fbpx
ebook reader quale scegliere kindle

Come si trova l’eBook reader ideale?
Qualche suggerimento per chi vuole lanciarsi nel mondo della lettura digitale


eBook reader quale scegliere? Questa è la domanda che tutti si pongono una volta che prendono la decisione di entrare nel mondo della lettura digitale. Dopotutto il mercato è ormai ampio e ci sono tante possibilità tra cui dover decidere. Come orientarsi quindi in questo mare di device? L’obiettivo di questa guida è proprio questo: cercare di dare suggerimenti sui parametri da tenere in considerazione per tuffarsi tra le pagine digitali. Partendo da una premessa necessaria.

Tablet e eBook reader: qual è la differenza?

ebook reader quale scegliere kindleIn molti approcciano la lettura in digitale partendo da una delle applicazioni disponibili per i vari dispositivi mobili. Ce ne sono diverse, generalmente legate alle varie piattaforme di eBook, come quelle dedicate a Kindle o Kobo. Queste possono sembrare un buon punto di ingresso per testare l’esperienza, prima di passare magari all’acquisto di un device dedicato. Oppure, similmente, ci si basa sulle e-mail o i documenti letti dallo schermo del telefono o del tablet. E di solito il risultato è: “No, non fa per me, mi fanno male gli occhi dopo cinque minuti“.

E la verità è che è assolutamente normale che sia così. Questo perché il display dello smartphone non è fatto per la lettura intensiva, come quella che si fa di un libro. Ed è il motivo per cui il primo passo da seguire per capire quale eBook reader scegliere è, appunto, eliminare tutti i tablet dall’elenco delle possibilità.

Ma cos’ha di speciale un eBook reader?

ebook reader quale scegliere koboCi sono diverse differenze tra un dispositivo dedicato alla lettura digitale e un generico dispositivo mobile. Al di là dell’accesso semplificato agli store o alla gestione della libreria più intuitiva e la presenza di tasti dedicati alla navigazione tra le pagine, la principale è proprio lo schermo.

Gli eBook reader usano infatti una tecnologia chiamata e-ink. Semplificando molto i dettagli tecnici, immaginatela come una serie di piccole sfere colorate a metà di bianco e a metà di nero. Queste ruotano su sé stesse per formare le lettere e le immagini. Il risultato è innanzitutto un minore consumo di energia, dato che avviene solo nel momento in cui si gira pagina e le sferette devono riallinearsi. Finché siete sullo stesso testo quindi, la batteria praticamente non si scarica.

Soprattutto però, la tecnologia e-ink permette di replicare l’aspetto della carta. L’assenza dell’illuminazione posteriore tipica dei display degli smartphone, la rende così molto meno pesante sugli occhi. La sensazione è quella quindi di non avere uno schermo davanti, ma una pagina vera e propria.

Quindi, eliminate dalla vostra lista tutti i tablet che avete preso in considerazione. Anche così facendo però vi resteranno diversi eBook reader nell’elenco e la domanda resta la stessa, “Quale scegliere?“. Entriamo quindi nel vivo della guida per scoprire come selezionare il vostro inseparabile compagno di avventure letterarie.

eBook reader quale scegliere? Fattori importanti e non

ebook reader quale scegliere kindleLa domanda con cui abbiamo aperto l’articolo non ha ovviamente una risposta precisa per chiunque. Ognuno deve valutare in base alle proprie abitudini di lettura e al proprio budget quale eBook reader scegliere. Tuttavia, ci sono aspetti che è facile sottovalutare per chi non conosce questo mondo e, viceversa, altri che per questi dispositivi non sono influenti. Vediamo quindi quali sono i parametri a cui dare peso e quelli che invece non sono troppo rilevanti.

Gli aspetti su cui potete sorvolare…

Partiamo da questi ultimi con una rivelazione a sorpresa: batteria e memoria non sono importanti. Se quando cercate un nuovo smartphone sono tra le prime cose che andate a verificare, quando dovete scegliere quale eBook reader acquistare potete quasi ignorarli. Non perché non siano di per sé rilevanti, ma perché la tecnologia attuale è talmente avanzata che anche ai livelli più bassi offrono prestazioni ben oltre le necessità.

Per capire meglio, spostiamoci su un livello più concreto. Grazie all’e-ink, come dicevamo, il consumo di batteria è minimo. Questo significa che leggendo una mezz’oretta al giorno, i modelli più basilari necessitano di ricarica circa una volta al mese. Capite bene che passare a una batteria più performante per una ricarica ogni due mesi ad esempio, non cambierà significativamente la vostra vita da lettori.

Lo stesso principio vale per la memoria. Già con 2GB a disposizione potrete archiviare centinaia e centinaia di libri. Difficilmente quindi vi troverete a dover sacrificare qualcosa per gestire lo spazio a disposizione. Il discorso cambia se pensate di utilizzare il vostro eBook reader per leggere fumetti. Questi hanno infatti un peso maggiore rispetto ai libri classici e quindi puntare su un taglio di memoria superiore può effettivamente valere la pena. Negli altri casi, potete passare ad altri fattori senza alcun timore.

Insomma, batteria e memoria sono più che sufficienti già di base

Poco più influente è la questione peso. La bellezza di un eBook reader sta nella possibilità di portare con sé tantissimi volumi anche corposi, senza appesantire la borsa (o le mani quando leggiamo). Il device quindi deve essere leggero e infatti quasi tutti di norma si aggirano intorno ai 200g. La differenza è davvero minima per cui non è fondamentale da valutare.

