fbpx

La prima volta che ho visto le CTEsports Mantra ho storto un po' il naso. Il design infatti è assolutamente spartano e, diciamocelo, non troppo attraente. Eppure, una volta indossate e provate, ho iniziato davvero ad apprezzarle. Il motivo? Ve lo spiego subito.

Comode, solide ma migliorabili

L'impatto iniziale, come vi accennavo poco sopra, non è dei migliori. Le CTEsports Mantra risultano decisamente troppo minimali e caratterizzate da linee dure e da scelte estetiche decisamente discubili, molto lontane da quelle prese invece dai brand più blasonati.

Questo però non significa che la qualità costruttiva delle Mantra sia pessima. Anzi, l'headset di Cortek è comodo, leggero e capace di mixare in modo più che soddisfacente plastica e metalli. Questo permette all'archetto di avere una resistente anima in metallo, senza però appesantire troppo la nostra testa durante sessioni di gioco prolungate. A rendere l'uso piacevole ci pensano poi i due padiglioni, morbidi e capaci di contenere perfettamente qualsiasi tipo di orecchio.

L'unica vera pecca è rappresentata dai controlli di queste cuffie, situati lungo il cavo intrecciato. Il problema è che il dongle che ospita tutti i pulsanti di cui abbiamo bisogno è davvero enorme e deve necessariamente essere appoggiato sulla scrivania, altrimenti andrà ad appesantire inutilmente la vostra testa.

Vi segnalo infine che le CTEsports Mantra funzionano unicamente su PC e hanno bisogno 3 differenti ingressi: il jack per le cuffie, quello per il microfono e una porta USB che vi consentirà di usare tutte le funzionalità dell'headset.

Sotto la superficie

Ma come si comportano queste cuffie una volta indossate?

A bordo troviamo driver da 53mm al neodimio che garantiscono un'ottima qualità sonora. L'audio è cristallino, i bassi sono sufficientemente profondi e la sensazione di immersività è davvero elevatissima.

Il controllo remoto ci consente poi di sfruttare una serie di funzionalità aggiuntive che ho avuto modo di apprezzare nel corso della nostra prova. Prima di tutto avete a disposizione un piccolo switch che ci consente di sfruttare la tecnologia ANC, ossia la cancellazione attiva del rumore. Questo aumenterà l'isolamento e vi aiuterà a concentrarvi sul gioco.

Esiste poi la 3D mode che offre 4 diverse equalizzazioni: base, cinema, gaming e musica; questo vi permetterà di adattare questo accessorio alle vostre esigenze e a qualsiasi tipo di situazione. Non mancano poi la possibilità di regolare il volume grazie all'apposita rotella e quella di accendere o spegnere il microfono, microfono che vanta una qualità piuttosto buona ma che abbiamo trovato forse un po' troppo rigido.

Vale la pena acquistare le CTEsports Mantra?

Le CTEsports Mantra non sono per tutti e vanno a posizionarsi in una fascia di mercato davvero difficile da conquistare. Stiamo infatti parlando di un prodotto che funziona esclusivamente su PC e che viene venduto a 199 Euro, un prezzo molto simile a quello di headset decisamente più conosciuti e rinomati.  La mossa di Cortek mi è quindi parsa forse un po' troppo azzardata. Il brand CTEsports, creato dall'azienda proprio per entrare nel mondo degli sport elettronici, va a scontrarsi con produttori più famosi e notoriamente affidabili, cosa che potrebbe penalizzare la diffusione e la crescita del marchio.

Questo ovviamente non significa che le Mantra valgano meno di altre cuffie. Anzi, a conti fatti si sono rivelate particolarmente interessanti e performanti, adatte però solo a coloro che giocano esclusivamente su PC e che vogliono puntare su un equipaggiamento davvero professionale.


What's Your Reaction?

Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Amore Amore
0
Amore
Paura Paura
0
Paura
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF
Erika Gherardi

author-publish-post-icon
Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.