fbpx
CulturaNews

È morto Charles Geschke, inventore del pdf e fondatore di Adobe

Charles Geschke è morto all’età di 81 anni. L‘inventore del pdf e fondatore di Adobe viveva a Los Altos, nella baia di San Francesco, e, stando a quanto dichiarato dalla società, è mancato venerdì.

“Questa è un’enorme perdita per l’intera comunità Adobe e l’industria tecnologica, per la quale è stato una guida ed un eroe per decenni”, ha scritto Shantanu Narayen, attuale CEO di Adobe, in una mail ai suoi dipendenti.

Chi era Charles Geschke?

Charles Geschke e John Warnock
Charles Geschke e John Warnock

Charles Matthew “Chuck” Geschke, nato a Cleveland (Ohio) l’11 settembre 1939, iniziò a lavorare allo Xerox Palo Alto Research Center subito dopo il dottorato. Qui conobbe John Warnock con cui creò Interpress, un linguaggio di descrizione di pagina che consente al computer di trasmettere alla stampante un file che include la descrizione della pagina da stampare indipendentemente dal software e dalla piattaforma utilizzata.
Xerox però non colse le potenzialità di Interpress, così Geschke e Warnock abbandonarono l’azienda per creare la loro. E’ così che, nel garage di Warnock, nacque Adobe, così chiamata per via del fiume Adobe Creek.

Il primo prodotto dell’azienda? Adobe PostScript, evoluzione di Interpress. A Charles Geschke però dobbiamo anche l’invenzione del pdf e di software famosi come Illustrator, Premiere Pro e Photoshop.

Geschke fu COO (Chief Operating Officer) di Adobe dal 1986 al 1994 e Presidente della società dal 1989 al 2000, anno in cui si ritirò dalla carica di CEO anche Warnock.

Adobe Creative Cloud | Student & Teacher | 1 Anno | PC/Mac |...
  • Creative Cloud offre tutto quello che ti serve per trasformare le tue idee più brillanti nei tuoi progetti migliori su...
  • Tutti i tuoi strumenti creativi. In un’unica posizione.
  • Con Creative Cloud, tutte le tue risorse sono all'interno delle tue app preferite, così potrai trasformare rapidamente...

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button