fbpx
Cyberpunk-2077-problemi-Tech-Princess

Cyberpunk 2077: che cosa è successo, tra polemiche e pessime prestazioni
Il gioco più atteso dell'anno si è rivelato un totale flop sulle console di old-generation


Cyberpunk 2077, uno dei titoli più attesi dello sviluppatore polacco CD Projekt Red, ha fatto il suo glorioso ingresso nell’universo videoludico pochi giorni fa, precisamente il 10 dicembre. Di glorioso, però, ci sono solo le sue ottime prestazioni su PC. Per quanto riguarda PlayStation 4 e Xbox One, il titolo sta facendo scalpore a causa delle sue pessime prestazioni, che stanno portando sempre più commenti negativi polemiche da parte del pubblico e la critica, tra cui anche richieste di rimborsi.

Com’è possibile che stia ottenendo un insuccesso tale, dopo tutte quelle meravigliose recensioni positive dei giorni passati? Andiamo ad analizzare la situazione perché Cyberpunk 2077 sembra non raccontarcela giusta.

Cyberpunk 2077: otto anni di rinvii e lunghi silenzi

Conosciamo già tutti la storia di Cyberpunk 2077. Il titolo è stato annunciato nel lontano 2012, durante una normale conferenza estiva in cui CD Projekt Red ha svelato il nuovo titolo a cui stava lavorando, all’epoca chiamato solo Cyberpunk. Qualche mese dopo è stato battezzato con il nome che conosciamo tutti ora.

Dopo anni di silenzio, altri giochi in sviluppo come The Witcher 3: Wild Hunt, espansioni relative a quest’ultimo e trailer a sorpresa, con tanto di Keanu Reeves a presentare il gioco durante l’E3 di due anni fa, siamo arrivati al 2020. Teoricamente il titolo avrebbe dovuto vedere la luce delle console ad aprile di quest’anno, ma sappiamo cos’è successo: primo rinvio subito.

All’inizio il team doveva sistemare alcuni bug, perché voleva giustamente offrire al pubblico un’esperienza di gioco immersiva e unica. In seguito gli sviluppatori sono andati in crunch, il gioco è stato rinviato una seconda volta e i fan hanno dovuto attendere ancora.

Si avvicina novembre 2020, il momento della verità. Cyberpunk 2077 però rimane fermo dov’è e CD Projekt Red annuncia l’ennesimo rinvio e una nuova data, questa volta fissata al 10 dicembre. Sarà la volta buona, il gioco arriverà davvero nelle nostre case e sulle nostre console?

Con tutti questi rinvii, anni di attesa e problemi vari, iniziano ad uscire le prime recensioni del gioco. La critica è entusiasta, sembra davvero il gioco dell’anno. Il pubblico è emozionato, mancano pochi giorni all’uscita ufficiale e gli articoli su web sono positivi e pazzeschi. CD Projekt Red sembra essere riuscita nel suo intento, ovvero offrire un gioco ottimo, con prestazioni eccellenti e un’atmosfera nuova.

Il 10 dicembre 2020 arriva, il gioco esce ma c’è qualcosa che non va, in particolare su PlayStation 4, Xbox One e relative console next-generation. In realtà c’era anche prima ma nessuno ci ha fatto caso, almeno fino ad ora.

Tanti, troppi problemi sulle console di old generation: che succede?

Cyberpunk-problemi-PS4-Xbox-Tech-Princess

Ciò che sta succedendo a Cyberpunk 2077 è strano e non dovrebbe accadere, specialmente se teniamo in considerazione tutti gli anni che gli sviluppatori hanno impiegato per realizzare questo titolo, il più atteso di quest’anno.

Prima dell’uscita di ogni gioco, la stampa ha la possibilità di provarlo in anteprima e dire la sua, analizzando pro e contro del titolo in arrivo, grafica, gameplay e altri elementi importanti. A cosa servono queste recensioni? Il principio è molto semplice, le recensioni servono a fare pubblicità – positiva o negativa – ad un determinato prodotto. Il loro scopo è quello di illustrare e giudicare criticamente il prodotto.

Se più persone valuteranno positivamente quel gioco, quel film o dispositivo, l’utente si fiderà di più e automaticamente sarà più propenso a compiere una determinata azione, quindi acquistarlo. In quei giorni, però, succede qualcosa di inaspettato: la stampa specializzata per le versioni console non riceve i codici review per provare e recensire Cyberpunk 2077.

Gli unici codici offerti sono quelli per PC, l’unica piattaforma in grado, al momento, di supportare al meglio il gioco e anche l’unica con la quale si possono sottolineare le ottime prestazioni grafiche e la giocabilità. Questo è il motivo per cui le recensioni del gioco erano così sorprendenti: erano principalmente recensioni fatte su PC, contenenti informazioni affrettate che non tenevano conto delle mancanze su console.

Cosa è successo sulle console? Le recensioni da parte della stampa sono arrivate leggermente in ritardo, a causa del problema che abbiamo menzionato qui sopra, ma la risposta del pubblico è stata immediatapiuttosto negativa.

Sono state pubblicate varie clip che mostrano i difetti di Cyberpunk 2077 su PlayStation 4 e Xbox One. All’inizio questi difetti riguardavano principalmente problemi di frame rate, che hanno iniziato a diventare virali sui social media. Non era però chiaro se tutti questi giocatori stavano provando il gioco con la patch day zero.

Dopo tutto, alcuni fan hanno trovato il modo di giocare in anticipo attraverso metodi come il cambio del fuso orario delle loro console. Gli sviluppatori di CD Projekt Red riguardo a ciò hanno rivelato che, se i giocatori hanno precaricato il gioco in anticipo, allora quello che si avvia ha già la patch day one.

Le ore passavano e per il gioco la situazione non è migliorata: anzi, durante la sera del 10 dicembre 2020, sono emersi ulteriori filmati che hanno ribadito brutalmente i problemi presenti sulle console.

Oltretutto ci sono state molte livestream in cui i giocatori hanno fatto notare nuovi problemi, ad esempio la presenza di numerosi crash, gameplay frammentato, congelamenti, NPC stranamente geometrici e molto altro ancora. Tutti questi problemi tecnici sembrano essere presenti su tutte le versioni delle vecchie console, stando a quanto visto su piattaforme come Twitch e YouTube Live.

Come se non bastasse, il titolo non gira bene nemmeno sulle console di next-generation perché, a quanto pare, l’aggiornamento sarà disponibile solo nel 2021. Infatti le versioni che il pubblico sta provando su Xbox Series X e PS5 sono solo edizioni di ultima generazione potenziate, motivo per cui non reggono il confronto con la versione per PC.

Il gioco più atteso dell’anno si è rivelato un disastro

L’attesa ha creato false speranze e i fan sono rimasti particolarmente delusi. Gli utenti erano convinti che non ci sarebbero stati problemi: in fin dei conti CD Projekt Red ha rinviato il gioco tre volte e ha passato ben otto anni su di esso.

Qualche piccolo bug ci può stare, nulla al mondo è perfetto, tantomeno i videogiochi. Qui però non si tratta di minuscoli bug ma di veri e propri difetti, tipici di un gioco a cui non sono state date le giuste attenzioni o cure. Com’è possibile che non sia nemmeno pronto un aggiornamento per la next-generation?

Ormai è risaputo che i videogiochi di oggi sono creazioni costose, richiedono molto tempo e, spesso e volentieri, subiscono numerose variazioni, diventando quindi quasi ingestibili. Gli sviluppatori, specialmente in un periodo come quello che stiamo vivendo, sono poi costretti a fare i salti mortali per finire in tempo il gioco,

Oltretutto la pressione del pubblico, delle scadenze imposte e altri dettagli, rischiano per rovinare tutto ed è proprio quello che è successo a Cyberpunk 2077.

Sappiamo che nel corso dei mesi arriveranno patch e aggiornamenti che, lentamente, miglioreranno sempre di più il gioco fino a renderlo ottimo anche su console, non solo su PC. Il fatto che però il pubblico abbia dovuto attendere così tanto e che la società lo abbia rinviato tre volte, facendo credere agli utenti che avesse tutto sotto controllo, è sbagliato.

Non solo il pubblico ha dovuto attendere parecchio tempo, ma non è riuscito nemmeno ad ottenere il titolo che CD Projekt Red aveva promesso loro.

Si tratta di un vero e proprio disastro a livello di immagine, sia per l’industria dei videogiochi che rischia in qualche modo di perdere la fiducia del pubblico. A causa di questo evento molti utenti potrebbero decidere, in un futuro prossimo, di non preordinare più un gioco e di attendere diversi mesi prima di acquistarlo, proprio per avere la certezza che funzioni bene e non risulti uno spreco di soldi.

Oltretutto è anche un grande danno per il consumatore, proprio perché era il titolo più atteso dell’anno e in pieno periodo natalizio, un periodo che dovrebbe portare felicità e allegria, non delusioni.

Cyberpunk 2077 su Google Stadia potrebbe essere la soluzione?

In questo calderone colmo di delusioni, attese, rinvii e bug, c’è forse un aspetto positivo. Come abbiamo detto precedentemente, i giocatori su PC non sono rimasti particolarmente delusi dal gioco poiché sembra essere l’unica piattaforma su cui gira bene. È davvero l’unica?

Sembra esserci un’altra piattaforma sulla quale il gioco offre delle prestazioni ottime e stiamo parlando di Google Stadia, il cloud gaming di Google.

Google Stadia è stato messo da parte dalla maggior parte dei giocatori, per chissà quale motivo. Molti ritenevano che le console di old e next-generation potessero offrire loro più soddisfazioni da un punto di vista di giocabilità e grafica. A quanto pare, però, il titolo di CD Projekt Red sembra offrire le sue migliori prestazioni su PC e su Stadia.

Questo ha lasciato molti giocatori a bocca aperta.

Se non possedete un PC di ultima generazione o comunque abbastanza potente, Google Stadia potrebbe essere la soluzione migliore per voi.

Molti utenti sono rimasti estremamente colpiti da quanto stia funzionando bene il titolo su Stadia. A differenza delle versioni per console, Stadia ha delle pre-impostazioni grafiche in grado di dare la priorità alla risoluzione o al frame rate. Sembra quindi che il servizio di giochi funzioni molto bene, senza bug gravi o troppi crash.

Qualche leggero problema è presente anche su Stadia, come è presente su PC, ma tutto sommato sembra essere davvero la soluzione migliore per godersi il gioco di CD Projekt Red. Per quale motivo? Perché dovete semplicemente acquistare il gioco e utilizzare un browser basato su Chromium.

Non dovete preoccuparvi né perdere tempo a scaricare dati, aggiornamenti o quant’altro, avete solo bisogno di una buona connessione e basta. Oltretutto il costo, rispetto a quello di un PC o una console, è minimo ed otterrete comunque un risultato davvero ottimo.

Il gioco funziona in Full HD a 60fps nella versione gratuita e in 4K a 30fps in quella a pagamento. Questo vuol dire che potete ottenere un’ottima grafica e un’esperienza immersiva anche solo con la versione gratuita.

Concludiamo affermando che si tratta di un vero e proprio cambiamento positivo per Google Stadia. Fino a qualche mese fa il servizio di giochi faceva parte degli emarginati quasi e non veniva usato così spesso dal pubblico.

Ora, invece, l’emarginato di turno è in grado di far girare uno dei titoli più attesi degli ultimi anni. Inoltre riesce a farlo meglio delle console e al pari, quasi, di un PC. Un ottimo traguardo, incredibile.

Offerta
Cyberpunk 2077 D1 Edition - Day-One - Playstation 4
  • Diventa un cyberpunk, un mercenario urbano dotato di potenziamenti cibernetici, e crea la tua leggenda sulle strade di...
  • Entra nell'immenso mondo aperto di Night City, un luogo che definisce nuovi standard in termini di grafica, complessità...
  • Accetta il lavoro più rischioso della tua vita e dai la caccia al prototipo di un impianto in grado di conferire...

 


Veronica Ronnie Lorenzini
Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.