Praticamente sulla linea che divide gli aspetti importanti e non, troviamo la piattaforma a cui è legato il device e di conseguenza la compatibilità con i vari formati di eBook. In teoria è un fattore chiave da considerare. Prendiamo ad esempio il caso di Kindle: la possibilità di accedere (peraltro in maniera facilissima, direttamente dal device) all’amplissimo catalogo Amazon è chiaramente un plus. D’altro canto però non è compatibile con formati di eBook come EPUB, molto diffusi.

Tuttavia, nella pratica, questo è un dettaglio quasi irrilevante. Ci sono infatti programmi semplicissimi da usare che permettono in pochi secondi la conversione dei libri digitali da un formato all’altro. Se per voi non è un problema dovere, in casi specifici (e per esperienza piuttosto rari), spendere un minuto in più per scaricare il vostro eBook sul device, potete tranquillamente ignorare anche questo aspetto.

…e quelli a cui prestare attenzione

ebook reader quale scegliere kindleE ora passiamo ai lati importanti da considerare. Il primo è ovviamente il display. Una volta orientati su device con tecnologia e-ink, ci sono delle piccole ma rilevanti variazioni da tenere in conto, partendo dalla risoluzione. Qui la differenza tra il top di gamma e il dispositivo entry level è significativa. Intorno ai 150 ppi riuscirete ancora a distinguere i pixel che compongono le lettere, mentre salendo verso i 300 ppi dovrete impegnarvi duramente per farlo. Questo non vuol dire che la lettura a risoluzioni più basse sia particolarmente fastidiosa, ma può valere la pena investire qualcosa in più su questo aspetto.

Sempre legata al display c’è la questione illuminazione (frontale) che alcuni device offrono. Ovviamente si tratta di una luce che non affatica il vostro sguardo e che, anzi, può rendere più confortevole la lettura prescindendo dalle condizioni luminose dell’ambiente. Questo è un bonus interessante: per chi legge abitualmente prima di addormentarsi può essere molto piacevole tuffarsi nel proprio libro circondati dal buio completo (e magari dà meno fastidio a un eventuale partner rispetto alla luce del comodino). Consideratelo un optional interessante, ma non indispensabile: amplia decisamente l’esperienza di lettura, ma a conti fatti non è strettamente necessario.

Ultimo aspetto da tenere in considerazione per lo schermo sono ovviamente le dimensioni. Queste sono abbastanza standardizzate, stando in generale tra i 6 e gli 8 pollici, ma bisogna spenderci un minuto prima di decidere. È un aspetto molto soggettivo, dipende da quanto volete che siano grandi i caratteri o in alternativa, quanto testo volete su ogni schermata. Se invece volete usare il vostro eBook reader per i fumetti, può avere senso provare su un taglio ancora superiore come quello qui sotto, a serio discapito però ovviamente della comodità d’uso e soprattutto dell’economicità.

BOOX Max3 13.3 Pollici Ereader, Android 9.0 OTG Dual-Touch...
  • 【Display da 13,3 pollici】 Display flessibile ad alta risoluzione, piatto con lunetta, perfetto per la lettura di...
  • 【Android 9.0 + potente CPU】 Il processore Octa-core 2GHz offre alta velocità, aumenta le possibilità di...
  • Capacità OTG: supporto per schede TF, anche tastiere fisiche e mouse. Plug and Play, non è necessario installare alcun...
Non c’è solo il display

Passando ad altro, c’è da affrontare la questione dei controlli. Alcuni dispositivi si basano infatti su tasti fisici, altri sul touch screen. Non è una scelta così scontata. Chiaramente i controlli touch sono molto più comodi per la navigazione tra i libri, per le ricerche negli store, per evidenziare parti del testo o per sfruttare le note cliccabili che tanti libri offrono.

D’altro canto però può dare fastidio dover passare il dito sopra le parole per girare pagina e soprattutto non si possono usare con i guanti. E quando state cercando di leggere in treno alle 7.30 di un freddo mattino di dicembre, quest’ultimo punto sarà cruciale. Pro e contro quindi che non sono ovvi e che alcuni dispositivi hanno superato integrando entrambe le modalità. Valutate quindi attentamente questo aspetto sulla base dell’utilizzo che ne volete fare.ebook reader quale scegliere kindle

Infine restano alcuni punti aggiuntivi che possono spostare l’ago della bilancia. Tanti eBook reader hanno caratteristiche particolari che potrebbero essere l’extra giusto per capire quale scegliere. Ad esempio i top di gamma come Kobo Forma e Kindle Oasis sono entrambi impermeabili con certificazione IP68. Se leggete spesso in piscina o nella vasca da bagno, potrebbe essere la killer feature per voi.

Oppure potrebbe essere interessante la possibilità di sfruttare servizi come Kindle Unlimited che offre accesso gratuito a decine di migliaia di titoli, con un abbonamento mensile. Se siete dei lettori decisamente avidi potrebbe fare al caso vostro.

Ora siete decisamente più preparati sulle cose da sapere per capire quale eBook reader scegliere tra i tanti disponibili. Riprendete quindi in mano la vostra lista, confrontatela con il vostro budget (ed eventualmente approfittate delle versioni con inserzioni che non sono per niente invasive) e preparatevi a scoprire una nuova esperienza di lettura.

Kindle Paperwhite, resistente all'acqua, schermo ad alta...
  • Il Kindle Paperwhite più sottile e leggero che mai, con uno schermo da 300 ppi per leggere come sulla carta stampata e...
  • Resistente all’acqua (IPX8), per leggere e rilassarti in spiaggia, in piscina o nella vasca da bagno.
  • Kindle Paperwhite è disponibile in due versioni, da 8 GB e 32 GB, per portare con te molti più libri.

Mattia Chiappani

author-publish-post-icon
Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link