fbpx
MotoriNews

Il caro benzina non si ferma, altra settimana di aumenti in arrivo

Il metano l'idrocarburo più colpito dai rincari

Il caro benzina, che da mesi ormai grava sui conti di automobilisti e motociclisti non sembra aver fine. Nella giornata di venerdì la contrattazione dei dei prodotti petroliferi in Mediterraneo si è chiusa in rialzo e come un orologio svizzero ENI, prima di tutte le altre compagnie petrolifere, ha ritoccato di un centesimo i prezzi di benzina e diesel.

Nello specifico, da lunedì 11 ottobre, secondo quanto riportato dal Quotidiano Energia rispetto ai dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato della benzina, in modalità self, va a 1,718 euro/litro (venerdì 1,709) con i diversi marchi compresi tra 1,711 e 1,732 euro/litro (no logo 1,700). Se si sceglie di essere serviti da un addetto per fare il pieno benzina il prezzo medio praticato cresce a 1,851 euro/litro (venerdì 1,843) con una media dei brand più noti che si attesta tra 1,790 e 1,926 euro/litro (no logo 1,747).

Cresce anche il diesel che in modalità self, arriva a costare 1,576 euro/litro (venerdì era1,565) con una media di costo tra le varie compagnie compresa tra 1,570 e 1,587 euro/litro (no logo 1,560).  In modalità “servito” il diesel arriva a costare 1,717 euro/litro (venerdì era 1,708) con prezzi medi praticati dalle compagnie che sono tra 1,657 e 1,789 euro/litro (no logo 1,608). Non scampa neanche il Gpl che vede una aumento da 0,792 a 0,806 euro/litro (no logo 0,782).

Caro Benzina, il metano è l’idrocarburo maggiormente colpito

Di sicuro quelli che si sono visto tutto ad un tratto vedere schizzare il prezzo del carburante della propria auto sono i possessori di modelli alimentati a metano. Se la scelta di queste auto rispetto alle altre a diesel o benzina, era appunto per il costo molto basso di un pieno, ora quei tempi sono, (purtroppo) finiti. Dai 0.90 cent al chilogrammo si è passati ad un prezzo medio di 1.5 1.7 euro, con l’ultima rilevazione che vede un prezzo medio del metano auto tra 1,443 e 1,794 (no logo 1,514) – venerdì 1,336 e 1,696 (no logo 1,400). E nel centro-nord Italia non sono pochi i distributori che hanno messo un prezzo che addirittura supera i 2 euro al kg.

Il paradosso, come spiega, un portavoce di Unem (Unione Energie per la Mobilità) ex Unione Petrolifera intervistato dal Resto del Carlino, è che il prezzo medio dei carburanti che si paga in Italia è in generale allineato agli altri Paesi dell’Unione Europea, anzi in alcuni casi è anche meno caro di 4-5 centesimi. Purtroppo però parliamo di prezzo “netto”, ovvero prima che vengano applicate tutte le imposte fiscali (iva, tasse e accise) che sono la causa principale (il 60% in più) del prezzo finale davvero molto alto che si va pagare.

Questo caro benzina ormai fuori controllo, oltre ad incidere pesantemente sull’economia di ogni famiglia italiana che possiede un’auto, va anche ad aumentare i costi che di chi trasporta merci (aerei, navi, autotrasporti) con un relativo aumento anche dei beni di prima necessità e non. In pratica, l’impennata del prezzo dei carburanti mette a dura prova l’intero costo della vita.

Infatti, come spiega Massimiliano Dona Presidente dell’Unione nazionale consumatori: “Bisogna che il Governo intervenga non solo su luce e gas ma anche sul caro benzina, riducendo le accise sui carburanti. Altrimenti queste tre voci rischiano di far schizzare verso l’alto l’inflazione con ripercussioni sul potere d’acquisto delle famiglie e, di conseguenza, sui consumi”.

caro benzina
Massimiliano Dona, Presidente Unione Nazionale Consumatori

Dalla rilevazione del 21 settembre 2020, continua Dona, quando la benzina era pari a 1.389 euro al litro e il gasolio a 1.267 euro al litro, un pieno da 50 litri costa 14 euro e 10 cent in più per la benzina e 12 euro e 46 cent in più per il gasolio. Un rialzo del 20,3% e del 19,7%. Da un anno all’altro si tratta di un aumento di 338 euro all’anno per la benzina e a 299 euro per il gasolio”.

Arnold, Tanica per carburante in metallo, 10 L, nero,...
  • Spessore della tanica 0,9 millimetri
  • rivestimento speciale anticorrosione
  • brevettato per il trasporto del carburante

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button