NewsTech

CAT S60: la Polizia di Stato lo sfrutta per le sue caratteristiche

La Polizia di Stato ha recentemente iniziato ad utilizzare i Rugged Smartphone CAT S60

cat s60

L’operazione strategica di ammodernamento iniziata sei anni fa dalla Polizia Ferroviaria – specialità della Polizia di Stato – ha appoggiato le sue basi nel tentativo di dotare gli operatori di strumenti in grado di facilitare concretamente il loro lavoro. Ad aggiungersi a questi ultimi è stato, di recente, CAT S60, smartphone scelto per le sue caratteristiche.

CAT S60, lo smartphone perfetto per il lavoro

Emanuele Vittore, Direttore Tecnico Principale della Polizia di Stato, nell’ottica di proseguire il percorso di rinnovamento del lavoro ha condotto una fase di studio specifica. Quest’ultima ha infatti analizzato diversi dispositivi, finché non si è imbattuta proprio in CAT S60, uno smartphone scelto per le sue caratteristiche.

A portare S60 sul piedistallo è stata, prima di tutto, il suo essere dotato di termocamera, strumento utile soprattutto durante le operazioni notturne. Una caratteristica simile, unita alla possibilità di installare due SIM – una per i dati ed un’altra per le comunicazioni in ambito ferroviario (GSM-Railway) – buone performance hardware e un’elevata resistenza anche a cadute ripetute, hanno velocemente convinto i membri della Polizia di Stato.

Tutti e 15 i compartimenti potranno inoltre sfruttare alcune app Android, create appositamente per l’occasione, per localizzare ogni singola pattuglia, in qualunque momento, nelle stazioni o sui treni di tutta la rete ferroviaria italiana. Un servizio di localizzazione così efficiente permetterebbe alla sala operativa di gestire in tempo reale interventi e controlli, ma anche di accompagnare ogni pattuglia nel proprio lavoro giornaliero.

Creati appositamente per sfruttare al meglio le potenzialità di CAT S60 in queste situazioni sono anche nuovi software, ideati per permettere di utilizzare in modo molto più semplice il pulsante di SOS integrato.

Smart SDI 2.0, un’app completamente nuova

Una tra le nuove app create appositamente per CAT S60 è Smart SDi 2.0. Quest’ultima è infatti un’applicazione ideata per rendere molto più semplice il controllo dei viaggiatori, tramite l’acquisizione dei documenti identità.

A permetterlo è la fotocamera del dispositivo, perfetta per ottenere tutti i dati utili, unita al protocollo NFC per la trasmissione degli stessi alla sala operativa, ai fini dell’espletamento dei controlli.

cat s60

Questa app, ideata proprio da Vittore, permette così ad ogni operatore che si trovi di fronte un soggetto pericoloso di verificarne in pochi secondi, tramite connessione diretta con il database della centrale operativa, l’identità in modo da procedere eventualmente con i provvedimenti del caso.

L’utilizzo di strumenti simili sul luogo di lavoro ha immediatamente suscitato riscontri positivi, soprattutto perché permette di rendere molte azioni quotidiane più veloci e semplici, grazie all’eliminazione di lunghi e laboriosi passaggi di verifica manuale intermedi.

Tags

Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker