fbpx
MotoriNewsTech

Circ pronta a ‘conquistare’ Roma con i suoi monopattini elettrici

Abbiamo avuto modo di visitare la warehouse romana della sharing company e provare i suoi mezzi

ROMADopo la visita a Kilometro Rosso, abbiamo nuovamente avuto modo di provare i monopattini elettrici di Circ presso la sua warehouse situata a Roma, dove la sharing company ha intenzione di espandere quanto prima la sua attività di sharing. In questa occasione abbiamo avuto anche modo di farci raccontare meglio il funzionamento di questi mezzi e del funzionamento dell’azienda.

I monopattini elettrici di Circ presto a Roma

La warehouse romana di Circ mostra, fin alla sua organizzazione interna, l’estremo controllo dell’azienda sulla sua supply-chain, sul prodotto e sulla logistica. Oltre agli spazi di ricarica, infatti, sono previsti, in maniera perfettamente delimitata, anche gli spazi per i mezzi con cui trasportare i monopattini in giro per la città e con cui ritirarli. Circ, infatti, a differenza, di altre compagnie di sharing, si occupa in-house del ritiro e della ricarica dei sul parco mezzi, senza impiegare i cosiddetti gig worker.

CIRC warehouse Roma monopattini elettrici

Anche i monopattini, invece di essere acquistati in blocco da produttori come Xiaomi o Segway-Ninebot, sono prodotti direttamente dall’azienda tedesca. In questo modo è possibile adattare la flotta di ogni città alle sue particolarità stradali, come possono essere esempio i sanpietrini di Roma. Nello specifico, i monopattini italiani, rispetto ai cugini stranieri, sono dotati di ruote più larghe per una maggiore stabilità, un doppio ammortizzatore idraulico (anteriore e posteriore), pedana e telaio rinforzati.

Quella di Roma è certamente una sfida molto importante per Circ, da diversi punti di vista- sottolinea Tommaso Giacchetti, City Manager di Circ a Roma. Riteniamo però che la nostra esperienza internazionale, la capacità consolidata di gestire il servizio in contesti urbani molto complicati in tutta Europa, ci accreditino nella maniera migliore per candidarci ad essere un partner affidabile e serio per Roma Capitale nel grande progetto di sviluppo condiviso e sostenibile della micro-mobilità della città“.

CIRC ruote Roma monopattini elettrici

Proprio nell’ottica di rispondere ad una domanda di soluzioni per la micro-mobilità, Circ ha avviato un rapporto di collaborazione con il Laboratorio di Ingegneria dei Trasporti dell’Università di Roma Tre per sviluppare una serie di attività per indagare le potenzialità della mobilità a corto raggio elettrica tramite monopattino e i suoi riflessi sul contesto urbano della città di Roma.

L’Italia è per Circ un mercato strategico e dalle grandi potenzialità su cui l’azienda ha continuato ad investire durante questi mesi di continuo dialogo con le Istituzioni che si sono impegnate a promuovere questa nuova forma di micro-mobilità. Auspichiamo ora che il lavoro svolto in questi mesi accanto ai Comuni produca, a stretto giro, un’introduzione del servizio che sia virtuoso e che tenga conto delle reali esigenze dei cittadini e del decoro urbano” ha commentato Matteo Corasaniti, Director of Operations per Circ Italy.

La nostra prova

CIRC luci Roma monopattini elettrici

Ma parliamo ora dell’esperienza di guida di questi mezzi, a partire dal manubrio: sono infatti qui tutti i comandi necessari a manovrare il veicolo, con l’acceleratore a destro e il freno a sinistra. Sempre in quest’area troviamo: un porta-telefono, per tenere aperte le mappe durante la guida e ricaricarlo usando la porta USB nascosta dal gommino sull’asta; i LED che indicano lo stato di carica; il pulsante per accendere le luci di notte; un porta-borraccia incorporato con l’asta.

CIRC mezzo Roma monopattini elettrici

Dopo qualche secondo di prova, guidare questo monopattino è stato incredibilmente naturale, e più veloce di ogni mia aspettativa. Ma questo è dovuto al fatto che i monopattini in prova avevano la possibilità di raggiungere i 25km/h, mentre quelli che saranno disponibili in giro saranno limitati a 20km/h, una velocità comunque considerevole che decisamente si sente. Sul percorso di prova era stato posto anche un dosso, per testare le sospensioni, le quali hanno fatto un lavoro egregio nel mantenere il monopattino stabile (anche se non consiglierei, per esperienza personale , di passarci sopra a velocità piena).

CIRC caschi Roma monopattini elettrici

Mi sono poi piaciuti molto i caschi di Circ, fatti apposta per essere estremamente compatti quando non li si sta indossando. Diventano infatti così sottili da essere in grado di entrare in qualunque borsa o zaino. Avevo all’inizio dei dubbi sulla loro effettiva solidità rispetto ad un casco da bici classico, ma indossandoli mi sono sembrati estremamente comodi, solidi e capaci di offrire una ragionevole protezione.

Dopo questa visita, non vedo veramente l’ora di vedere questi monopattini finalmente per strada per poterli provare ‘nella vita reale’. Potete intanto trovare maggiori informazioni su Circ e il suo servizio di sharing sia sul sito ufficiale che attraverso le app, che vi lasciamo qui sotto:

Tags

Giovanni Natalini

Chi mi conosce mi definisce come una persona 'entusiasta' e 'appassionata': scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi. A tempo perso, sto finendo una laurea magistrale in Ingegneria Elettronica.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker