News

Come pagare meno Spotify, Netflix, Office 365 e molto altro

come pagare meno spotifySempre più spesso ci troviamo a dover far fronte a dei servizi mensili in abbonamento. Ma come fare per pagare di meno Spotify? E Netflix? Un modo c'è ed è totalmente legale. Non sarà necessario ripiegare su insoliti trucchi o, peggio, apk illegali.

La soluzione è Together Price: si tratta di un sito che vi permette di condividere la spesa di diversi servizi in abbonamento, aiutandovi così a risparmiare su Spotify e altri servizi.

Together Price, cos'è e come funziona

L'infrastruttura di Together Price è progettata in Italia, a Roma, per la precisione. L'idea è quella di offrire agli utenti la possibilità di trovare altre persone con cui poter condividere un piano d'abbonamento o un acquisto legato a un particolare software, il tutto in modo legale e rispettando quindi i termini e le condizioni dei relativi servizi.

Il risultato? Un enorme risparmio sulle varie spese mensili richieste da questi servizi, tra cui troviamo gli immancabili Netflix, Spotify e persino Xbox Live e Kaspersky Antivirus.

Se vi sarete appena iscritti ad un piano mensile di Netflix, ad esempio, su Together Price potrete trovare altre quattro persone disposte a dividere la spesa, mettendo a disposizione il proprio abbonamento. Nel caso in cui foste voi a dovervi aggregare come potenziali "colleghi", basterà invece collegarsi alla piattaforma e cercare il nome del servizio interessato, così da trovare un gruppo disponibile al cosiddetto acquisto condiviso.come pagare meno spotify

Quali sono i servizi da condividere con Together Price?

Ad oggi, Together Price permette la condivisione dei seguenti servizi in abbonamento su cui poter risparmiare:

  • Now TV
  • Google Play Music
  • Office 365 Home
  • Netflix
  • Infinity
  • Spotify Family
  • Apple Music
  • Xbox Live
  • Steam
  • Kaspersky Antivirus
  • Kaspersy Internet Security
  • AVG Antivirus
  • Norton Security Deluxe
  • ESET Smart Securty Premium
  • Dropbox

Tutto ciò è legale? Assolutamente sì.

Together Price appare come una soluzione fin troppo vantaggiosa per i suoi utenti, ma sarà anche legale risparmiare in questo modo? La risposta è Sì.

La società si è infatti limitata a lanciare un'infrastruttura informatica che permetta agli utenti di utilizzare in modo agevolato i più noti piani multi-licenza e multi-account disponibili in rete. Questi potranno quindi essere condivisi attraverso un gruppo di persone, ai quali sarà chiesto di rispettare i termini di uso consentiti dai suddetti servizi.

LEGGI ANCHE: Recensione N26, la banca per smartphone

Non è un caso, insomma, se tra i partner di Together Price troviamo grandi entità quali Adobe, N26, Hype e molti altri, a riprova della serietà di questa piattaforma.

Tags

Team di redazione

L'account della redazione di Tech Business.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker