente del settore di business Mobility Solutions, ha sottolineato: “La mobilità elettrica è in arrivo – e questa è una buona notizia. Solo quest’anno Bosch investirà 500 milioni di euro nel settore. Allo stesso tempo, stiamo perfezionando continuamente il motore a combustione interna, poiché è ancora necessario” 

Il 57% degli intervistati ritiene che i carburanti sintetici rinnovabili (RSF) dovranno beneficiare di agevolazioni fiscali. Secondo Hartung: “Non c’è altra via senza i carburanti sintetici rinnovabili se vogliamo raggiungere i nostri obiettivi climatici”

Offerta
Auto elettrica
  • De Michele, Giovanni (Author)

Davide Raia

                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link