fbpx
CulturaNewsTech

I segreti di MioDottore per affrontare i pasti durante le feste, senza rinunciare alla linea

Stop all'incubo bilancia con alcuni semplici consigli

MioDottore, piattaforma di prenotazione online per visite con medici specialisti, ha notato, nel corso di gennaio 2018, un aumento del 59% delle prenotazioni di visite presso nutrizionisti. Questo sottolinea quanto, subito dopo le feste, molte persone realizzino di non aver affrontato al meglio i pranzi e le cene abbondanti. Visto che prevenire è meglio che curare, quest’anno vi proponiamo i 4 consigli della dottoressa Sara Pressante su come godersi i pasti natalizi senza rinunciare alla linea.

Bilanciare i pasti ed ascoltare il nostro corpo

Spesso, senza rinunciare ad inviti o al gusto, per salvaguardare la forma fisica basta qualche piccolo accorgimento. Se siamo fuori casa, in ristoranti o trattorie, è bene prediligere alimenti salutari, evitando fritti, cibi eccessivamente grassi (come pannaburrostrutto) e carni conservate (pancettaguancialesalumi). Se questo tipo di pasti sono frequenti, è necessario bilanciare di conseguenza il resto della giornata. Questo non vuol dire digiunare, ma significa prediligere opzioni leggere, come ad esempio due fette biscottate con una tisana.

È bene inoltre ascoltare il nostro corpo: se dopo un pranzo abbondante non si sente la necessità di cenare, non bisogna sforzarsi di farlo.

Dolci e frutta secca

Dolci come il panettone, pandoro torrone ci possono portare a cadere facilmente in tentazione durante il periodo natalizio. Se possibile, bisogna cercare di compensare il desiderio di dolce con altri cibi, come la cioccolata fondente (almeno al 70%). Se proprio non si può resistere, è meglio consumare una fettina di pandoro o panettone di buona qualità come spuntino o a colazione piuttosto che dopo un pasto abbondante. Per quanto riguarda la frutta secca, questa ha in realtà molti benefici per il corpo, in quanto aiuta a ridurre i livelli di colesterolo ematico controllare i livelli di glicemia.

È allo stesso tempo un alimento molto calorico: si consiglia quindi di consumarne 20/30 grammi al giorno come spuntino o a colazione con una fonte proteica (latte o yogurt) o una fonte di carboidrati (fette biscottate, fiocchi di avena) e frutta fresca.

Cose da fare

Anche durante le vacanze, nonostante le tentazioni, bisognerebbe cercare di mantenere un’alimentazione equilibrata, prediligendo frutta e verdura, cereali integrali e spezie ed erbe aromatiche al posto del sale.

Soprattutto le verdure andrebbero consumate crude, per salvaguardare il contenuto di vitamine. Preferire l’acqua all’alcol e alle bevande gasate, consumandone almeno due litri al giorno.

Cose da non fare prima e dopo le festività

L’errore che molti fanno prima delle festività è quello di puntare a diete eccessivamente ipocaloriche. È meglio non iniziare una dieta prima di Natale, e piuttosto regolarsi durante le feste, anche al fine di non creare troppi squilibri in un periodo troppo breve. Anche dopo le festività non bisogna esagerare: è inutile andarsi subito a pesare, perché l’unico risultato sarà quello di angosciarsi e di puntare a diete eccessivamente ipocaloriche, non mantenibili nel tempo.

Meglio semplicemente tornare a delle sane ed equilibrate abitudini alimentari e praticare della attività fisica, sia di tipo aerobico che anche dolce, come delle semplici passeggiate.

MioDottore.it
MioDottore.it
Price: Free
Miodottore.it
Miodottore.it
Price: Free

Per dubbi e approfondimenti riguardanti gli accorgimenti alimentari da seguire, è possibile visitare la pagina “Chiedi al dottore presente all’interno del sito MioDottore.it.

Tags

Giovanni Natalini

Chi mi conosce mi definisce come una persona 'entusiasta' e 'appassionata': scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi. A tempo perso, sto finendo una laurea magistrale in Ingegneria Elettronica.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker