fbpx
Disintegration

Disintegration recensione: un ibrido che funziona
Il titolo ibrido di V1 Interaction, Disintegration, è pronto a mostrarsi ai nostri occhi. Un misto fra FPS e RTS, sarà stato in grado di conquistarci?


“Non è un cane, non è un lupo, sa soltanto quello che non è”.
Così recitava un famoso cartone animato.  Questa frase sembra perfetta per descrivere Il gioco di Marcus Lehto, ex Creative Director di Halo, famoso sparatutto presente in esclusiva solo sulle console Xbox. Disintegration, infatti, non è un classico FPS. Per poterlo giocare ed apprezzare, dovrete lasciare da parte tutti i preconcetti e liberare la mente.

Il gioco di V1 Interactive, infatti, è un particolare sparatutto in prima persona che raccoglie al suo interno meccaniche tipiche degli strategici in tempo reale. Dunque, non solo saranno messe alla prova le nostre abilità di shooter, ma anche e soprattutto quelle tattiche. Non perdiamoci troppo in chiacchiere e andiamo a scoprire nel dettaglio di cosa stiamo parlando. Disintegration - Op

Disintegration: l’ibrido di Marcus Lehto

Marcus Lehto, co-fondatore dell’universo di Halo, ha pensato di fondare un proprio studio, V1 Interactive e di creare un nuovo titolo, Disintegration. Non abbiamo a che fare con un classico sparatutto, qui, infatti, c’è qualcosa di più. Il gioco è una combinazione di elementi FPS (First Person Shooter) e RTS (Real Time Strategy). Come è possibile combinare questi due generi? Lasciando da parte i preconcetti e provando a costruire un nuovo universo.

In Disintegration, infatti, governeremo sia un veicolo volante armato, con tutte le peculiarità di uno sparatutto in prima persona, sia una piccola unità terrena. Ognuno dei membri del nostro team avrà abilità diverse che potremo combinare insieme alla nostra forza di fuoco.

Disintegration
Disintegration
Developer: V1 Interactive
Price: 39,99 €

Prima però un po’ di storia

Disintegration offre sia un comparto single player sia un comparto multiplayer. Per quanto concerne la campagna principale, questa ci vedrà vestire i panni di Romer Shoal, un ex pilota di gravicicli.
Dopo la diffusione dell’Integrazione, il processo che conserva i cervelli umani all’interno di armature robotizzate, il mondo si è diviso. Da una parte ci sono le forze di Rayonne, fanatici che non vogliono altro che l’eliminazione della società umana. Dall’altra, invece, ci sono i Fuorilegge, di cui Romer è il leader, ovvero coloro che lottano contro le forze integrate.

Il nostro protagonista è un personaggio un po’ particolare. Prima dell’integrazione, era, infatti, il presentatore di uno show televisivo sui gravicicli. Questi non sono altro che veicoli monoposto antigravità. La loro struttura ci ricorda un po’ quella degli sgusci di Star Wars: un vano per il pilota al centro e i motori sui lati. Inizialmente erano utilizzati per missioni di soccorso e ricognizione, ma in seguito vennero equipaggiati con armi e segnali di controllo per garantire il supporto tattico.

La narrazione, però, seppure abbia ottime premesse, si perde un po’ nel corso del tempo, lasciando più spazio al gameplay stesso. graviciclo

Un mix ben riuscito?

Come accennato, Disintegration è un titolo complesso. Non si tratta di un semplice sparatutto, ma di una combinazione di generi. Il gioco comprende, infatti, sia caratteristiche appartenenti a un tradizionale sparatutto, sia a uno strategico in tempo reale.

La strategia migliore è certamente quelle di riuscire a inglobare le due meccaniche per godersi il titolo al 100%. Non è semplice, è vero, ma pian piano, con l’esperienza, tutti i giocatori saranno in grado di ottenere questa fluidità di gioco.
Disintegration, comunque, può essere giocato anche dagli amanti dell’uno o dell’altro genere. Coloro che sono più legati agli FPS, concentreranno il loro gameplay sull’utilizzo del graviciclo. Questo, infatti, possedendo armi proprie, sarà in grado di contrastare praticamente da solo i nemici. Concentrandoci sul suo operato, ci dimenticheremo delle abilità di squadra, ma questo non ci impedirà di portare a termine la missione.

Se invece il nostro stile di gioco si avvicina più a quello degli strategici, ci basterà agire nel modo opposto. Potremo infatti mantenere le distanze affidandoci alla nostra squadra. Il nostro compito diventerà quindi quello di gestire le differenti unità, combinando le loro abilità, al fine di portare a casa la vittoria.

Offerta
HP - Gaming OMEN 15-dc0022nl Notebook, Intel Core i5-8300H,...
  • Migliora le prestazioni con un'ottima risposta del sistema e rapidi tempi di caricamento per un'esperienza gaming...
  • Accedi ai componenti interni del notebook attraverso il singolo pannello posto nella parte inferiore del computer;...
  • Con Omen Game Stream, ora puoi giocare sul grande schermo della TV, grazie a un servizio di gioco incluso da remoto che...

Come si comanda la squadra?

All’interno di Disintegration avremo più modi di comandare le unità a terra. Di default queste seguiranno il comandante, rimanendo davanti al graviciclo. Durante il corso dello scontro, però, potremo impartire ordini diversi e quindi schierare le unità sul campo esattamente nel punto desiderato. Cliccando infatti in punti specifici del terreno, i nostri alleati prenderanno posizione, trovando ad esempio riparo durante l’avanzata nemica.

Allo stesso modo potremo chiedere alla squadra di attaccare un bersaglio specifico. Impartendo questo particolare ordine, le nostre unità abbandoneranno i loro ripari e andranno all’attacco.
Dovremo sempre fare attenzione ad impartire gli ordini in maniera corretta, o potremo rischiare di esporre troppo il nostro team. Spesso, però, impartire ordini di priorità è necessario per eliminare un nemico duro da abbattere.Disintegration - unità

Disintegration offre diverse tattiche di combattimento

Il titolo di casa V1 Interactive si focalizza principalmente sul gameplay. Non solo sarà possibile giocare con meccaniche ibride, ma avremo anche modo di scegliere diversi sistemi di combattimento.

Prima di ingaggiare una battaglia è molto utile fare uso della modalità scansione. Potremo in questo modo identificare tutti i nemici, evidenziandoli nella schermata. Tale funzione permetterà di avere una visione globale della battaglia, consentendoci di pianificare l’attacco migliore.
Molto importante è anche fare uso dello stordimento. Se storditi, i nemici non potranno muoversi o attaccare e questo ci darà un enorme vantaggio nelle azioni, ma come fare?

Esistono diverse tecniche per portare a compimento l’azione. Quelle più comuni ci vedono fare uso di granate stordenti, attacchi corpo a corpo o tremore contundente. Ci sono però anche tecniche più avanzate, come quelle legate agli oggetti di scena. Far esplodere gli oggetti nella mappa, genererà lo stesso effetto stordente. Se non è possibile far saltare in aria gli oggetti, potremo pensare di farlo con i nemici stessi. I robot che scoppieranno, emetteranno un’onda d’urto che stordirà le unità vicine.
Un altro modo, invece, è quello di colpire i nemici sul fianco o sulla schiena.

Sarà necessario anche fare attenzione alla salute, del proprio graviciclo e della squadra stessa. Sparse per la mappa saranno presenti alcuni box che permetteranno il ripristino della salute. Allo stesso modo potremo guadagnare energia con le sfere rilasciate dai nemici nel corso dello scontro. Oltre a questo, alcuni tipi di graviciclo, avranno una funzione di cura come arma secondaria.
Combinare tutte le abilità di squadra e del pilota, ci conferirà sicuramente la vittoria.dialogo - v1 interactive

Basta sparare solo all’IA

Disintegration non offre però solo un comparto single player. Il titolo, infatti, si apre anche verso il mondo online. Per quanto concerne il multiplayer avremo a disposizione tre modalità: Collezione, Controllo Zona e Recupero.

La prima vedrà i due schieramenti contendersi il maggior numero neuroscatole. Queste potranno essere recuperate in tre modi differenti: dai gravicicli nemici, dalle unità nemiche o nella mappa di gioco. Le prime valgono tre punti, le seconde e terze uno ciascuno. Al termine del tempo limite, la squadra con il maggior numero di neuroscatole (e quindi di punti) conquisterà la vittoria.

La seconda modalità di gioco, ovvero Controllo Zona, è di semplice comprensione. I due schieramenti in gioco dovranno conquistare specifiche aree della mappa. Catturare una zona significa posizionare le proprie unità di terra, completamente libere dagli ostacoli nemici.

Per finire abbiamo la modalità Recupero. Questa ci ricorda un po’ il piazzamento della Spike di Valorant. Avremo infatti due team, uno schierato in attacco e uno in difesa. Scopo del gioco: recuperare i nuclei sulla mappa e trasportarli al punto designato, qualora giocassimo in attacco, difendere ed evitare la riuscita dell’azione, qualora fossimo nello schieramento opposto.

Il multiplayer, inoltre, ci proporrà diversi equipaggi, con caratteristiche e abilità differenti. Avremo King’s Guard, The Sideshows, Neon Dreams, Tech Noir, Warhedz, Lost Ronin, Business, Muertos e The Militia. Scegliere quello migliore dipenderà soltanto dal nostro tipo di gioco. Alcuni, infatti, avranno un graviciclio munito di un fucile di precisione, altri invece di un fucile d’assalto, altri ancora di bombe e missili. Anche le unità di terra cambieranno, così come gli scudi e le velocità negli spostamenti. È possibile provare gli equipaggi nel sandbox multigiocatore.

Disintegration, sì o no?

Disintegration è un titolo particolare che cerca di accontentare tutti, offrendo delle meccaniche di gioco non comuni. Si pone infatti a metà tra un classico sparatutto ed uno strategico, mostrando caratteristiche di entrambe le fazioni. Sotto un certo punto di vista potrà essere giocato anche con una preponderanza verso un lato anziché l’altro, ma non sarà mai definito da un genere soltanto.

Per poterlo giocare è necessario lasciare da parte le proprie convinzioni ed essere di mente aperta. In questo modo si potrà godere di un gameplay interessante e ricco di caratteristiche.
Tante sono le armi, le tattiche e le funzioni che potremo combinare, per scontri appaganti. Purtroppo la narrazione rimane spesso in secondo piano, seppure offra delle interessanti premesse. Quello che non ci ha convinto è forse la poca enfasi con cui gli argomenti vengono trattati. Poco male per tutti i giocatori che, invece, prediligono lo scontro alla narrazione. Questi avranno davanti un gioco con ottime capacità, che offre una sfida interessante.

Inoltre, è bene precisare che, nonostante all’uscita l’italiano sarà presente come traduzione dei sottotitoli, l’unica lingua disponibile, per il comparto audio, sarà l’inglese.

Disintegration
Disintegration
Developer: V1 Interactive
Price: 39,99 €

Giulia Garassino

author-publish-post-icon
Ingegnere Aerospaziale da sempre amante di videogiochi e tecnologia. Cresciuta con Crash Bandicoot, Spyro e Metalslug. Competitiva sugli FPS, non si lascia scappare però platform, hack & slash e GDR. Il mio titolo preferito? Nier Automata, ma non dimentichiamoci anche di Fable e Battlefield.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link